MIGUEL SERRANO: ADOLF HITLER, L'ULTIMO AVATARA

Stampa / Print

IN QUESTI VIDEO MIGUEL SERRANO CI NARRA IL NAZISMO ESOTERICO, ILLUSTRANDOCI MOLTISSIME TEMATICHE OCCULTE INERENTI AL NAZIONAL SOCIALISMO E ALLA TEOSOFIA TRA CUI:

L’ESOTERISMO, LA GNOSI, ATLANTIDE, BABILONIA, L’INDUISMO, LA REINCARNAZIONE, IL TANTRISMO, IL WOTANISMO – MENZIONA I CORPI SOTTILI, L’ENERGIA VRIL, LA TERRA CAVA, IL RE DEL MONDO, GLI UFO E MOLTO ALTRO.

LO SCRITTORE CILENO ERA INOLTRE CONVINTO CHE NON SOLO ADOLF HITLER IMPERSONIFICO’ IL MESSIA GERMANICO, MA CHE EGLI SAREBBE RITORNATO UN GIORNO IN QUESTO MONDO, DA UN ALTRA DIMENSIONE, COME ULTIMO AVATARA.

MICHELE P.

“(…) Non è un caso che io abbia scelto di vivere qui in Cile, nell’estrema punta sud della Patagonia, ho viaggiato in Antartide, infatti, prima durante e dopo la guerra.
So anche che i sottomarini tedeschi sono venuti qui più volte nella parte calda di Antartide che è una vera e propria oasi, come avevano intuito Poe in Gordon Pimm e Verne, nella Sfinge dei Ghiacci.

Qui infatti vivono esseri sovrumani senza tempo, che sono sincronici nella loro presenza psichica, sono qui, dovunque. Hanno anche enormi poteri: pensi che la spedizione americana dell’ammiraglio Beard del 1947, gettò due bombe atomiche sul territorio tedesco, ma gli riesplosero addosso, come un boomerang.

Ma torniamo indietro, facciamo un po’ di storia, torniamo al Terzo Reich, nel bunker, Hitler prima di morire disse al suo attendente: “lotteremo per l’uomo che verrà” Io credo si riferisse alla reincarnazione di questi super-uomini, questi eletti.

Il loro segreto riguarda l’integrazione e la disintegrazione della materia.

Sono degli esseri che possono risultare ubiqui e che hanno comunque una dimensione differente, non umana, forse come quella di Cristo quando resuscitò. Lui sembrava un essere umano, ma era qualcosa di diverso.
Hanno quindi una presenza umana ma è un archetipo, sono differenti, sono posseduti dalla trascendenza.

Swedemborg, l’occultista svedese, diceva: “Il cielo ha la forma di uomo, la terra stessa è un essere vivente, l’uomo quando si trasmuta assume un altro aspetto, la sua forma umana non ha nulla a che vedere con l’aspetto umano, una semplice apparenza che si percepisce in maniera diversa, sorprende.

E’ un argomento molto complicato, tutto questo però è legato alla teoria del sincronismo: siamo qua e la, siamo fuori dal tempo, fuori dallo spazio, in un’altra dimensione.

Poi l’uomo Hitler muore fisicamente ma l’archetipo resta, è stato creato da tutta la nazione, dal desiderio di una nazione, e quindi si reintegra nella nuova dimensione fisica della roccia che gli induisti chiamano Vairagya, oppure nel ghiaccio, e attende il momento del ritorno.

Il führer ha cercato di vincere per il suo popolo però sapeva che avrebbe perso nel mondo della materia perchè la sua dimensione umana non era destinata alla vittoria e quindi in un certo modo la guerra la vince perdendola, cambia di stato, alchemicamente si purifica, entra in un’altra dimensione.
La scienza dell’implosione ha assimilato Hitler al ghiaccio dell’Antartide, è in attesa di ritornare.

Torniamo alle tradizioni induiste, Kalki sarà l’ultimo Avatar, l’uomo che verrà, il riscatto alla fine del Kali-Yuga, dell’età nera, nel Cattolicesimo c’è il Redentore, nell’Islam c’è il Tredicesimo Iman, bene… io credo in Hitler, credo che si sia reificato nel ghiaccio in un’altra dimensione, credo che stia per tornare…”.
(MIGUEL SERRANO)

ADOLF HITLER, L’ULTIMO AVATARA

I vaishnava, ossia gli adoratori di Vishnu, il Dio espressione del principio di Conservazione, credono che Egli si incarni ogniqualvolta avviene un grave declino dell’etica e della giustizia, il quale è caratterizzato dall’insorgere delle forze demoniache che operano in opposizione al dharma, la legge cosmica, com’è confermato dalla famosa frase pronunciata dalla Persona Suprema (DIO) Krishna, nel suo discorso rivolto all’eroe Arjuna durante la battaglia di Kurukshetra (BHAGAVAD GITA).

” IL SIGNORE SUPREMO (Krishna), DISSE: HO INSEGNATO QUESTA SCIENZA IMMORTALE DELLO YOGA A VIVASVAN, IL DIO DEL SOLE, E VIVASVAN L’HA INSEGNATA A MANU, IL PADRE DEL GENERE UMANO; MANU A SUA VOLTA, L’HA INSEGNATA A IKSVAKU.

QUESTA SCIENZA SUPREMA FU COSI’ TRASMESSA IN SUCCESSIONE DA MAESTRO A DISCEPOLO, E I RE SANTI RICEVETTERO IN QUESTO MODO; NEL CORSO DEL TEMPO; TUTTAVIA, LA CATENA DEI MAESTRI SI E’ INTERROTTA E QUESTA SCIENZA COSI’ COM’E’ SEMBRA ORA PERDUTA.

OGGI, QUESTA ANTICHISSIMA SCIENZA DELLA RELAZIONE COL SUPREMO LA ESPONGO A TE (Arjuna), PERCHE TU SEI MIO DEVOTO E MIO AMICO E PUOI QUINDI CAPIRNE IL MISTERO TRASCENDENTALE. ARJUNA DISSE: VIVASVAN, IL DIO SEL SOLE, E’ NATO MOLTO PRIMA DI TE.

COME CONCEPIRE DUNQUE CHE SIA STATO TU ALL’INIZIO A IMPARTIGLI QUESTA SCIENZA?

IL SIGNORE SUPREMO (Krishna) DISSE: ENTRAMBI, TU ED IO, ABBIAMO ATTRAVERSATO INNUMEREVOLI NASCITE. IO POSSO RICORDARLE TUTTE, MA TU NON PUOI, O VINCITORE DEL NEMICO. ANCHE SE IO SONO IL NON NATO E IL MIO CORPO TRASCENDENTALE NON SI DETERIORA MAI, ANCHE SE SONO IL SIGNORE DI TUTTI GLI ESSERI VIVENTI, DISCENDO IN OGNI ERA NELLA MIA FORMA ORIGINALE TRASCENDENTALE.

OGNI VOLTA CHE IN UN LUOGO DELL’UNIVERSO LA RELIGIONE DECLINA E L’IRRELIGIONE AVANZA, O DISCENDENTE DI BHARATA, IO VENGO IN PERSONA.

DISCENDO DI ERA IN ERA PER LIBERARE LE PERSONE PIE, PER ANNIENTARE I MISCREDENTI E RISTABILIRE I PRINCIPI DELLA RELIGIONE.

COLUI CHE CONOSCE LA NATURA TRASCENDENTALE DELLA MIA APPARIZIONE E DELLE MIE ATTIVITA’, NON DOVRA’ PIU’ NASCERE IN QUESTO MONDO MATERIALE QUANDO AVRA’ LASCIATO IL CORPO, MA RAGGIUNGERA’ LA MIA ETERNA DIMORA.”
(Bhagavad Gita – Cap.4 verso 1-9)

Essi credono che ci siano stati nove Avatara di Vishnu e ne aspettano il decimo ed ultimo, Kalki, che chiuderà il Kali Yuga, instaurando una nuova ERA (Età dell’Oro).

Miguel Serrano, in quest’opera sconcertante già dal titolo, identifica Kalki, l’ultimo Avatara, proprio in Adolf Hitler, l’ “Uomo contro il Tempo”, il quale si poneva in guerra totale contro il Principe delle Tenebre e le forze oscure della civiltà mercantile, materialista e di massa del Kali Yuga per l’affermazione ed il ripristino dei valori eroici, gerarchici, razziali e di giustizia dell’originaria civiltà iperborea, operando così un completo ribaltamento di tutti i valori grazie ad una ricostruzione e interpretazione trasfigurata della storia e della preistoria dell’uomo e al sovvertimento della comune e generale credenza che considera Hitler stesso l’incarnazione del Male Assoluto.

Quest’opera, che può essere considerata la summa del pensiero esoterico e ideologico di Miguel Serrano, è destinata a suscitare o entusiastiche adesioni o radicali ripulse secondo la differente visione dei lettori, cioè in relazione alla loro appartenenza o estraneità alla tradizione del Cordone Dorato indelebilmente iscritta in quella “memoria del sangue” che le parole evocatrici – autentici mantra – dell’Autore riescono a risvegliare: essa riveste, pertanto, un’importanza fondamentale per le conoscenze sapienziali della Kabala fonetica e numerologica e della runologia applicata ai chakra, i centri sottili del corpo, di cui rivela la maggior parte delle chiavi segrete in aggiunta a quelle già indicate ne Il Cordone Dorato, necessarie per la trasmutazione alchemica del metallo vile in oro.

MIGUEL SERRANO: ADOLF HITLER, L’ULTIMO AVATARA

MIGUEL SERRANO

Miguel Joaquín del Carmen Serrano Fernández (Santiago del Cile, 10 settembre 1917 – Santiago del Cile, 28 febbraio 2009) è stato un filosofo, scrittore e politico cileno.

Miguel Joaquín Diego del Carmen Serrano Fernández è nato a Santiago del Cile.

Educato all’Internado Nacional Barros Arana dal 1929 al 1934, inizialmente abbraccia il Marxismo, scrivendo per giornali di sinistra.

Presto disilluso dal Comunismo, si iscrive al Movimiento Nacional Socialista de Chile (M.N.S.), un partito nazista cileno (capeggiato da Jorge González von Mareés).

Nel luglio del 1939 si associa pubblicamente al M.N.S. (allora nominato Vanguardia Popular Socialista – Fronte Popolare Socialista), scrivendo per il giornale Trabajo (“Lavoro”).

OCCULTISMO

I suoi libri sono ispirati in gran parte dalla dottrina dell’Hitlerismo Esoterico, da lui fondata.

La filosofia di Serrano è influenzata da un certo neo-gnosticismo antimodernista, ma anche dal tantrismo e dal Wotanismo (nel senso di Odinismo).

In questo contesto, gli Ariani sono Iperborei, discendenti degli uomini-dio, i Divyas.

Serrano postula una cospirazione globale che li vedi opposti alle forze oscure del Kali-Yuga, comandate dal dio degli ebrei: il Demiurgo, ovvero YAHVE’, creatore della materia.

Serrano sintetizza la tradizione esoterica indiana e quella nordica, entrambe le quali vengono considerate di provenienza ariano-iperborea.

In particolare, egli rielabora, estremizzandola, la teoria junghiana dell’inconscio collettivo ariano, e come l’induista Savitri Devi riconosce in Adolf Hitler l’avatar che si è opposto al nemico satanico-materialistico del Kali-Yuga.

MIGUEL SERRANO – TANTRISMO, WOTAN & JUNG

IL WOTANISMO

Il Wotanismo o Wuotanismo (nome derivato da Wotan, termine tradizionale germanico utilizzato come nome di Odino) è una religione etena estremistica che venne fondata da David Eden Lane su basi razziali e di circoscrizione etnica, in opposizione alla piega mondialistica assunta nel corso del tempo dalle altre tradizioni etene, in particolare l’Odinismo — di cui il Wotanismo è la religione perfettamente speculare sul piano dell’approccio al concetto del geneticismo — e l’Ásatrú.

La religione wotanista lega elementi del tradizionale Paganesimo germanico con caratteristiche tratte dal misticismo germanico, dal misticismo nazista e con una dottrina teologica e cosmologica dualistica di origine cristiana.

LE SS OCCULTE

STORIA

Il termine Wotanismo è derivato dal nome tradizionale teutonico del dio Odino, divinità sulla figura della quale il culto wotanista è fortemente incentrato.

Questo nome venne utilizzato per la prima volta nel saggio di Carl Gustav Jung intitolato proprio Wotan ed è oggi enfatizzato dai wotanisti perché molti di loro lo considerano un acronimo dello slogan Will of the Aryan Nation (letteralmente “il destino della nazione ariana”), frase che esalta le ideologie radicate nella supremazia bianca e nel nazismo.

La religione venne infatti fondata da David Eden Lane, un neonazista americano e ideatore delle quattordici parole perno dei credi principali del nazionalismo bianco.

La tradizione nacque come riforma protestante dell’Odinismo, la prima tradizione etena ad essere comparsa in epoca moderna basata su principi pacifistici e mondialistici.

Il Wotanismo è organizzato e supportato da una serie di istituzioni che sono comparse nel corso degli anni, e che si trovano in netta contrapposizione con i dettami generali dell’Etenismo più ortodosso.

Tra questi gruppi wotanisti si possono trovare la Dichiarazione Gambanreidi, il Popolo di Wotan e il Tempio di Wotan (il cui nome, sostituito in seguito a una recente riforma, riprende quello di un libro scritto da Ron McVan).

Le ultime due organizzazioni citate seguono la linea dottrinale tracciata da David Lane, dalla moglie Katja Lane e da Ron McVan, un ex membro di alto grado del Creativismo, un movimento cristiano fondamentalistico, razzialistico e suprematistico bianco.

Il Popolo di Wotan e il Tempio di Wotan sono conosciuti per il fatto di avere istituito dei kindred in alcune prigioni nordamericane.

Nel 2001 esistevano dei gruppi pagani carcerari legati al Popolo di Wotan in tutti gli Stati Uniti.

Nelle ricerche di Mattias Gardell è riportato che una risorgenza pagana è in atto presso gli incarcerati e ci sono stati casi di vere e proprie conversioni di massa delle popolazioni di intere prigioni al Wotanismo.

Il Tempio di Wotan si è di recente riassettato rinominandosi come Alleanza nazionale dei kindred carcerari (acronimizzato spesso in NPKA, derivato dall’inglese National Prison Kindred Alliance) e, sempre secondo Gardell, le sue attività all’interno delle prigioni sarebbero più efficaci di quelle delle istituzioni antagoniste odiniste e asatruar, in particolare il Rito Odinico e l’Alleanza Asatruar.

Il gruppo femminile Sigrdrifa, che ha centri affiliati in tutti gli Stati Uniti e in Canada, ha attivato un programma speciale intitolato Wotanismo nelle carceri.

In un’intervista sul ruolo dei gruppi razzisti ed estremisti in generale nelle prigioni americane, è stato avallato il fatto che in tali ambienti carcerari il Wotanismo abbia più successo rispetto alle religioni pacifiche odinista e asatruar proprio per la sua tendenza alla violenza, che viene largamente accettata dai carcerati.

DOTTRINA

Il Wotanismo è radicalmente diverso rispetto all’Etenismo tradizionale, tuttavia viene calcolato come religione etena per il suo ispirarsi all’antico Paganesimo germanico, per quanto minima questa ispirazione possa essere.

Le differenze hanno generato spesso antagonismi e scontri tra i membri dell’Etenismo pacifico e i wotanisti; gli aderenti dell’Odinismo e dell’Ásatrú hanno infatti esplicitamente rigettato gli ideali distorti del wotanismo e di qualsiasi dottrina razzistica e razzialistica.

Dal punto di vista prettamente dottrinale, il Wotanismo si distingue dalle altre correnti etene per la sua assimilazione di concetti tipicamente abramitici — e cristiani in particolare, Ispirati anche agli archetipi di Carl Jung.

IL SOLE NERO

Di qui il Wotanismo trae la dicotomia dualistica della sua teologia, che distingue ciò che è bene da ciò che è male incarnando questi due principi nella duplice schiera in cui sono divise le divinità wotaniste, discostandosi completamente da non solo tutte le religioni etene, ma anche da tutte le religioni neopagane in generale, dato che in quanto queste ultime si presentano come fortemente relativistiche, non ammettono in alcun modo tale concezione dualistica.

I coniugi David Lane e Katja Lane oltre che Ron McVan hanno spesso esplicitato la loro contrapposizione con l’Etenismo, non approvando la mancata militanza delle altre tradizioni.

LO SPIRITO DELL’ANIMA GERMANICA

LE RADICI ESOTERICHE DEL NAZIONAL SOCIALISMO

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *