Sigarette altamente inquinanti anche all'aperto. Test allo stadio San Siro

Stampa / Print
Allarmante ( con buona pace dei fumatori incalliti) ricerca Italiana. Le sigarette sono altamente inquinanti  anche all’aperto e potrebbe esistere un rischio fumo passivo. I dati arrivano dall’Istituto nazionale dei Tumori, che, nell’ambito del progetto “La scuola della salute”, ed hanno evidenziato come, lo scorso 23 aprile, a San Siro, la concentrazione di polveri sottili Pm 2,5, emesse anche dalla combustione delle sigarette, fosse oltre il doppio che fuori dallo stadio, mentre la nicotina fosse presente in quantita’ 26 volte superiore. Questo mix di veleni superconcentrato è tossico “soprattutto per asmatici, cardiopatici, donne incinte e bambini – ha rivelato Roberto Boffi, il pneumologo responsabile dell’ambulatorio per i danni del fumo all’istituto tumori – ma anche per gli atleti che corrono respirando velocemente per due ore e che, quindi, assorbono ancora di più le polveri fini presenti nell’aria». La novita’, come spiega una nota, e’ stata illustrata stamattina dai medici e dai ricercatori dell’ospedale milanese a oltre 300 ragazzi di medie e superiori nel corso della giornata mondiale “No Tabacco”, proclamata dall’Oms per la lotta al fumo. Nel corso delle analisi effettuate allo stadio di Milano, poi, e’ emerso che la concentrazione delle Pm2,5 ha raggiunto durante la partita un valore medio di 13,6 microgrammi per metro cubo con frequenti picchi oltre i 35 microgrammi. Un livello di 2,1 volte maggiore rispetto ai valori esterni, pari a 6,5 microgrammi per metro cubo. La nicotina nel corso del primo tempo della partita e’ invece passata da 0,07 a 3,43 microgrammi per metro cubo, con un incremento di 26 volte. Un andamento non casuale ma influenzato dalle fasi di gioco: il consumo di sigarette e’ stato infatti elevato a causa della forte tensione di quello specifico momento dell’incontro, caratterizzato da una espulsione e da un rigore. 
Attraverso l’utilizzo di specifici strumenti di misurazione laser gli esperti dell’Istituto hanno mostrato quanto sia inquinante anche una singola sigaretta in un ambiente chiuso, come un appartamento, un ufficio o l’abitacolo di un’automobile, arrivando a portare la concentrazione del polveri sottili sino a 40 volte al di sopra dei limiti fissati dalla legge per gli ambienti esterni.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *