Stampa / Print
Dalle erbe un aiuto naturale per combattere la tensione e altri malesseri.

Aiutano a ritrovare il relax perduto, ma nello stesso tempo contribuiscono a farci stare meglio, depurando l’organismo; le tisane, troppo spesso sottovalutate, offrono in realtà validi aiuti duranti i rigori invernali e ai cambi di stagione.

Tisana: i cinque semi che rilassano:
mescolate 30 g di semi di anice verde, 20 g di semi di finocchio selvatico, 20 g di semi di cumino, 10 g di semi di cardo mariano, 10 g di semi di coriandolo e 10 g di radice di valeriana; mettete un cucchiaino di miscela in una tazza d’acqua fredda e portate a ebollizione per tre minuti, spegnete e lasciate in infusione per almeno due minuti; filtrate e bevete subito prima di andare a letto.

Tisana: dolce-amara per sgonfiare:
occorrono: 40 g di sommità di passiflora, 15 g di sommità di carciofo, 15 g di viola tricolore, 15 g di radice di liquirizia, 15 g di semi di finocchio selvatico; portate a ebollizione una tazza d’acqua, mettete un cucchiaino di miscela e fate ancora bollire per un minuto, spegnete e lasciate in infusione per cinque minuti; filtrate e bevete mattina e sera.

Tisana: borragine per la diuresi:
fate bollire per 15 minuti in 1 litro d’acqua: 20 g di foglie di borragine, 20 g di foglie di crescione, 20 g di radice di tarassaco, 20 g di foglie di fumaria, 20 g di cicoria selvatica e 20 g di foglie di cerfoglio; bevetene un bicchiere al mattino a digiuno e uno alla sera prima di andare a letto.

Tisana: tarassaco e menta per il fegato:
mescolate 40 g di rosmarino, 40 g di tarassaco, 30 g di menta; portate a ebollizione 100 ml d’acqua e versatela su un cucchiaino di erbe; fate riposare per 10-15 minuti, filtrate e bevete al mattino e alla sera.

Per dolcificare le tisane, l’ideale è un cucchiaino di miele grezzo.

Consigli di: Valentino Maimone

Fonte

Tag

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.