Stampa / Print
Iniziamo con il creare un file di testo che specifichi il nostro Virtual Host SSL:

# nano /etc/apache2/sites-available/default-ssl

e configuriamolo come segue:

NameVirtualHost *:443

<VirtualHost *:443>

    SSLEngine on

    SSLCertificateFile    /etc/apache2/ssl/apache.pem

    SSLCertificateKeyFile /etc/apache2/ssl/apache.pem

    ServerAdmin admin@dominio.org

    ServerName server.dominio.org

    ErrorLog /var/log/apache2/error_ssl.log

    LogLevel warn

CustomLog /var/log/apache2/access_ssl.log combined

    ServerSignature On

    DocumentRoot /var/www/apache2-default

    <Directory />

        Options FollowSymLinks

        AllowOverride None

    </Directory>

    <Directory /var/www/apache2-default>

        Options Indexes FollowSymLinks MultiViews

        AllowOverride None

        Order allow,deny

        allow from all

    </Directory>

    ScriptAlias /cgi-local/ /var/www/apache2-default/cgi-bin/

    ScriptAlias /cgi-bin/ /usr/lib/cgi-bin/

    <Directory “/var/www/apache2-default/cgi-bin”>

         AllowOverride None

         Options None

         Order allow,deny

         Allow from all

    </Directory>

    <Directory “/usr/lib/cgi-bin”>

        AllowOverride None

        Options None

        Order allow,deny

        Allow from all

    </Directory>

    Alias /icons/ “/usr/share/apache2/icons/”

    Alias /manual/ “/usr/share/doc/apache2-doc/manual/”

  
    <Directory “/usr/share/apache2/icons”>

        Options Indexes MultiViews

        AllowOverride None

        Order allow,deny

        Allow from all

    </Directory>

</VirtualHost>

LAMP_software_bundle.svg

Apache non è in ascolto sulla porta 443, quella normalmente utilizzata da apache-ssl, e quindi lo dobbiamo istruire modificando il file /etc/apache2/ports.conf aggiungendo la riga:

Listen 443

Come ultima cosa, importantissima, bisogna attivare il sito che abbiamo appena creato (sempre utilizzando i comodi comandi che Apache2 ci mette a disposizione). Sarà quindi sufficiente un:

# a2ensite default-ssl
Un riavvio di Apache2 caricherà la nuova configurazione:
# /etc/init.d/apache2 force-reload
Installazione di PHP5.

Per avere il supporto a PHP5 è sufficiente installare il linguaggio di scripting e il relativo modulo di supporto ad Apache2:

# aptitude install php5 libapache2-mod-php5

A questo punto un riavvio di Apache è sufficiente:

# /etc/init.d/apache2 reload

Su tutte le Debian Squeeze c’è una correzione al volo da fare al file php.ini. Il problema è dovuto al parametro:

memory_limit = -1

Visto così sembrerebbe un flag disabilitato e ci aspetteremmo quindi che non ci sia alcun limite nella memoria allocabile, invece il comportamento è tutt’altro:

PHP Fatal error:  Allowed memory size of 33554432 bytes exhausted (tried to allocate 64 bytes) in /var/www/clients/client21/web54/web/XXXXXX.php on line 212

Per ovviare al problema, è bene specificare quale effettivamente è il limite di memoria che intendiamo imporre ad uno script php eseguito da linea di comando. Il parametro si trova nel file:

/etc/php5/cli/php.ini

E la modifica da effettuare è la seguente:

; Maximum amount of memory a script may consume (128MB)

; http://php.net/memory-limit

;memory_limit = -1

memory_limit = 128M

Se ti è piaciuto l’articolo , iscriviti al feed cliccando sull’immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
reeder

Fonte: http://reubuntu.blogspot.com/2014/01/installare-un-ambiente-lamp-in-linux_24.html

Fonte —Leggi Tutto—

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.