Il potere dell'olfatto

Stampa / Print
Tra i cinque sensi, l’olfatto è quello più strettamente connesso alla sfera delle emozioni: l’apparato olfattivo è infatti collegato con l’amigdala e l’ipotalamo, centri regolatori dell’emotività.

Ecco perchè ai profumi reagiamo con piacere o disgusto, attrazione o repulsione, senza i filtri della coscienza.

Gli odori influenzano le relazioni, ci attraggono verso una persona prima ancora della vista, danno o tolgono energia, ci stimolano in una direzione piuttosto che in un’altra.

Così come influenzano il nostro umore; i profumi possono svolgere un’azione terapeutica: per ritrovare il buonumore, utilizzate lavanda, gelsomino, ylang ylang, dalle proprietà antidepressive.

Per stimolare, eccitare, ritrovare tono ed energia usate la menta, il pino, la cannella.

Per rilassare e calmare sono perfetti la camomilla, la rosa, il neroli (l’olio essenziale di arancio amaro, dall’aroma gradevolissimo).

Articolo tratto da: Natù – Giugno 2010

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *