LE ERBE COMMESTIBILI PER UN TERRAZZO ALL'OMBRA

Stampa / Print
(post scritto per COLTIVARE L’ORTO)

Aglio orsino

Se avete un terrazzo all’ombra sono pochi gli ortaggi che potete coltivare, ma sicuramente riuscirete a far crescere queste erbe che in natura nascono nel sottobosco: aglio orsino(Allium ursinum), veronica(Veronica beccabunga), alliaria(Alliaria petiolata), melissa(Melissa officinalis), crescione d’acqua(Nasturthium officinalis), lattuga montana(Prenanthes purpurea), finocchiella(Myrrhis odorata) ed alcune mente(Menta rotundifolia e Menta suaveolens).
Le mente, l’aglio orsino, la veronica ed il crescione richiedono un terreno molto umido, vi conviene mettere un piccolo impianto d’irrigazione a goccia(che a parer mio è molto comodo, poco costoso e se non siete sempre a casa è utile avere con qualsiasi tipo di esposizione).
Dell’aglio orsino si usano le foglie ed i fiori per aggiungerli alle insalate e per aromatizzare salse e formaggi. Anche i bulbi sono commestibili, ma in una piccola coltivazione non conviene mangiarli per non esaurire subito le nostre piante. A giugno-luglio gli agli vanno a riposo e le foglie si seccano, ma a differenza delle altre bulbose, non devono assolutamente essere tolti dal terreno perchè morirebbero, e si continua ad annaffiarli, anche se con minore frequenza. Potete piantare nello stesso contenitore, quando non ci sono più le foglie dell’aglio, delle annuali da fiore.
Le foglie ed i fiori dell’alliaria hanno un uso simile a quelli dell’aglio selvatico. Se avete molte piantine potete sacrificarne qualcuna per prendere la radice, che ha un gusto che ricorda quello del rafano, mentre i semi si possono utilizzare come quelli della senape.
La veronica si mangia in insalata, come il crescione, che ha un sapore piccante e serve anche per aromatizzare le salse. Sempre in insalata si usa la lattuga montana, dal gusto dolce e gradevole.

Lattuga montana

Se avete abbastanza spazio potete piantare,in un vaso grande, l’angelica, che è anche molto bella, con i fusti rossi e le infiorescenze ad ombrella. Se ne mangiano le foglioline appena spuntate in insalata ed i fusti canditi.
La finocchiella ha un odore fragrante, che ricorda l’anice: le foglie tenere ed i semi ancora verdi si aggiungono alle insalate, alle salse, alle macedonie.
Anche le primule e le viole crescono all’ombra e i loro fiori sono commestibili, ma non vanno usate le foglie perchè contengono saponine, tossiche.
La melissa e la menta sono erbe aromatiche che conoscerete sicuramente. Le varietà di menta selvatica che vi ho consigliato per un’esposizione ombrosa hanno un gusto più delicato della piperita o della romana e sono particolarmente adatte per aromatizzare piatti salati, come ad esempio le zucchine alla menta.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *