Stampa / Print

QUELLO CHE SEGUE E’ UN MIO PERSONALE E DOVEROSO PENSIERO SULLE FALSE DOTTRINE CHE CIRCOLANO NEL NOME DELLA VERITA’.

LA NEW AGE DERIVA DALLA DOTTRINA LUCIFERINA DELLA SOCIETA’ TEOSOFICA DI MADAME BLAVATSKY, IN ESSA VI E’ LA MASSIMA ESPRESSIONE DELL’ANTICRISTIANESIMO E LA MASSIMA ESALTAZIONE DI LUCIFERO, CONSIDERATO IL VERO ALLEATO DELL’UMANITA’.

I CULTORI DELLA NEW AGE (Era dell’Acquario) PARLANO DI CRISTO E DI AMORE COSMICO O UNIVERSALE, MA PIU’ VOLTE MI SONO ACCORTO CHE QUESTO AMORE FRATERNO, MENZIONATO DA LORO, E’ RICCO SOLO NELLA LETTERA CHE NON NELLA SOSTANZA, COME INVECE PROFESSA IL VANGELO.

LA NEW AGE E’ UN MINESTRONE DI SPIRITUALITA’, DICHIARA CHE ASHTAR SHERAN (il comandante della Flotta Intergalattica Spaziale) SIA IN REALTA’ L’ARCANGELO MICHELE E INOLTRE CI RACCONTA LA FAVOLA CHE TUTTI GLI EXTRATERRESTRI SONO BUONI E NOSTRI FRATELLI COSMICI.

IO CREDO INVECE CHE QUESTE ENTITA’ SIANO LUPI TRAVESTITI DA AGNELLI O MEGLIO DEMONI CHE AMANO TRAVESTIRSI DA ANGELI DI LUCE PER INGANNARE L’UMANITA’.

“Ciò non fa meraviglia, perché anche satana si maschera da angelo di luce.
Non è perciò gran cosa se anche i suoi ministri si mascherano da ministri di giustizia; ma la loro fine sarà secondo le loro opere”.
(2CORINZI 11:14-15)

QUESTI ADEPTI (della New Age & della Società Teosofica) ASPETTANO IN VISTA DEL CAMBIO ERA, IL RITORNO DI LORD MAITREYA E LA VENUTA DEI FRATELLI COSMICI; IO VI DICO DI FARE ATTENZIONE, AFFINCHE’ LA VOSTRA MERAVIGLIA NON DIVENTI ADORAZIONE E DEVOZIONE!

RICORDATEVI QUELLO CHE DISSE CRISTO AL RIGUARDO:

“Allora se qualcuno vi dirà: Ecco, il Cristo è qui, o: È là, non ci credete.
Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti.

Ecco, io ve l’ho predetto.

Se dunque vi diranno: Ecco, è nel deserto, non ci andate; o: È in casa, non ci credete.
Come la folgore viene da oriente e brilla fino a occidente, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo”.
(MATTEO 24:23-27)

QUINDI NON SARANNO NE’ I FALSI CRISTI NE’ I FALSI PROFETI A CONVINCERMI, PERCHE’ IO MI AFFIDERO’ SEMPRE E SOLO AL VANGELO E AL CRISTO!

MICHELE P.

NEW AGE INFLINTATRION OF THE TRUTH MOVEMENT -final cut-

CONSIDERATO L’ANTI-ZEITGEIST:

Cos’è la Nuova Religione, e cosa si nasconde dietro la spiritualità New Age del Movimento Teosofico?

I noti ‘guru’ coinvolti nella divulgazione mondiale del materiale anti-NWO sono agenti della disinformazione?

Un viaggio di esplorazione e riflessione sulla sponda della critica cristiana.

NEW AGE INFLINTATRION OF THE TRUTH MOVEMENT -final cut-

IL FALSO MESSIA DELLA NEW AGE – LORD MAITREYA

CONSIDERATO DA MOLTI LA SECONDA VENUTA DI CRISTO & IL RITORNO DEL BUDDA MA C’E’ CHI CREDE IN REALTA’ CHE SI TRATTI DELL’ANTICRISTO, SIAMO FORSE VICINI ALLA FINE DEI TEMPI?

L’ERA DELL’ACQUARIO SARA’ L’INIZIO DELL’APOCALISSE?

Maitreya — sanscrito मैत्रेय, sarà il prossimo Buddha, successore di Gautama Buddha, la cui rinascita è attesa dai buddhisti; è l’unico bodhisattva la cui venerazione è ammessa da tutte le scuole.

La profezia della venuta di Maitreya è presente nella letteratura canonica di tutte le tradizioni buddhiste (Nikāya, Theravāda, Mahāyāna e Vajrayāna); molti credenti ritengono che sarà l’ultimo Buddha a comparire sulla Terra:

otterrà l’illuminazione completa, insegnerà il puro Dharma e sarà destinato ad essere “re del mondo”, unendo tutti i fedeli delle varie scuole.

CARATTERISTICHE

È stato Gautama Buddha stesso a predire il nome del proprio successore, sostenendo di non essere il primo Buddha e di non essere nemmeno l’ultimo.

Il nome Maitreya (Metteyya in pāli) deriva dal sanscrito maitrī (mettā in pāli) che significa “bontà amorevole” e a sua volta deriva da mitra (mitta in pāli) che significa “amico”.

Maitreya sarà dunque il Buddha dell’amore e della compassione, un condottiero di uomini che governerà su angeli e mortali e, come Gautama Buddha, otterrà l’illuminazione completa, insegnerà il puro Dharma e i suoi discepoli saranno dieci volte più numerosi di quelli di Gautama Buddha.

Uno dei più antichi riferimenti a Maitreya è un testo sanscrito, il Maitreyavyākaraṇa (Profezia di Maitreya), conservato nel Canone cinese come (Mílè xiàshēng jīng) al T.D. 453.14.421-423 del Jīngjíbù, che racconta di come Dei, uomini e tutti gli esseri viventi si prostreranno a Maitreya e:

« perderanno i loro dubbi, e i torrenti delle loro passioni saranno spezzati: liberi da ogni miseria riusciranno a superare l’oceano del divenire; e, grazie agli insegnamenti di Maitreya, condurranno una vita santa.
Mai più guarderanno qualcosa come loro, non avranno proprietà, né oro né argento, né casa, né parenti! Ma condurranno la vita santa di castità sotto la guida di Maitreya. Avranno strappato la rete delle passioni, riusciranno a meditare, e per loro ci sarà un’abbondanza di gioia e felicità, perché condurranno una vita santa sotto la guida di Maitreya. »

Maitreya ora è un bodhisattva e si troverebbe nel paradiso Tushita o Tuṣita (Tusita in pāli) da dove concede le proprie grazie in attesa della rinascita; anche Gautama Buddha viveva lì quando era bodhisattva prima di rinascere in questo mondo e, secondo alcune tradizioni, i bodhisattva vivono tutti lì prima di rinascere nel nostro mondo come Buddha.

Gli arhat, i monaci e anche i comuni mortali attraverso la meditazione possono raggiungere il paradiso Tushita per ricevere gli insegnamenti da Maitreya.

Gautama Buddha insegnò ai propri discepoli di venerare i futuri Buddha più di quelli del passato; anche se solo le scuole Mahāyāna hanno sviluppato la venerazione per tutti i bodhisattva, la venerazione per il bodhisattva Maitreya è l’unica che sia stata accettata da tutte le tradizioni buddhiste.

RAPPRESENTAZIONE

Maitreya è tipicamente rappresentato seduto all’occidentale, ossia con entrambi i piedi per terra, ad indicare che è pronto ad alzarsi dal trono su cui siede per rinascere sulla Terra quando verrà il tempo.

Indossa gli abiti di un monaco o quelli della famiglia reale indiana.

A volte viene rappresentato come bodhisattva, in piedi, in questo caso si presenta con le gambe prospetticamente accorciate per dare l’impressione di essere sospeso nell’aria.

Spesso porta un piccola fiala (kalaśa) di nettare dell’immortalità (amṛta) che rappresenta il nirvāṇa, e talvolta regge una ruota chakra poggiata su un loto a significare che rimetterà in moto la Ruota del Dharma che si era fermata sulla Terra.

Nell’arte greco-buddhista del Gandhara, nel I secolo nel Nord dell’India, in cui era la figura più presente dopo il Gautama Buddha, Maitreya è rappresentato con i tratti della nobiltà dell’Asia Centrale comuni anche nel Nord dell’India, mentre regge una fiala di amṛta con la mano sinistra.

È talvolta affiancato da due discepoli, Asanga e suo fratello, Vasubandhu.

LA VENUTA DI LORD MAITREYA

La venuta di Maitreya avverrà quando gli insegnamenti di Gautama Buddha, il Dharma, non saranno più tramandati e saranno stati completamente dimenticati; Maitreya otterrà l’illuminazione, il Bodhi, in sette giorni (è il tempo minimo) in virtù delle sue molte vite spese in preparazione della sua santità (simile a quanto riportato nelle storie Jataka di Gautama Buddha).

La venuta di Maitreya sarà caratterizzata da un certo numero di avvenimenti straordinari, ad esempio gli oceani si ritireranno, per consentire a Maitreya di attraversarli facilmente, e sarà la fine di tutte le guerre, le carestie e le epidemie.

L’evento inoltre permetterà ad egli di svelare il nuovo Dharma all’umanità, consentendo così la fondazione di un nuovo mondo; la venuta significherà l’inizio di una nuova era e la fine dell’età di decadenza in cui l’umanità si trova ora.

ORIGINI

Maitreya è talvolta oggetto di speculazioni che lo vedono derivato dal dio zoroastriano Mitra, dio dei contratti, associato con il Sole; il principale indizio a favore di queste tesi è però solo la somiglianza dei nomi.

Alcune idee zoroastriane potrebbero avere influenzato il culto di Maitreya, come “l’attesa di un soccorritore celeste, il bisogno di scegliere una morale positiva, il futuro millennio, e la salvezza universale”; una delle possibili obiezioni è che queste caratteristiche non sono uniche dello zoroastrismo, né sono necessariamente caratteristiche del culto di Maitreya.

PRESUNTE RINASCITE

Nel IX secolo il leggendario monaco cinese Budai, di tradizione chán, fu popolarmente considerato una rinascita del bodhisattva Maitreya. La sua rappresentazione come “Buddha ridente” è ancora estremamente popolare nell’Asia orientale.

Gung Ye, un re e generale coreano dello stato (di breve vita) di Taebong durante il X secolo, si autoproclamò rinascita di Maitreya e ordinò ai suoi sudditi di venerarlo; le sue pretese furono condannate dalla maggioranza dei monaci buddhisti ed egli venne in seguito spodestato e ucciso dai suoi stessi sudditi.

Sebbene in molti si siano proclamati incarnazioni di Maitreya e successori di Gautama Buddha, nessuno è stato ufficialmente riconosciuto come tale dalle comunità (saṃgha) buddhiste.

Una particolare difficoltà che incontra ogni presunta rinascita è che nella tradizione si racconta come Gautama Buddha avrebbe fatto un alto numero di predizioni abbastanza dettagliate sulle circostanze che avrebbero preceduto la venuta di Maitreya, in particolare che i suoi insegnamenti sarebbero già stati dimenticati e perfino il nome del Dharma scomparso, e tutte le restanti sue reliquie raccolte a Bodh Gaya e cremate.

MAITREYA IN ALTRE RELIGIONI

Maitreya è venerato anche nell’Induismo.

I Bahá’í credono che Bahá’u’lláh sia l’avverarsi della profezia della venuta di Maitreya e che la profezia che Maitreya porterà una nuova società fondata su tolleranza e amore sia stata realizzata dagli insegnamenti di Bahá’u’lláh sulla pace nel mondo.

Zhang Tianran, fondatore del movimento religioso I-Kuan Tao, si auto-proclamò rinascita di Maitreya.

Vivrebbe dal 1977, nella comunità islamica pakistana di Londra, un sedicente profeta contemporaneo, Rahmat Ahmad, che si fa chiamare Maitreya o Istruttore del Mondo, che dice di essere Gesù (ma anche Krishna e il Mahdi) tornato per la fine dei giorni (inizio dell’era dell’Aquario).

Comunica i suoi commenti sull’attualità mediante contatto telepatico con uno scrittore scozzese, Benjamin Creme, e la sua rivista Share International.

fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Maitreya

Tra i tanti movimenti “new age” creati da guru santoni e “illuminati” che hanno popolato e popolano il mondo il movimento della SHARE INTERNATIONAL

merita un’attenzione particolare per la vastità dei programmi,per l’infiltrazione in seno alle NAZIONI UNITE e per i subdoli concettio che esprime.

La SHARE INTERNATIONAL nasce dal guru Benjamin Crème , sedicente “contattato” dalle energie dell’acquario e dai ” maestri ascesi ” ( sempre loro…gli eroi di Shamballa…i maestri della nuova era e bla bla bla… ) che lo avrebbero scelto per

preparare la strada all’emergenza del “signore” Maitreya.

Maitreya si sarebbe “materializzato” a Nairobi nel 98 davanti ad una folla stupefatta.

Starebbe ora lavorando dietro le quinte aspettando il momento giusto per rivelarsi all’umanità.

Questo novello “cristo” sincretico apparirà ‘, sempre secondo Crème , dopo una spaventosa crisi di mercati…

( ma dai…guarda un po’… ) per rivelar al mondo una nuova strada di cooperazione , solidarietà e pace…in breve ,

un nuovo “salvatore del mondo”.

Il mirabolante Maitreya parlerà a tutto il mondo telepaticamente nel

” giorno della dichiarazion e” e offrirà in questo modo la prova della sua divinità…( ??! )

l’esperienza di sè stesso…come dice la Share…

E naturalmente i miracoli abbondano…in un albergo della Share International ( a volte il caso…)

sarebbe apparsa la MANO MIRACOLOSA che regalerebbe energie dell’acquario e via dicendo…

NON mancano le madonnine miracolose che appaiono sui vetri , le statuine che bevono latte e ogni altra sorta di effetto special…PARDON!!! di MIRACOLO dell’acquario!!

Per non farsi mancare nulla é in costruzione una STATUA DI DIMENSIONI TITANICHE

per il ” dio di pace amorevole maitreya”,ultima reincarnazione del BUDDHA…un colosso che renderà semplicemente ridicola la statua della liberta con i suoi 46 metri…si parla infatti di 150 metri per la statua a maitreya…

particolare davvero INQUIETANTE … L’IMMAGINE VENERATA DEL “signore maitreya ” COINCIDE PERFETTAMENTE

con l’ immagine venerata di ASHTAR SHERAN (per tutti i cultisti dei dischi volanti).

MAITREYA il “messia” della NEW AGE

ANDIAMO ADESSO A LEGGERE ALCUNI PASSI DA ” SHARE INTERNATIONAL ” , L’ORGANIZZAZIONE

CHE PROMUOVE QUESTA GIGANTESCA OPERAZIONE , NON E’ DIFFICILE

PERCEPIRE MOLTO VELOCEMENTE I CONCETTI CHE LA “SHARE” PROPONE.

Un giorno dell’inverno del 1875, Helena Petrovna Blavatsky, una tra i fondatori della Società Teosofica, fece un voto:

divulgare con ogni mezzo in suo potere gli insegnamenti avuti da vari Maestri della Loggia Himalayana della Gerarchia Spirituale del nostro pianeta.

Onorando il suo voto, si mise all’opera, onde informare il mondo di questi insegnamenti.

I suoi libri, La Dottrina Segreta , Iside Svelata e La Chiave della Teosofia , testimoniano la sua infaticabile tenacia e volontà, e questo nonostante la sua grave malattia fisica.

Helena Petrrovna Blavatsky era una SATANISTA , un’esoterista e una MASSONE ai più alti gradi FU ELLA STESSA A DEFINIRSI in questa maniera dichiarò inoltre:

” SATANA E’ LA FORZA DINAMICA DELL’UNIVERSO,il solo dio di questo pianeta “
(Blavatsky)

La Blavatsky “ricevette” gli “insegnamenti della gerarchia spirituale” tramite lo SPIRITISMO ,non é difficile intuire con quale “gerarchia” si fosse messa in “contatto”.

Madame Blavatsky fu un’iniziata di grado 4.0, quasi un Maestro, un livello parificabile a quello del discepolo Gesù e poco inferiore a quello del grande Leonardo da Vinci.

Come è potuto accadere che una rinomata lavoratrice per il bene sia stata tanto diffamata?

Lo stesso Gesù è una testimonianza eloquente di come i timori amalgamati a ignoranza riescano a dominare le percezioni umane; anche mentre era adombrato da Maitreya il Cristo.

A Maitreya é infatti abbinato il falso titolo “cristo”…il nuovo cristo ma in relatà si tratta dell’ANTICRISTO.

Potete star sicuri che quando Maitreya inizierà la sua imminente missione pubblica, accosterà gli uomini con questo problema e le connesse conseguenze, presentandone la soluzione e opportuni consigli.

La guerra, ribadirà, è un sacrilegio, è un’avversione ed un crimine contro gli esseri umani, direttamente implicati o meno, e va considerata da questa prospettiva per la sopravvivenza del regno umano e di quelli sottostanti, Solo la condivisione e la giustizia, aggiungerà, preservano il futuro umano.

Adoperatevi per l’unità e la cooperazione, in quanto gli uomini del pianeta sono Uno.

“Considerate i vostri fratelli come voi stessi”; avanzate il primo passo verso la vostra divinità.

“Prendete i bisogni del vostro fratello come metro per le vostre azioni e risolverete i problemi del mondo. Non c’è altra via”.

Molti ancora, nella sfera religiosa, accoglieranno poco favorevolmente l’apparizione di Maitreya.

Sprovvisti di conoscenza, aggrappati ai loro dogmi artefatti, vedranno in Maitreya, Signore dell’Amore, l’abominio del male che essi temono.

Non tutti, però.

Molteplici gruppi religiosi sparsi nel mondo hanno visto e udito Maitreya precedentemente, seppur in guisa diversa.

Si rammenteranno dell’Insegnante comparso loro, elargendo i semi della condivisione e della giustizia, mentre dotava le loro terre dell’Acqua di Vita dell’Era Dell’Acquario.

RIVELAZIONE

Finalmente è giunta l’ora della rivelazione.

Gli enti statali smetteranno fra breve di tacere una verità agli abitanti della Terra:

quella sulla fratellanza che li accomuna con i pianeti del nostro sistema solare, per distanti che siano. Di già, “il verosimile astro luminoso”, segnale dell’Emergenza di Maitreya, sta svelando all’umanità che per anni è stata ingannata dalle proprie autorità.

Potete essere certi che Maitreya rivelerà la verità riguardo al nostro rapporto con gli altri pianeti, come pure sulla lunga cooperazione fra essi.
Si tratta veramente di un’epoca di rivelazione.

Dietro la scena, Maitreya osserva attentamente quanto sta accadendo, prestando sostegno laddove la Legge lo consenta. Egli attende pazientemente l’effettiva concretizzazione di una risposta collettiva al segnale della Sua Emergenza, “l’astro luminoso di raggiante potenza” che in molti osservano attualmente nel cielo con meraviglia e persino affetto.

Un certo dibattito pubblico sull”importanza o sul significato della Stella è auspicato, considerandone la relazione con l’Emergenza di Maitreya, l’Istruttore Mondiale.

Quanto più vivo e pubblico sarà il dibattito, tanto più avrà rilevanza nel preparare il terreno alla Sua apparizione pubblica e le contrapposizioni man mano si placheranno.

Venere sta spostandosi oltre il campo visivo umano, lasciando pertanto libera la volta celeste alla Stella.

Non vi saranno dunque più dubbi che la Stella si manifesta per esser vista da tutti.

Ammesso che sufficienti discussioni siano promosse dai vari media e tramite Internet, non passerà tanto tempo fino a quando l’umanità avrà modo di vedere Maitreya e di sentirlo parlare.

Non sarà chiamato con questo nome, affinché la gente possa apprezzare le Sue idee piuttosto che il suo status.

INTERVISTA A MAITREYA

Articolo del Maestro – tramite Benjamin Creme, 11 gennaio 2009

In tempi molto brevi, in ogni parte del globo, la gente avrà modo di assistere ad un evento significativo e straordinario, paragonabile a quello manifestatosi in precedenza in una sola occasione, la nascita di Gesù.

In quel tempo, conformemente agli insegnamenti cristiani, una stella è apparsa in cielo per guidare tre Saggi, dall’Oriente fino alla città natale di Gesù.

Presto, nuovamente, un astro, ossia un corpo di intensa luminosità, sarà visibile ovunque.

Cosa sta a significare? Come è possibile?

La risposta è che questo avvenimento misterioso è un’indicazione, che annuncia l’inizio della missione pubblica di Maitreya. Poco dopo l’apparizione nei cieli di questo segno, Maitreya darà la sua prima intervista mediatica alla televisione americana.

666

” Il fumo del loro tormento salirà per i secoli dei secoli, e non avranno riposo né giorno né notte quanti adorano la bestia e la sua statua e chiunque riceve il marchio del suo nome”.
(APOCALISSE 14:11)

“Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti”.
(MATTEO 24:24)

Fonte

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.