7 Maggio: nascono, a pochi anni di distanza, due colossi della musica: Johannes Brahms e Pëtr Ilic Tchaikovskij

Stampa / Print
Data veramente importante quella di oggi, per la storia della musica. Nascono infatti, a pochi anni di distanza, due geni assoluti , Brahms e Tchaikovsky , grandi innovatori e vere icone del proprio tempo, e non solo . Storia diverse, quelle del Tedesco e del Russo. Brahms , nato il 7/5/1833 ad Amburgo, morto il 3/4/1897 a Vienna , cresciuto in condizioni enocomiche difficili, conobbe la difficile esperienza di suonatore nelle orchestrine del porto di Amburgo . A Weimar conoscerà Franz Liszt e, a Düsseldorf, Robert Schumann, il primo grande musicista che si accorse del genio di Brahms e non esitò a darne pubblicamente l’annuncio in un famoso articolo, Neue Bahnen (Vie nuove), nel quale il giovane artista venne definito il nuovo genio della musica tedesca. L’amicizia con Schumann, che morirà nel 1856 in preda alla follia, fu intensa e sincera, e l’influenza dello sventurato musicista fu feconda nell’opera di Brahms, e forgiò il giovane artista verso una rinascita classica, a dispetto della libertà formale instaurata dai musicisti della giovane scuola romantica (di cui erano esponenti Liszt e Wagner). Favorito da Schumann, raggiunse presto un’insperata notorietà e fu investito di alcuni incarichi ufficiali: a Detmold fu direttore del coro di corte, e a Vienna direttore della locale Singakademie. Stabilitosi a Vienna, viaggiò spesso per l’Europa e per l’Italia, consumando durante gli anni dal 1872 al 1890 le sue più riposte energie, quasi sollecitato da un cupo presentimento di morte. Colpito da cancro, si spense dopo una lunga malattia. La città di Vienna partecipò unanime ai funerali del musicista, sepolto poi accanto a Beethoven, poco lontano dalla tomba di Schubert.L’Opera omnia di Brahms, edita negli anni dal 1926 al 1928 a cura della Società degli Amici della Musica di Vienna, si condensò in 26 volumi.Erede spirituale di Beethoven e di Schumann, Brahms ha poi avuto la singolare fortuna di essere salutato come musicista moderno e progressivo in un saggio di Arnold Schoenberg, scritto nel 1933 in occasione del primo centenario della nascita del grande musicista, dal titolo Brahms il progressivo, nel quale con illuminata acutezza vengono riconosciuti a Brahms i meriti di musicista originale, libero da schemi, innovatore e rivoluzionario pur nell’ambito dell’armonia tradizionale. E’, del resto, quel che testimoniano le musiche di Brahms, tra le quali figurano: Un Requiem tedesco, op. 45, le Variazioni su un tema di Haydn, op. 56, quattro Sinfonie (rispettivamente op. 68, 73, 90 e 98), due Concerti per pianoforte e orchestra (op. 15 e op. 83), il famoso Concerto per violino e orchestra, op. 77, un’infinità di musica da camera (sestetti, quintetti, quartetti, trii, sonate per pianoforte, e per violino e piano) e una fioritura di altre composizioni degne della popolarità che circonda le sue pagine più note.
Pëtr Ilic Tchaikovskij
(Votkinsk, Urali 7/5/1840 – Pietroburgo 6/11/1893)
Il compositore Russo era invece figlio di un  ingegnere minerario, e di una nobile di origini francesi. Crebbe quindi in maniera agiata . Tuttavia,  La morte della madre, avvenuta per colera ne1 1854, influì non poco sul temperamento di Tchajkovskij il quale, prima di diventare musicista professionista,  fu assunto presso il Ministero degli Interni. Negli anni seguenti Tchajkovskij si dimise dal Ministero, dedicandosi completamente agli studi musicali, condotti a termine nel 1866. In un clima di ostilità per la sua musica, osteggiata dal molti, che preferivano il gruppo dei “Cinque” , anche per le drammatiche vicende personali, ( tra cui spiccheranno sempre le accuse di pedofilia), compose capolavori immortali. Ancora oggi la sua morte rimane misteriosa ( colera? suicidio?), e vi ho già dedicato un post diverso tempo fa. La sua biografia è molto piu’ ricca, e mi limito a citare questi pochi, significativi passi.

Un piccolo omaggio a due immortali, sempre vivi nel nostro immaginario musicale.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *