Calcoli renali e biliari

Stampa / Print

Si possono curare i calcoli renali con l’infuso di gramigna o equiseto (coda cavallina), o con il decotto di fichi secchi tritati bolliti nel latte (e lasciati un po’ in infusione).
Esistono acque indicate a sciogliere i calcoli renali (come Fiuggi) e altre indicate per i calcoli biliari (acqua di Chianciano).
I cibi da evitare per non rischiare una nuova crisi sono le carni rosse, quelle conservate e di selvaggina, le interiora, i formaggi piccanti, il fritto, i cibi grassi in genere, i liquori e vini forti e le droghe.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *