Stampa / Print
Insieme alle fragole e ai frutti di bosco, le mele apportano i maggiori benefici alla salute, grazie al contenuto di polifenoli, antiossidanti che rimangono nel sangue.

Il dottor Paul Kroon, dell’Institute of Food Research britannico, mette in guardia: non tutti i frutti e le verdure con alti contenuti di sostanze benefiche possono essere definiti “superalimenti”.

“I dati utilizzati per definire i ‘superalimenti’ sono talvolta incompleti o superficiali”, afferma lo scienziato.

“I benefici di alcuni frutti sono sopravvalutati, perchè se anche risultano ricchi di antiossidanti in un test di laboratorio, quando vengono ingeriti non tutti i nutrienti passano nel sangue: solo una piccola porzione di ciò che mangiamo, infatti, può essere trovata nel sangue dopo che il nostro organismo l’ha trasformato”.

Quali sono alla luce di queste valutazioni i frutti migliori dal punto di vista salutistico?

Frutti di bosco, fragole e mele: contengono elevati livelli di polifenoli, antiossidanti che la ricerca condatta presso l’IFR ha dimostrato rimanere nel sangue.

“Contribuiscono a ridurre la pressione sanguigna, mantenere elastiche le arterie, ridurre il rischio di infarto”, dice Kroon.

Articolo tratto da: Natù

Fonte

Tag

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.