informarmy.net
Nuova manovra per contrastare l'aumento del real
Stampa / Print


Una nuova manovra è stata annunciata da Dilma e che va nella direzione di indebolire il real allo scopo di migliorare l’export  . Questa notizia assieme alla ” percezione ” che in Europa la situazione si sta stabilizzando dopo il disinnesco della bomba Grecia provocherà nel medio periodo un ulteriore rafforzamento del cambio euro/real . Si riaprono così spazi interessanti per coloro che intendono investire in Brasile .






 Iniziata la guerra fiscale globale? Sembra di sì. Dopo la Gran Bretagna di David Cameron e la proposta di riforma fiscale a favore delle imprese degli Stati Uniti di Barack Obama è la volta del Brasile del presidente Dilma Rousseff che si è impegnata a ridurre le imposte sulle imprese locali così da aiutarle a investire e a competere in un mondo inondato da una massa enorme di denaro presi a prestito a buon mercato dalle banche centrali , soldi che stanno danneggiando l’economia del Brasile, e dei paesi emergenti facendo rafforzare le monete locali e diminuendo l’export. La Rousseff lo ha rivelato alla rivista Veja nel corso di una intervista

“Gli imprenditori si sono lamentati che la pressione fiscale in Brasile frena le migliori iniziative e impedisce loro di competere alla pari nella partita globale”, ha detto la Rousseff. “Sono d’accordo. Dobbiamo abbassare la pressione fiscale. E abbiamo intenzione di abbassarla”. Il governo brasiliano è molto preoccupato degli effetti di un real forte che è sostenuto da ingenti flussi di capitali stranieri che arrivano in Brasile in cerca di tassi di interesse interessanti e scappano appena fatto il pieno di plusvalenze senza fare investimenti duraturi. Sono i cosiddetti hot money, cioè investimenti di breve respiro .

di Vittorio Da Rold – Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/23iiu




Fonte: http://feedproxy.google.com/~r/VivereInBrasile/~3/4wpQZUvWn34/nuova-manovra-per-contrastare-laumento.html

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.

Sitemap