Cina e Russia: "la rivitalizzazione"

Stampa / Print
L’accordo sul gas da trilioni di dollari siglato 30 anni fa tra Russia e Cina, e che dovrebbe concludersi entro l’anno, rappresenterà un punto di svolta.
In occasione della visita di Hu Jintao in Russia il 15-18 giugno, i due paesi hanno deciso di incrementare il commercio bilaterale che ammonta attualmente a 60 miliardi di dollari, e si aggirerà intorno ai 100 miliardi di dollari entro il 2015 e ai 200 miliardi di dollari entro il 2020. I due paesi hanno deciso di accelerare il commercio attraverso investimenti e industrie ad alta tecnologia.

La dimensione interregionale del commercio costituisce una nuova situazione che coinvolge l’est russo e la Siberia orientale a nord-est con la Cina. Hu ha affermato: “Il prossimo decennio è un periodo di importanti opportunità non solo per lo sviluppo e la rivitalizzazione di Cina e Russia, ma anche per l’accelerazione delle relazioni russo-cinesi”.

L’ultimo invito russo alla Cina ad intraprendere progetti ferroviari in Russia per l’alta velocità ed ad unirsi alla privatizzazione delle Ferrovie Russe è un forte segnale della tendenza emergente. Si tratta di un momento straordinario nella maturità del partenariato strategico dato che la Russia è disposta a lasciare alla Cina parte della propria rete ferroviaria. Vladimir Jakunin, figura influente nella politica del Cremlino, si è confrontato con Xinhua ed ha optato per migliorare il sistema ferroviario nel collegamento col Tibet.
La Russia spera di attrarre la Cina utilizzando il suo sistema ferroviario in modo tale da sviluppare una rotta commerciale via terra verso l’Europa in grado di ridurre la dipendenza sullo Stretto di Malacca, punto di dipendenza americana. Questa è una proposta di grande importanza strategica per la Cina. Pertanto, con il lancio ufficiale di sabato di un treno merci che parte da Xinjian su un nuovo percorso di 11 mila chilometri lungo la ferrovia transcontinentale che collega la Cina con la Germania è un evento storico. Rispetto ai 36 giorni che ci si impiegano normalmente utilizzando l’opzione via mare da Shanghai e Guangzhou in Europa, attraverso lo Stretto di Malacca, il treno merci ci mette solo 13 giorni, ed è molto più economico.
La geopolitica dell’Eurasia sta subendo un enorme cambiamento di cui l’India deve prendere atto. La Cina sta rapidamente costruendo legami con l’Ucraina e la Bielorussia,  vie di transito fondamentali per il suo commercio con l’Europa occidentale. Durante la visita di Hu in Ucraina il 18 giugno, si è discusso circa la possibilità di investire circa 3 miliardi di dollari nel paese. La Bielorussia, paese di transito nella linea ferroviaria, è stata ammessa in qualità di  ‘osservatore’ al vertice della Shanghai Cooperation Organization ad Astana il 15 giugno.
di M.K. Bhadrakumar – Eurasia
Fonte: Eurasia


Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *