informarmy.net
L’Emilia è ferma per la burocrazia

Stampa / Print

Prima il terremoto, ora la burocrazia.
L’Emilia colpita dal terremoto il 20 ed il 29 maggio, e’ ora ferma a causa della burocrazia.

Dopo le verifiche di agibilita’ effettuate dai vigili del fuoco ora abbiamo una situazione abbastanza paradossale ma che sta bloccando i paesi:

– i locali pubblici non hanno l’autorizzazione a svolgere la propria attivita’ per assenza delle verifiche degli ingegneri che per conto del comune devono fornire l’agibilita’ ai locali;
– stessa problematica si manifesta nelle aziende che devono svolgere lavori di manutenzione per ripristinare l’agibilita’ dei locali; queste aziende non sono autorizzate a svolgere le relative attivita’ edili.

Latitanza e tempi lunghi anche sulla definizione delle aree edificabili ove poter costruire le nuove abitazioni.

Migliaia di persone senza case, centinaia di aziende ferme o in grossa difficolta’ e chi deve dare un forte supporto per la rinascita di questi paesi, si limita a prendere tempo.

Qua le aziende rischiano di chiudere o di spostarsi da altre parti e l’economia dell’Emilia (uno dei pochi luoghi ove la “crisi” e’ sentita in tono minore) se ne sta andando a rotoli cosi’ come la vita di tutte le persone della pianura emiliana.

INFORMARMY.com

P.S.: Le problematiche sopra evidenziate ci sono state segnalate da alcuni amici e lettori.

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.