Stampa / Print
Il pino di Siberia detto il cedro siberiano (Pinus Siberica) viene chiamato dalle popolazioni locali anche “l’albero siberiano della vita” o “l’oro siberiano” o la “perla dell foresta siberiana”. Le genti locali raccolgono da tempi antichi i frutti oleosi, simili ai pinoli italiani ma con gusto di nocciola, dalle pigne di questi alberi alti dai 40 ai 50 metri e che possono vivere fino a circa 800 anni di età. Questi “pinoli siberiani” per la loro ricchezza nutrizionale costituiscono uno dei cibi più preziosi sulla terra.
Svariate e incredibili proprietà sono attribuite a questi pinoli, che sono l’orgoglio della Russia. In tempi di guerra, molta gente sopravvisse anche grazie a questi piccoli frutti.

I pinoli del cedro siberiano contengono molti oligoelementi e minerali, come il magnesio, il manganese, lo zinco, il cobalto, il ferro, il rame ed il fosforo. Contengono anche iodio naturale, il 15-19% di proteine, 55-70% di grassi ed il 14-20% di carboidrati, così come aminoacidi essenziali come il triptofano, leucina, isoleucina, valina, lisina, metionina, istidina ed aminoacidi non essenziali come la cisteina, arginina e tirosina.

Inoltre, contengono macro e microelementi, molte vitamine del gruppo B e D e vitamine E ed F.

Sia al naturale che tostati, sono eccellenti da sgranocchiare come stuzzichini antipasto. Ottimi sulle insalate, con il pesto, le salse, il pane, incluso il pane alla frutta ed i dessert.

L’olio di cedro siberiano viene ottenuto con un metodo completamente naturale, cioè la spremitura a freddo. L’aroma fine e delicato della resina ed i contenuti preziosi rendono l’olio di cedro un prodotto cosmetico universale per la pelle, il massaggio del corpo, per la cura dei capelli e delle unghie.

I preziosi componenti dei pinoli sono particolarmente concentrati nell’olio. E’ anche ideale assumere metà cucchiaino prima dei pasti per migliorare le risposte immunitarie ed il rendimento fisico e mentale.

E’ raccomandato un cucchiaino preso per 40-60 giorni per rinvigorire il sistema immunitario. Ovviamente, è un olio perfetto insieme al condimento per l’insalata, grazie al suo gusto delicato di nocciola.

Contiene gli acidi pinolenico, linoleico e linolenico, e gli altri acidi grassi polinsaturi. Il benefico acido linolenico (gamma-linolenico del gruppo Omega-3) è contenuto nella percentuale di 27%. Questo conferisce il titolo di: la più alta fonte naturale di acido gamma-linolenico (Omega-3) fra gli alimenti conosciuti nel mondo.

Fonte

Tag

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.