Terremoto, tsunami e tempesta perfetta! (6)

Stampa / Print
Dopo un disastroso calo del 15,5 per cento in marzo, la produzione industriale giapponese è cresciuta dell’1 per cento in aprile rispetto al dato del mese precedente, mentre il tasso di disoccupazione è cresciuto per la prima volta negli ultimi sei mesi, passando dal 4,6 al 4,7 per cento, due segnali inequivocabili di quanto sia difficile uscire dallo stato di emergenza determinato dal terremoto e dallo tsunami, per non parlare delle ricadute, non solo di quelle radioattive, del disastro della centrale di Fukushima (anche se di questa non si parla più da qualche tempo, anche se le cose non devono andare gran che bene se la Germania ha annunciato la completa uscita dal nucleare entro il 2022).

L’output del settore automobilistico è calato in aprile del 60 per cento, anche se gli esperti prevedono un rialzo consistente in maggio e giugno, mentre, sul fronte dell’occupazione, il settore del commercio all’ingrosso e al dettaglio ha perso in aprile 390 mila addetti su base annua, mentre quello degli hotel e dei ristoranti ne ha persi 30 mila.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *