Stampa / Print
Differenza anche nella sintomatologia dell’infarto tra uomini e donne. Nell’infarto miocardico acuto (Ima) non ci sarebbero differenze significative per quanto riguarda i sintomi principali (dolore toracico, senso di oppressione e tensione, sudorazione, dolore a spalla/braccio/mano di sinistra, sincope), ma le donnehanno maggiore tendenza a provare sintomi aggiuntivi. Questo puo’ portare anche ad errori diagnostici.
Questi i dati emersi da uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dell’Ospedale centrale di Augsburg (Germania) capitanato da Inge Kirchberger, sulla base dei dati, contenuti nel Registro tedesco sull’Ima “Monica/Kora”, relativi a 568 donne e 1.710 uomini di età compresa fra 25 e 74 anni, ospedalizzati per un primo Ima. La ricerca è stata pubblicata sull’American Journal of Cardiology. Attraverso interviste standardizzate, nei partecipanti si è indagata la comparsa di 13 specifici sintomi di Ima. Dopo controllo mediante regressione logistica per età, indice di massa corporea, fumo, alcune comorbilità come il diabete, il tipo e la localizzazione dell’infarto, le donne sono risultate significativamente più propense, rispetto agli uomini, a lamentare: dolore a spalla/braccio/mano a sinistra (odds ratio, Or: 1,36), alla gola e/o alla mandibola (Or: 1,78), all’addome superiore (Or: 1,39), alle scapole (Or: 2,22), vomito (Or: 2,23), nausea (Or: 1,94), dispnea (Or: 1,45) paura di morire (Or: 2,17), e capogiri (Or: 1,49). Inoltre, avevano maggiori probabilità di riferire più di 4 sintomi (Or: 2,14).
Bisogerà quindi tener conto di queste piccole differenze, a volte fondamentali per una corretta diagnosi.

Fonte

Tag

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.