informarmy.net
Benedetto XVI a Monti : situazione quasi insolubile

Stampa / Print
Certo il Papa non è un economista ma certamente tra i consiglieri del Capo dello Stato Vaticano c’è chi di economia e finanza se ne intende . E’ proprio per questo che le parole che Benedetto XVI , che certo non parla a caso , ha pronunciato oggi in occasione della udienza al premier Mario Monti , vanno prese in grande considerazione .





“Grazie di questa opportunità”: queste le prime parole del premier Mario Monti in occasione dell’udienza con il Papa in Vaticano durata 25 minuti. Il capo del governo non ha baciato l’anello del Santo Padre e non si è inginocchiato.

Con il Pontefice il primo scambio di battute è stato sulla recente visita di Monti in Germania (paese natale del Papa) e sulla crisi europea. Il presidente del Consiglio ha così sintetizzato la sua missione dalla Merkel: “Tempo brutto ma clima buono”.

Avete cominciato bene ma in una situazione difficilissima, quasi insolubile” ha replicato Benedetto XVI. E Monti di rimando: “E’ importante dare sin dall’inizio il segno di una certa determinazione”, con evidente riferimento all’attuale crisi economica


A questo punto le nostre speranze sono tutte riposte nell’avverbio usato dal Papa : quasi . Avesse detto ” di difficile soluzione ” , sarebbe stato meno preoccupante . L’uso della parola “insolubile” accanto all’avverbio quasi suona come : quasi incinto , quasi morto ovvero è un quasi senza forza … quasi inutile . Comunque sembra diventato di moda esprimesi con frasi tanto sintetiche quanto sibilline . Il giudizio di Monti sull’incontro con la Merkel si riassume nell’ermetico : “Tempo brutto ma clima buono ” . Saranno tutti seguaci di Ungaretti .



Fonte: http://feedproxy.google.com/~r/VivereInBrasile/~3/VmlU4KUw3jA/benedetto-xvi-monti-situazione-quasi.html

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.