Con un filo colorato… {Uncinetto}

Stampa / Print
L’uncinetto sembra essere una grande passione per le creative doc…
poco ingombrante, trasportabile, puoi usarlo in tutti i momenti di pausa:
mentre aspetti in posta, dal medico, alla coda del supermercato…
mentre cucini la pasta, aspetti che finisca la lavatrice…
in auto, treno, tram, autobus, metrò…
le più brave magari anche in moto o in bicicletta…
mentre i pargoli fanno i compiti, mentre giocano al parco, mentre sei “in seduta” ;D …
mentre guardi la tv, ascolti la radio, chiaccheri su FB…
insomma, per farla breve, mi sono lasciata contagiare
(anche se non sono una creativa doc!),
complice il fatto di avere a disposizione i vecchi uncinetti di mammà
e il non saper (assolutamente) resistere all’acquisto compulsivo di gomitoli e rocchetti…

ero partita con l’idea di alcuni piccoli fiorellini, sembravano facilissimi…
ah ah ah, sembra una barzelletta, niente da fare, son impedita…
ho scoperto che fra me e l’uncino c’è un rapporto di amore-odio!
Però la catenella mi riesce benissimo
e allora, per il momento,
mi sfogo con quella!
Ne è uscito perciò questo lungo lungo lungo (da Grado a Padova) “nastro”:
3 filati diversi
3 catenelle “intersecate” fra di loro

che ha assunto, in modo assolutamente naturale, un andamento a “fusillo”…
ma errore umano o no, mi piace molto questo effetto,
perciò gasata da questo “mezzo successo”,
ho lavorato un’altra doppia catenella con questo magnifico cotone multicolore
osando incorporare anche delle perlone di legno in tinta…
ed il risultato è quello che vedete qui sotto (ed in apertura di post)

Si può decisamente migliorare (eh, ne ho di strada da fare)
ma almeno ho la piccola soddisfazioen che il risultato è portabile:
assieme o, come collana e bracciale separati…
e con un po’ di soddisfazione posso dire…

l’ho fatto io!!!

… e forse un giorno arriverò anche a dire: “Sono uncino-dipendente!”
Beta

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *