Stampa / Print
Secondo una  review basata su piu’ di 60 ricerche pubblicate negli ultimi 5 anni e presentata all’Experimental Biology meeting in corso a Washington , i succhi di frutta possono essere salutari quanto i frutti stessi, ma solo se puri al 100 per cento.  I ricercatori dell’Universita’ della California a Davis, guidati da Dianne Hyson,  hanno esaminato una vasta gamma di ricerche, da quelle in laboratorio ai trial sull’uomo, confermando che un’assunzione regolare di succhi di frutta ha potenziali benefici per diverse malattie croniche, da quelle cardiovascolari ad alcuni tumori. Gli autori spiegano: “Mentre e’ universalmente accettato che frutta e vegetali sono protettivi, sui benefici dei succhi non c’e’ molta chiarezza , ma un’analisi delle evidenze scientifiche fin qui accumulate suggerisce che i succhi al 100 per cento mantengono una serie di componenti bioattivi che promuovono una buona salute e la prevenzione di malattie”. Tra i succhi di frutta inclusi nella revisione, quelli alla mela, agli agrumi, ai mirtilli, all’uva e al melograno.
Fra gli effetti suggeriti dallo studio ci sono ad esempio la prevenzione delle infezioni urinarie promossa dal succo di mirtilli, o quella di alcuni problemi cognitivi legati all’eta’ ottenuta con quello di mela o d’uva.
In Estate poi, possono fornire zuccheri, potassio ed acqua, spesso carente.  

Fonte

Tag

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.