Stampa / Print
Sbuzzate le beccacce e levatene le interiora gettando via soltanto la
estremità del budello che confina coll’ano. Unite alle medesime i
ventrigli, senza vuotarli; qualche foglia di prezzemolo e la polpa di
due acciughe per ogni tre interiora. Sale non occorre. Tritate il
tutto ben
fine colla lunetta, poi mettetelo al fuoco con un pezzetto di burro e
una presa di pepe, bagnandolo con sugo di carne.
Spalmate con questo composto fettine di pane a forma gentile,
arrostite appena, e mandate questi crostini in tavola accompagnati
dalle beccacce che avrete cotto arrosto con qualche ciocchettina di
salvia e fasciate con una fetta sottile di lardone.

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.