“Premia l’onesto”: regalati biglietti dell’autobus ai regolari, evasione alle stelle

Stampa / Print
Scritto il 7 maggio 2011 da Matteo Olivieri

“Premia l’onesto”: questo il nome dell’iniziativa che Reggio 5 Stelle ha inscenato in Viale Allegri, importante nodo del trasporto pubblico, regalando biglietti dell’autobus agli onesti, cioè a chi era in possesso di regolare titolo di viaggio (biglietto timbrato, abbonamento). Appostati negli spazi pubblici attorno alle fermate, gli attivisti hanno avvicinato chi scendeva dai bus illustrando l’iniziativa. L’insopportabile fenomeno dell’evasione, scarsamente contrastato da ACT e dalla costellazione di società governate dagli uomini di Partito, penalizza il cittadino onesto due volte: prima perché paga un biglietto salato quando abbondano i portoghesi, secondo perché paga con le tasse le inefficienze di ACT, i cui debiti vengono continuamente ripianati dagli enti locali, Comune di Reggio in primis. Sorprendenti i risultati: le 6 persone, capillarmente impegnate a fermare chi scendeva dai bus, hanno avvicinato circa 300 passeggeri, e offerto un biglietto in omaggio, pregando di mostrare volontariamente il titolo di viaggio . A 70 di queste sono stati regalati biglietti da una corsa urbana (zona di Reggio Emilia, 1 euro e 10 per 75 minuti) perché regolarmente in possesso o di biglietto timbrato (controllata la data del 07/05/11) o di abbonamento. La metà delle persone hanno volontariamente dichiarato di non essere in possesso di alcun titolo di viaggio. Il rimanente 30% ha volontariamente dichiarato di non riuscire a trovare il biglietto, di avere dimenticato a casa l’abbonamento, di avere prestato il biglietto ad un amico, o non si sono fermate all’appello degli attivisti del MoVimento 5 Stelle. Tutto lascia pensare che, oltre all’evasione dichiarata al 50%, la percentuale possa essere anche molto superiore. L’iniziativa dimostra l’assoluta inefficacia dell’attuale sistema di controlli, che non scoraggiano minimamente gli evasori. L’evasione riscontrata è decisamente superiore a quella da sempre dichiarata da ACT (25%). Le iniziative intraprese da ACT risultano palliativi,sono invece le cure da cavallo quelle necessarie. Se il nuovo sistema di salita sull’autobus, introdotto pochi giorni fa, comincia a funzionare è però del tutto inefficace in assenza di controlli. L’accordo stipulato coi sindacati sulla prestazione volontaria degli autisti come controllori nelle pause rischia di essere un solletico per la febbre da cavallo. Infatti gli autisti fanno pausa quando c’è meno richiesta di trasporto, ad esempio nelle prime ore pomeridiane, e quindi quando c’è pochissima gente sull’autobus. Inoltre il premio per i volontari è ridicolo, consistendo in pochi euro. Bisognerebbe dare un premio in base a quante multe si fanno, ma Malagoli, a domanda precisa, ci ha risposto in Commissione Consiliare che così scoppierebbe la caccia all’evasore! Che è proprio quello che vogliono tutti i cittadini onesti. L’iniziativa “Premia l’onesto”, visto il grande successo, verrà probabilmente ripetuta. E’ stata finanziata coi soldi dei gettoni del consigliere comunale, che come tutti gli anni verranno restituiti ai cittadini nella misura del 20%. Per il MoVimento 5 Stelle : Stefano Govi, Elisa Sassi, Simona Stefani, Alessandro Marmiroli, Italo Berselli, Andrea Costa, Matteo Olivieri 07052011589 07052011587
07052011586 07052011584
07052011593
Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *