FUCHSIA

Stampa / Print


Caratteristiche.
Genere di circa 100 specie di alberi e arbusti a foglie decidue, originari dell’America centrale e meridionale. Le fuchsie coltivate nei nostri giardini sono per lo più ibridi che derivano dall’ incrocio di specie diverse. Nelle zone a clima mite sono rustiche e usate come piante da bordura, in quelle più fredde vengono coltivate in serra fredda e possono essere tenute all’aperto dalla primavera inoltrata all’inizio dell’ autunno. Sono principalmente coltivate per i loro fiori, penduli, formati da un calice tubuloso, che termina con 4 lobi più o meno sviluppati e da una corolla a 4 petali sovrapposti, spesso di colore diverso dal calice.
Esposizione.
In posizione luminosa ma non a diretto contatto con i raggi del sole. Le varietà delicate si portano all’aperto verso la fine di maggio e si ricoverano in serra fredda in ottobre dopo averle leggermente potate. Vive bene in un clima temperato e mal sopporta le gelate invernali.
Innaffiature.
Va innaffiata frequentemente nei periodi asciutti. In inverno dopo la caduta delle foglie si sospende quasi completamente la somministrazione dell’acqua. Cresce bene in terreno ben drenato, arricchito con torba e una piccola quantità di farina di ossa.

Concime.
Somministrare da giugno a settembre concime liquido ogni 10 giorni; per le piante giovani, ogni tre settimane.

Moltiplicazione.
Talea semilegnosa in aprile o fine agosto.



Fonte: http://feedproxy.google.com/~r/ComeColtivareSchedeDiPianteEFiori/~3/9-8iwWuNYBw/fuchsia.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *