Leon Panetta, capo della CIA:nessuna diretta dell’assalto ad Osama Bin Laden

Stampa / Print
A corollario del post di stamane pubblichiamo un nuovo articolo che mette in mostra ancora una volta, nel caso ce ne fosse ancora bisogno, come le notizie che ci sono arrivate dai media circa l’uccisione di Bin Laden sia assolutamente false, o comunque incomplete. Mano a mano che passano in giorni stiamo assistendo alla demolizione della versione ufficiale della vicenda e di tutto quello che vi gira intorno. Pubblichiamo quindi l’articolo originale presente su: http://www.businessinsider.com/leon-panetta-bombshell-for-20-minute-period-no-information-was-coming-from-the-bin-laden-raid-2011-5 tradotto da Konstantin Levin: Il direttore della CIA Leon Panetta ha detto alla PBS che ci sarebbero stati 25 minuti di black out durante la trasmissione del raid per catturare Osama Bin Laden nel suo compound domenica. Obama ed il suo team non avevano dunque idea di quello che stava succedendo: Secondo il Telegraph il signor Panetta avrebbe detto: Quando i team sono entrati nel compound posso dirvi che per venti, venticinque minuti noi non sapevamo precisamente cosa stesse succedendo. Ci sono stati dei momenti di vera tensione mentre aspettavamo di ricevere informazioni. Conoscevamo l’approccio ma non c’era un vero flusso di informazioni tra noi e chi portava a termine l’operazione nel compound. Cosa significa? Il Telegraph interpreta le dichiarazioni descrivendo la cosa come un black out video totale. Puo anche significare che qualunque tipo di flusso di informazioni ci fosse, non fosse abbastanza chiaro da permettere di capire cosa stesse succedendo. Ancora al Telegraph Panetta avrebbe detto che il team di NAVY SEALS ha preso la decisione finse di uccidere Bin Laden, non sarebbe stato il presidente a decidere. L’autorizzazione era ad uccidere Bin Laden. Chiaramente secondo le regole d’ingaggio, se avesse alzato le mani e si fosse arreso avrebbero dovuto arrestarlo. Ma avevano comunque l’autorità per ucciderlo. Ad essere franco non credo abbia avuto il tempo di dire qualcosa. C’è stato uno scontro a fuoco nel compound. Quando sono arrivati al terzo piano ed hanno trovato Bin Laden dev’essere stata una questione di secondi. Il presidente ha saputo che la missione era un successo solo quando il comandante dei SEALS ha sentito pronunciare la parola “Geronimo”. Nome in codice di Osama. L’assenza di foto o filmati dell’accaduto ha fatto nascere un sacco di dubbi anche riguardo la foto della sitation room che è stata data alla stampa dalla Casa Bianca. Se non c’era diretta degli eventi, il Telegraph si chiede, cos’è che il gruppo stava guardando?

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *