TORTA senza GLUTINE con farina di TEFF

Stampa / Print
TORTA di farina di Teff alle NOCI e MELE
Naturalmente senza glutine
Mai sentito parlare della farina di Teff?

Il teff (Eragrostis tef) è uno pseudo cereale della famiglia delle graminaceae, naturalmente senza glutine. La pianta raggiunge l’altezza di metro circa e i suoi chicchi sono tra i più piccoli al mondo. La caratteristica importante della farina di teff è che può essere panificata, ha una resa superiore alla farina di riso e ad altre farine senza glutine.

Ho sperimentato un po’, con questa farina e il risultato si è rivelato ottimo.
Provare per credere!

Ingredienti:

6 cucchiai (da minestra) colmi di farina integrale di teff
3 uova
3 cucchiai colmi di zuccherodi cocco
2 cucchiai di miele
40 g di burro ghi
70 grammi di nocitritate grossolanamente
2 mele golden
1 bustina di lievito vanigliato
1 cucchiaino da caffè di cannella in polvere
La scorza grattugiata di un limone bio
Succo di mela o latte di riso (facoltativi)

Lavorate, con lo sbattitore, le uova con 2 cucchiai di zucchero e il miele per 5 minuti. Aggiungete il burro ammorbidito e la farina setacciata, se l’impasto si rivelasse un po’ duro, aggiungere un po’ di latte di riso o succo di mela.
Il composto deve risultare morbido.

Incorporare la cannella (tenetene un po’ per spolverizzare la superficie della torta), la scorza del limone e il lievito.

Aggiungere le mele tagliate in piccoli tocchetti e le noci.

Foderare una tortiera del diametro 26 con carta forno e versare l’impasto.
Utilizzare la mezza mela rimasta decorando a piacere con fettine di mela.
Spolverizzare la superficie con un spruzzata di cannella e dello zucchero di cocco.

Infornare a 180° per 35/40 minuti.

La maggior parte delle mie ricette sono a cucchiai, ritengo che sia più veloce e semplice in questo modo. Certamente non è così preciso, ma per chi è un po’ abituato a spignattare, non ci saranno problemi. Per maggior precisione potete pesare gli ingredienti e registrarli nella vostra ricetta.

Ottima alternativa ai prodotti industriali, come spuntino o per merenda, unisce le proprietà della frutta cotta a quelle delle noci, energetiche, diminuendo l’impatto glicemico per l’utilizzo dello zucchero di cocco.


Scritto da Angela Ballarati
Metti “mi piace” sulla mia pagina facebook: benessere natural-mente
Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a scopo informativo, si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare, evitare in caso di ipersensibilità accertata verso uno dei componenti. I suggerimenti e le indicazioni descritte in quest’articolo non intendono in alcun modo sostituire le terapie consigliate dal proprio medico curante. L’autrice non è responsabile delle possibili conseguenze legate all’incompleta od erronea interpretazione del testo. Le foto e i testi sono riproducibili, non a scopo di lucro, altrove, solo citando la fonte: autore e link attivo del blog. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché è aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto , non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.


Fonte —Leggi Tutto—

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *