Stampa / Print
L’ energia tachionica:

Con il termine “tachione” la fisica identifica una particella ritenuta teorica, in grado di viaggiare ad una velocità superluminare.
Alla fine dell’ 800, Nikola Tesla notò durante un’eclissi di sole il verificarsi di fenomeni antigravitazionali: approfondendo questa ricerca scoprì un campo di energia che brevettò con il nome di “energia cosmica”, in quanto tutto l’universo ne è immerso.
Nel corso del XX secolo numerosi scienziati hanno approfondito le loro ricerche su questo campo di energia: il “Campo di Feinberg” o “Tachionico”, così chiamato dal fisico Feinberg che ne espose una sua teoria nel 1966.

Lo spazio non è vuoto, ma immerso in un campo energetico molto concentrato, composto di queste particelle teoriche che si muovono più velocemente della luce e che costituiscono una fonte di energia libera situata al di fuori del campo elettromagnetico, indipendentemente dalla luce e dal sole.

E’ un’energia primaria che crea e mantiene l’ordine nel caos della materia. Quando il flusso di questa energia si restringe, l’organismo non si rigenera, nascono disturbi e il corpo si deteriora.

Da qui la necessità di mantenerci aperti a questo flusso di energia tachionica.

L’energia tachionica, quindi, permea tutto il creato e gli esseri umani che lo abitano, mettendo in grado i sistemi biologici di rigenerarsi attraverso l’innata capacità che essi hanno di assimilare questa energia vitale.

Il campo tachionico, in sintesi, costituisce una fonte inesauribile di energia che può essere utilizzata a beneficio degli esseri viventi.

Per avere un corpo in salute e perfettamente equilibrato nelle sue funzioni dovremmo riuscire a mantenerci aperti a questo flusso di energia tachionica.
Sappiamo tutti di essere circondati da molteplici fonti di onde elettromagnetiche inquinanti di provenienza diversa, dai cellulari ai computer, dai televisori agli elettrodomestici. Questo “avvelenamento” invisibile deve essere evitato.

L’utilizzo del campo tachionico di alta intensità introdurrà la terza rivoluzione energetica, ha dichiarato recentemente lo scienziato tedesco Hans Nieper.
Scienziati del Takionic Energy Research Group hanno messo a punto una nuova tecnologia, che valorizza l’innata capacità del nostro corpo di raccogliere energia tachionica (universale) con l’obiettivo di bilanciare l’esile flusso energetico del corpo, migliorando la vitalità e liberando le sue innate potenzialità fisiche.

Sono stati sviluppati materiali Takionic® che presentano una coesione molecolare superiore a quella di altri materiali e sono pertanto in grado di mantenere un livello di ordine elevato.

L’energia tachionica in quanto energia a “punto zero” (zero point energy), non ha particolare polarità o frequenza e può essere applicata a tutto lo spettro multidimensionale dalle energie. Il “punto zero” rappresenta lo stato potenziale ottimale, l’equilibrio ideale o omeostasi. E’ stato teorizzato che l’applicazione dell’energia tachionica consentirebbe all’uomo di realizzare le sue migliori potenzialità in termini di resa fisica e di stato di salute generale.

I prodotti Takionic influiscono sulla parte liquida del corpo umano, che è fatto di acqua per il 75%; migliorando la funzionalità delle molecole di fluido che costituiscono l’organismo favorendo l’assunzione di ossigeno e di sostanze nutrizionali e al tempo stesso l’eliminazione delle sostanze di rifiuto.

Gli attivatori tachionici superano i blocchi causati dallo stress, dall’inquinamento, dall’alimentazione errata e da abitudini di vita insalubri e mantengono in modo costante lo scorrerre dell’energia vitale; il corpo utilizza subito questa energia per riorganizzarsi e armonizzarsi riducendo il caos interno ed esterno.

Oltre ai materiali originali Takionic®, oggi sono disponibili sul mercato prodotti tachionici di vari produttori. E’ infatti comprensibile che, una volta resa nota la tecnologia richiesta per produrre materiali ad alta risonanza, aziende di tutto il mondo, talvolta per sole motivazioni economiche e di mercato, abbiano cercato di realizzare e distribuire prodotti simili a quelli originali.

Quando si sceglie un prodotto tachionico è perciò opportuno prestare attenzione ad alcune caratteristiche fondamentali: la qualità della realizzazione e l’elevata tecnologia impiegata sono fattori determinanti per realizzare prodotti di sicura efficacia e durata.
Ciò vale principalmente per i prodotti “tachionizzati”.

Rispetto ai prodotti originali Takionic®, la differenza è sostanziale. Un prodotto “tachionizzato” viene per così dire energizzato e può mantenere la propria capacità di agire come materiale tachionico solo per determinati periodi, per poi scaricarsi.

I prodotti originali Takionic® sono invece strutturati in maniera tale da esplicare la propria azione in continuazione, senza mai scaricarsi. Questi materiali emettono infatti energia fotonica nella lunghezza d’onda di 4-16 millimicron, una banda tipica della luce naturale che risulta essere vitale per il mantenimento di un ottimale metabolismo cellulare, che aiuta ad equilibrare ed organizzare le molecole d’acqua nel corpo.

Per questo motivo è importante rivolgersi solamente ai prodotti originali Takionic®, con la sicurezza che l’effetto durerà nel tempo senza perdere la propria efficacia.

Fonte

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.