Stampa / Print

Il Dipartimento dell’Illinois per la Salute Pubblica sta invitando alla cautela i residenti dello Stato, perchè non prendano ioduro di potassio come medicina preventiva contro possibile fallout radioattivo, causa la situazione critica del Giappone per ciò che è avvenuto all’impianto nucleare.
Chiunque lo faccia “potrebbe mettere a rischio la sua salute a causa degli effetti collaterali”, ha detto il direttore del dipartimento, il Dr. Damon Arnold.

Lo ioduro di potassio è una medicina che non ha bisogno di ricetta che può essere usata per proteggere la ghiandola della tiroide da una presunta esposizione ad alti livelli di radiazioni. Non può proteggere altre parti del corpo, cosi ha detto il Dipartimento in un recente comunicato.

E può essere dannosa per persone con allergie allo iodio, con alcune malattie delle pelle, problemi renali, alcune malattie croniche e per coloro che hanno problemi di tiroide.

Gli effetti collaterali possono includere:
– nausea
– disturbi di stomaco
– infiamamzione delle ghiandole salivali
– serie reazioni allergiche
Considerata la distanza tra gli USA e il Giappone, non ci si si attendono qui alti livelli di radiazione, cosi ha detto il Dipartimento.
Questa opinione riecheggia tra altri scienziati:. “Sebbene sia tragico, questo è una unica fonte di radioattività che sarà altamente diluita se attraversa il Pacifico”, ha detto Daniel Jaffe, uno scienziato dell’atmosfera alla Università di Washington, che sta tracciando il falllout dal Giappone.

“E’ assai impossibile che questo creerà rischi alla West Cost (Costa occidentale), se non per Chicago.”

ALTRE INFORMAZIONI SULLO IODURO DI POTASSIO QUI: (IN INGL)
AL SITO DEL DIPARTIMENTO DELLA SALUTE USA

fonte: http://www.chicagobreakingnews.com/news/local/chibrknews-dont-take-potassium-iodide-state-advises-20110317%2C0%2C4737667.story?track=rss
traduzione: Cristina Bassi





PER ACQUISTO E INFO







Fonte

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.