UN INNOCENTE INTASAMENTO ENTEROVIRALE CHIAMATO HFMD

Stampa / Print
VALDO VACCARO HK LTD www.valdovaccaro.blogspot.com
www.drvaldovaccaro.com.hk
valdovaccaro@libero.it

FREE AND INDEPENDENT SCHOOL OF BEHAVIOURAL AND NUTRITIONAL SCIENCES
___________________________________________________________________________________
20 Maggio 2011

UN INNOCENTE INTASAMENTO ENTEROVIRALE
CHIAMATO HFMD

LETTERA

LA MALATTIA INFANTILE DELLE MANI, DEI PIEDI E DELLA BOCCA

Gentile dr Vaccaro, mi chiamo Marco. Mia moglie è cinese e abbiamo una bimba di 3 anni.
L’altro ieri la bimba aveva un po’ di febbre e gli sono comparsi poi degli sfoghi su mani e piedi, nonché delle pustolette sulla lingua.
Mia moglie ha cercato online, su vari siti cinesi, e ha trovato una malattia dai sintomi molto simili a quelli che le ho testé descritti, definita HFMD (hand, foot and mouth disease).

IL TERMINE AIDS GENERA ATAVICHE PAURE PESTILENZIALI

Ho cercato pure io, trovando pochissimo in lingua italiana, all’infuori dei suoi scritti.
Ma ho anche letto definizioni tipo AIDS dei bambini che mi hanno spaventato.
Siamo molto preoccupati.
Sono quasi le 22 e non sappiamo cosa fare. Non sappiamo se andare al pronto soccorso o meno.
Se legge questa mail ci può contattare subito per favore? Grazie.
Marco
*****

RISPOSTA

L’UNICA VERA PATOLOGIA E’ LA PREOCCUPAZIONE

Ciao Marco, la prima raccomandazione è quella di stare calmi e rilassati, anche perché non c’è assolutamente nulla di grave e nulla di sbagliato. L’unica cosa fuori posto è probabilmente il vostro spavento, e mi spiace che il titolo da me prescelto in quella tesina, sia stato involontaria causa di immotivata ansia. Non basta soffermarsi solo sul titolo di un articolo. Occorre leggerne almeno alcune righe. Tenete la bambina a letto e non datele nulla da mangiare ma soltanto da bere.
Acqua leggera e a piccoli sorsi, o al massimo acqua e succo d’arancia o di limone o di altri agrumi.
Niente farmaci di alcun tipo, niente creme e niente polverine.
Meno che meno tachipirine o altri farmaci del genere.

VISUALE IGIENISTICA, CONDIVISA IN QUESTO CASO PERSNO DAI PEDIATRI (ANCHE PER L’ASSENZA DI SPINTE VACCINATORIE MINISTERIALI)

Lasciate che il suo sistema immunitario lavori incontrastato. L’eventuale febbre alta (nei bimbi la temperatura schizza giustamente in alto per la loro alta carica immunitaria) avrà effetti benefici e purificanti, e tenderà a non durare a lungo. La bimba va incoraggiata e vezzeggiata.
Perderà un po’ in peso, ma poi lo recupererà non appena superata la piccola crisi.
E con questo vi ho proposto la visuale igienistica sul che fare. Ovviamente senza impegno legale.
Ogni assunzione di responsabilità per la piccina rimane a vostro carico.

L’AIDS E’ UNA ETICHETTA GLOBALE E DI COMODO, E NON ESISTE COME MALATTIA, IL CHE VALE A 360 GRADI, PER UOMINI, DONNE E BAMBINI

Se scegliete la via medica, il metodo è diametralmente opposto. Per quanto bravi siate (ho appreso al telefono che giustamente non avete sottoposto la bimba a stress vaccinatori, è probabile che vi manchi una forte cultura igienistica, in linea poi con la stragrande maggioranza della gente, e che siate portati ad optare per quella strada. Ho il dovere morale di invitarvi a riflettere.
Il termine “AIDS dei bambini” l’ho introdotto io medesimo nella tesina “HFMD, il nuovo Aids asiatico dei bambini”, del 3/4/2010, ma va interpretato in senso polemico e non letterale. Come non esiste l’Aids causato da un inesistente Hiv, così non esiste l’Aids femminile (papilloma virus) e così non esiste l’Aids dei bambini (HFMD).

NEL 2200 RIDERANNO E SI FARANNO LE BEFFE DELLE NOSTRE STUPIDE PAURE

Che nella nostra società, ricettiva come una spugna nei riguardi dei messaggi terroristici del regime sanitario, il termine AIDS sia ormai sinonimo di pestilenza bubbonica, è un fatto incontestabile, per quanto assurdo. Serviranno forse 100 anni per cancellare dalla mente gli effetti di questa farsa planetaria imposta dalle multinazionali del farmaco alla popolazione mondiale.

LA SPECULAZIONE SANITARIA SULL’HFMD RESTA PER ORA CONFINATA ALLA CINA E AL SUD-EST ASIATICO

Per la medicina, almeno per quella prevalente che è “Big Pharma orientated”, ogni occasione è buona per intessere una nuova pagina di quel terrorismo virale che da sempre essa predilige.
Vero è che per il momento la speculazione sanitaria relativa all’HFMD resti concentrata sul Sud-Est Asiatico (Singapore è per tradizione culla di ogni nevrotica iniziativa neopasteuriana) e sulla Cina, dove ormai ci sono richiami continui ai pericoli, ai contagi prescolastici e scolastici, e dove le incursioni della sanità nell’ambito delle scuole materne e delle elementari hanno assunto aspetti ridicoli e militareschi, da vera crociata Aids, sempre priva però, ma non ancora per molto, del vaccino giusto da imporre obbligatoriamente.

VIETATO USARE LA PAROLA CONTAGIO IN AMBITO IGIENISTICO

Trattasi di una comune patologia infantile caratterizzata, a livello microbiologico e secondo le accentuazioni monatte, da intensa presenza di enterovirus, un genoma includente il polio-virus, il coxsackievirus A16, e l’ehovirus. Per l’igienismo naturale, usare il termine contagio infantile è roba da demenziali lazzaretti manzoniani, similmente alle campagne su morbillo, scarlattina e pertosse.

PARLIAMO INVECE DI SPORCIZIA INTESTINALE E DI IMPREGNAZIONE
ACIDO-PUTREFATTIVA

Si tratta sempre e solo di semplice e ovvia sporcizia intestinale, o di stress da impregnazione acida-fermentativa e putrefattiva, che si accumula in modi e tempi similari, sovvertendo l’equilibrio intestinale dei bambini.
Una specie di anticipo degli stati disbiotici intestinali che accadono ormai sistematicamente alla popolazione adulta, con prevalenza patologica di batteri putrefattivi e disbiotici (da carni e proteine animali) sui batteri saprofiti e simbiotici (da verdure e proteine vegetali).

ASSOLUTA NORMALITA’ DEL CICLO RITMICO INTOX-DETOX

I sintomi includono stati febbrili, ulcerette alla gola, eritemi sulle mani e sui piedi.
Qualcosa di totalmente innocente nonostante tutto. Non soltanto innocente, ma anche benefico.
Una detossificazione voluta, impostata e giostrata a regola d’arte dal sistema immunitario di ciascun bimbo, che a quell’età è super-reattivo, con un numero medio di linfonodi intestinali sensibilmente superiore a quelli degli adulti (200 circa anziché 160).
Tanto che i bambini guariscono al 100% con un semplice digiuno purificante di 2 giorni e 3 bottiglie d’acqua leggera, senza alcun farmaco, al costo totale di nemmeno 2 Euro.

IL VERO CONTAGIO E’ QUELLO DELL’IGNORANZA A TUTTI I LIVELLI, ANCHE A LIVELLO ACCADEMICO

Nessuna epidemia e nessun contagio. Nessun contagio nemmeno secondo i criteri di Koch.
Ci vorrebbe la grande Florence Nightingale a ribadire che non esistono al mondo malattie infettive ma solo gente infetta. Infetta da corruzione e da manifesta ignoranza.
La vera infezione è quella della sporcizia intestinale di genitori e figli, favorita da vaccinazioni, omogeneizzati, zuccherini, gelatini, svezzamenti alto-proteici dettati da una quasi-atavica proteinomania, su cui si sono innestate le orribili e vili speculazioni del carnelattismo planetario.
La vera infezione è la diffusione a livello mondiale della Coca-Cola, dei McDonald’s, delle macchine per il caffè espresso al bar, in famiglia e nei distributori automatici di bevande.
Allego alcune tesine e vi auguro pronta guarigione per voi e la vostra bambina.

Valdo Vaccaro (Ava-Roma e ABIN-Bergamo)

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *