Farmacia on-line. Abuso da farmaci in USA acquistati sulla rete

Stampa / Print
Allarme in USA per abusi di farmaci comprati in rete. Un aumento esponenziale  dei casi di abuso di farmaci da prescrizione per l’accesso a farmacie on line illegali. Questi i risultati di uno studio statunitense, di imminente pubblicazione sulla rivista Health Affairs, secondo il quale queste farmacie manderebbero mail di sollecito all’acquisto agli utenti, senza in alcun modo aderire ai regolamenti statunitensi per la dispensazione dei famraci da prescrizione che richiedono il vaglio del medico. E, aggiungono i ricercatori, gli stati con la più grande espansione nell’accesso veloce a Internet, sono quelli con più casi di ricovero per abuso di farmaci da prescrizione. «L’indagine» commenta Dana Goldman che ha curato lo studio che è durato sette anni «conferma come la crescita di Internet possa essere associata all’abuso di farmaci da prescrizione, visto la loro facile reperibilità». I farmaci in questione sono antidolorifici, sedativi, stimolanti e tranquillanti. Lo studio rileva come per ogni 10% di incremento di Internet ad alta velocità corrisponde all’1% di aumento dei ricoveri per abuso di farmaci da prescrizione. L’Fda ha rivolto “warning” a oltre 100 farmacie on line per violazioni. L’impatto delle misure però, sottolinea Goldman, è ancora sconosciuto. Il National Drug Intelligence Center presso il Dipartimento di giustizia ricorda che grandi quantità di oppioidi per il dolore lieve o moderato sono acquistati on-line da spacciatori di droga, per aggirare la sorveglianza e la polizia .

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *