GLI ANIMALI LASCIATI MORIRE A FUKUSHIMA E ALTRI AGGIORNAMENTI…

Stampa / Print
vedi video
Gli animali di Fukushima sono rimasti all’interno della zona contaminata di 30 km. I loro padroni sono fuggiti. Tutti gli animali sono radioattivi, nessuno può più uscire dall’area. Tremila mucche, trentamila maiali, 600mila polli e un numero imprecisato di animali domestici. I cani sopravvissuti si avvicinano alle rare macchine autorizzate in cerca di cibo. Intorno a loro c’è un silenzio irreale e abitazioni abbandonate. Quasi tutto il pollame è morto. Le mucche e i vitelli, dove non vi sono fattorie con alimentatori automatici, sono morti di fame e di sete. Secondo le autorità giapponesi il 70% dei maiali e il 60% del bestiame è morto.
I proprietari degli allevamenti hanno chiesto di portar fuori dal terreno radioattivo gli animali, o di entrare per praticare una forma di eutanasia. Le richieste sono state negate per la paura di contaminazione. Alcuni hanno ignorato il divieto e sono entrati nella zona proibita per portare in salvo i loro cani, condannando però anche sé stessi.
L’acqua del mare a 30 chilometri dalla centrale nucleare ha una concentrazione di Iodio-131 di 88,5 becquerels per litro, il valore più alto registrato finora. La radioattività è 2,2 volte il limite massimo ammesso per le acque di scarico delle centrali nucleari. La fauna ittica presente nelle acque del Pacifico per decine di chilometri di fronte a Fukushima è contaminata. La radioattività si diffonderà in modo esponenziale quando le piccole prede saranno mangiate da altri pesci.
                                                 SINTESI IN ITALIANO, DAL VIDEO:
Le autorità giapponesi hanno detto di aver scoperto per la prima volta del pesce, che conteneva alti livelli  di materiale radioattivo e che nuotava al largo della costa del Paese sul Pacifico. Mentre le acque radioattive dell’impianto nucleare giapponese si perdono in mare, il Primo Ministro Naoto Kan ha fatto la sua prima visita sul terreno della zona disastrata.
La porta dell’edificio del reattore nr 1 è stata aperta. La TEPCO (Tokio Electric Power Company)  ha aperto la porta del reattore nr 1 della centrale nucleare di Fukushima Daiichi, poco dopo le ore 20 locali di domenica, per accelerare gli sforzi per ristrutturare il sistema di raffreddamento .
Agli operai sarà dato il permesso di entrare lunedi mattina per iniziare a restaurare le funzioni di raffreddamento. Dopo aver fatto partire un nuovo sistema di filtraggio, la densità delle sostanze radioattive nell’edificio del reattore è scesa a livelli che hanno permesso allo staff di indossare le maschere a volto completo,  per lavorare.
(L’ intervistato dice che per questi lavori vengono impiegate persone già con aspettativa di morte, che vengono ben pagate ma che sanno di essere già spacciate) 
Ripercussioni radiazioni in USA
Ci vuole una settimana perchè l’aria viaggi dal Giappone alla California. 1 settimana fa le radiaizoni hanno cominciato a riversarsi nell’atmosfera  in Giappone e sono arrivate ieri (8.5.11 ndt)  
Se non fosse piovuto la radiazione avrebbe potuto essere sospesa in sicurezza e avrebbe potuto cadere in aree meno popolate.  Ora sta piovendo a dirotto su Los Angeles e pioverà per tutta la settimana.
Perchè non ci sono generatori portatili  in Giappone per fornire temporaneamente corrente ed evitare la fusione?
E i media… riferiranno sulla pioggia tossica o staranno zitti per evitare panico?
ZEOLITE.
Utile per l’eliminaizone dei metalli pesanti e sostanze radioattive
al link info per acquisto

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *