COLICHE, CALCOLI E BOMBARDAMENTI

Stampa / Print
VALDO VACCARO HK LTD www.valdovaccaro.blogspot.com
www.drvaldovaccaro.com.hk
valdovaccaro@libero.it

FREE AND INDEPENDENT SCHOOL OF BEHAVIOURAL AND NUTRITIONAL SCIENCES
___________________________________________________________________________________
22 Maggio 2011

COLICHE, CALCOLI E BOMBARDAMENTI

LETTERA

URGENTE BISOGNO D’AIUTO

Caro Valdo, mi permetto di darti del tu così che possa sentirti vicino come un fratello.
Ho bisogno urgente del tuo aiuto.
Mi chiamo F. e devo per forza dilungarmi, venendo meno alla tua raccomandazione di essere brevi.
La mia odissea è iniziata nel 1978, e te la presento in sintesi.

UN PERCORSO PATOLOGICO DA INCUBO

– 1978: Colica renale sx a giugno e intervento di asportazione calcolo (ossalato di calcio) in agosto.
– 1979: Colica renale dx, rx e calcolo di mm8 nel bacinetto.
– 1980: Dopo varie cure, tisane, visite da guaritori, saltelli da sedie, vibromassaggi, acque di tutti i tipi,
coliche strazianti, espulsione miracolosa del calcolo.
– 1982: Colica renale dx, rx e presenza piccolo calcolo di 3-4 mm, e continue coliche.
– 1985: Colica renale dx, rx e presenza calcoli uretere dx e rene dx mm 5-6, e continue coliche.
– 1987: Colica renale sx, rx e presenza piccolo calcolo rene mm 3-4.
– 1989: Primo bombardamento con ultrasuoni e nessun risultato.
– 1990: Colica renale sx, rx e presenza calcolo uretrale sx e calcolo rene sx.
– 1991: Inizio seconda serie bombardamenti.
– 1992: Espulsi tutti i 4 calcoli bombardati.
– 1992: Ischemia cardiaca da stress in soggetto iperteso (diagnosi del cardiologo dopo la coronografia:
cura con Venitrin T 10 mg cerotto, più Seles beta 100 mg).
– 1992: Tolto il vizio del fumo appena uscito dall’unità coronarica.
– 1994: Colica renale dx, rx e presenza piccolo calcolo rene dx mm3-4.
– 1997: Colica renale, rx e presenza rene dx di calcolo mm 20.
– 1999: Bombardamento calcolo rene dx, metà rimasta nel rene e l’altra metà espulsa col tempo.
– 2000: Primi problemi prostatici.
– 2002: Colica renale sx e piccolo calcolo rene sx mm 3-4.
– 2003: Colesterolo alto.
– 2004: Abolizione carne dalla dieta.
– 2005: Calcolo vescicale mm 25 e asportazione con intervento in anestesia generale (dopo vari anni
di negligenza e di sofferenza).
– 2005: Colica e calcolo renale dx di mm 20.
– 2006: Primi problemi di erezione.
– 2007: Inizio cura con Sivastin 20.
– 2008: Bombardamento calcolo uretere medio a sx, ripetuto dopo un mese e uscito parzialmente.
– 2009: Bombardamento stesso calcolo uretere sx e nessun risultato.
– 2010: Bombardamento stesso calcolo e nessun risultato. Sta ancora lì nell’uretere e non ne vuol
sapere di andarsene.
– 2011: Situazione generale attuale presenta grossi calcoli mm 30 e mm 8 nel rene dx, calcolo mm 6
nell’uretere sx, a 5 mm dalla vescica, e calcolo 9 mm nel rene sx.
– 2011: Colesterolo sotto controllo con Sivastin 20.
– 2011: Pressione arteriosa e cuore sotto controllo con Seles Beta e Venitrin cerotto.
– 2011: Adenoma prostatico sotto cura con Mittoval e Permixol.
– 2011: Infezione renale e prostatite sotto cura con antibiotico.

VOGLIO LA SALUTE RIPARTENDO DA ZERO

Non ce la faccio più.
Ho bisogno di guarire da tutto questo.
Ti prego aiutami.
Non voglio più sottopormi a nessun tipo di intervento per calcolosi.
Voglio eliminare tutti i medicinali.
Voglio stare bene.
Da dove devo cominciare?
E’ possibile che il nostro buon Dio non abbia creato in natura una sostanza che sciolga i calcoli di ossalato di calcio?
Aspetto con ansia un tuo primo aiuto.
F.C:
*****

RISPOSTA

DIO C’ENTRA POCO IN QUESTA FACCENDA

Ciao F., hai elencato per filo e per segno 30 anni di errori clamorosi e di sofferenza altrettanto incredibile. Ti ci è voluto per eliminare prima il fumo e poi la carne, cose indispensabili, ma non sufficienti a farti riprendere la salute.
Per quanto drammatico e sconvolgente, il finale della tua lettera ha valore persino artistico.
Lascia stare però Dio, che c’entra assai poco in tutta questa faccenda.
I calcoli non li ha creati lui ma tu stesso, e in più ha messo a disposizione tante di quelle arance da sciogliere montagne di roccia calcarea, altro che i tuoi dolorosi frammenti.

CALCOLOSI RENALE O NEFRITE CRONICA O MALATTIA DI BRIGHT

Tutto sommato, i calcoli sono un dramma banale, stupido ed evitabilissimo, se l’uomo avesse solo qualche attenzione preventiva in più nei riguardi del proprio organismo.
Quando invece ce li hai dentro, i calcoli diventano un dramma e una maledizione.
Quando si accaniscono contro il sistema renale e il canale uretrale vengono chiamati anche malattia di Bright (Richard Bright 1789-1858, medico inglese che definì per primo la nefrite cronica parenchimatosa), e causano grossi sintomi in zona fondo schiena, e giù fino al retto e agli organi genitali, il tutto accompagnato da ansia e ipertensione.

SCEGLIERE MALE I PROPRI ALIMENTI E’ PERICOLOSISSIMO

Qual è la causa della calcolosi renale, chiamata anche “mal della pietra”?
La dieta sbagliata. Le indicazioni nutrizionali dei medici e dei nutrizionisti di regime.
I più grandi colpevoli? Il caffè, Le cole e le varie bibite gassate, il the, il pepe, il cacao, la cioccolata, e tutte le carni bianche o rosse, di terra o di acqua poco importa, le uova e i formaggi.
Chiaro poi che sali, zuccheri, aspirine, farmaci, vaccini, integratori, sigarette, fanno il resto del danno.
In altri termini sono i disordini digestivi cronici del paziente a causare i calcoli, ed anche il cattivo funzionamento della sua pelle, anemizzata dal surriscaldamento intestinale e dal conseguente squilibrio termico tra zona ventrale e zone periferiche (piedi, mani, derma esterno).

TANTE ARANCE E FRUTTA ACQUOSA DI STAGIONE

Quali i rimedi? Dieta vegano-crudista con abbondante frutta di stagione. Evitare spinaci, asparagi e pomodori verdi-immaturi, per il loro contenuto di ossalati. Ottimi invece i carciofi, i finocchi, le carote, le cucurbitacee, il prezzemolo, la valeriana, le lattughe, le cicorie, i cavoli, il tarassaco, la malva, la menta, l’equiseto o coda cavallina, le ortiche, l’olio di oliva extravergine estratto a freddo.
Arance, pompelmi, e agrumi vari in abbondanza a colazione, in funzione antiossalica.
Ciliegie, mirtilli, kiwi, angurie, meloni, pomodori maturi, lamponi, more di rovo, more di gelso, uva ribes, uva spina, sono davvero insostituibili. Anche la cura dell’uva non può che fare bene.
Le vitamine più richieste sono la C e la A, da cercare sempre e solo nel crudo del regno vegetale.

ALCUNE DELLE PRECEDENTI TESINE SUI RENI E SUI CALCOLI

Ti ricordo infine che ho scritto diverse tesine sui calcoli e sui reni, che puoi scaricare gratuitamente dal blog www.valdovaccaro.blogspot.com, fino a quando non me lo oscurano:

– Aberranti pasti, rene policistico e dialisi, del 20/9/10
– Cistite e ammoniaca nelle urine, del 27/1/11
– Dialisi renale e creatinina alta, del 17/11/10
– Frutta al minimo e dialisi al massimo, dell’11/10/10
– Altro che dialisi, peccato non averla incontrata prima, dell’11/1/11
– Ecografare i carrelli e non i reni, del 31/3/10
– Fibre, acque, costipazioni e multinazionali, dell’1/11/10
– Giornata del rene e nefrologi controcorrente, del 12/3/11
– Il rene di Thomas Parr e la malattia di Bright, del 20/11/10
– Insufficienza renale e dialisi, del 12/8/10
– La ritenzione, l’urologo e la coda di paglia, del 24/3/10
– Lo scorrimento delle acque, le insufficienze e le cure, del 29/10/10
– Problemi renali e dieta ipoproteica, del 27/8/09
– Schivare la macrobiotica, la dialisi e il trapianto renale, dell’8/7/10
– Sindrome di Alport, dialisi e trapianti renali, dell’11/1/11
– Uricemia, freddo e complicazioni, del 5/3/11
– Sciogliere i calcoli con la natura, del 28/1/11
– Stop all’insufficienza renale, del 21/10/10

Valdo Vaccaro (AVA-Roma e ABIN-Bergamo)

Fonte

1 comment for “COLICHE, CALCOLI E BOMBARDAMENTI

  1. 12 gennaio 2016 at 17:35

    Per evitare di incappare di nuovo nei calcoli ho fatto installare un depuratore d'acqua, per avere la certezza di rendere più leggera l'acqua del rubinetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *