Stampa / Print

Articolo tratto dal blog nwo-truthresearch, in cui si tratta di alcuni famosi “contestatori del sistema”, che a volte si spingono fino a contestare il signoraggio e a denunciare le scie chimiche, ma poi sembra che abbiano come fine quello di calamitare l’attenzione di un pubblico di persone consapevoli, divenire il loro guru, e all’occasione convincere i propri seguaci a fare ciò che vogliono le élite occulte

Oltre a fare questo cercano di occultare alcuni dei principali attori che manovrano dietro le quinte del palcoscenico della politica, come l’organizzazione dei Gesuiti; alcuni di essi cercano di farci credere che il vero nemico dell’umanità sia il sionismo, altri che sia il governo statunitense, altri che sia la massoneria che vuole distruggere il papato e la fede cristiana, ma chi segue da tempo gli articoli di questo blog ed è pienamente cosciente del fenomeno delle scie chimiche, dovrebbe avere da tempo compreso che si tratta di distinzioni artificiali. 

Non c’è vero conflitto tra sionismo, governo degli USA, massoneria o altre entità occulte: sono Loro che cercano di farci credere all’esistenza di certe conflittualità solo per creare confusione e occultare meglio la verità ai nostri occhi.

Qualcuno forse sarà portato a credere purtroppo che chi pubblichiamo simili articoli si creda al di sopra degli altri e che voglia seminare zizzania tra i blogger che denunciano il Nuovo Ordine Mondiale. 

In realtà, visto l’orrendo crimine già perpetrato con le scie chimiche e vista l’orrenda finalità che si prefiggono, coloro che nell’oscurità guidano il nostro martoriato pianeta devono assolutamente predisporre più linee di difesa, pagare disinformatori di professione, infiltrarsi tra gli oppositori, creare gatekeeper come Grillo, Travaglio, Giulietto Chiesa, Santoro, Benigni o Saviano, e persino addestrare gente che denuncia il Nuovo Ordine Mondiale. 

Questi, come ho già detto in un recente articolo, sono i più pericolosi, raccolgono molti più consensi di noi blogger indipendenti (perché ovviamente sono lasciati liberi di fare senza essere sottoposti a ricatti e minacce e quindi realizzano siti più curati, aggiornati con video più belli, appaiono più spesso in televisione o addirittura gestiscono dei loro programmi radio – televisivi) e poi usano questo ascendente per i loschi fini già discussi.

E quando qualcuno scopre il loro sporco gioco fanno presto a dire che noi siamo “paranoici”, un facile trucchetto per cercare di distogliere l’attenzione dalle nostre precise accuse.



Ron Paul parla all’Università Georgetown dei Gesuiti; nota i simboli massonici sul muro dietro di lui
Ron Paul mentre stringe la mano in modo massonico
Stretta di mano massonica
I segnali satanici di Ron Paul
Secondo i ricercatori che non temono il castigo satanico essi sono propagandisti fasulli e pagati che conducono la gente in strade sbagliate senza uscita.
Di Greg Szymanski
Secondo i ricercatori e gli storici che non hanno paura di scompigliare le piume all’interno della gerarchia della Chiesa cattolica, sia il repubblicano Ron Paul (RDL-Tex) che la leader della Camera Nancy Pelosi, non sono che traditori e ingannatori per conto del Vaticano e dell’Ordine dei Gesuiti,
Anche se le emittenti alternative come Alex Jones e altre amano dire alla gente che il Repubblicano Paul e molti altri liberali alla Camera e al Senato, possono salvare l’America dai mali del Nuovo Ordine Mondiale, queste emittenti di false notizie non raccontano agli ascoltatori “l’altro lato della storia”.
E secondo questi ricercatori, l'”altra faccia della storia” è, naturalmente, il coinvolgimento del Vaticano e dell’Ordine dei Gesuiti nella conquista dell’America.
Inoltre, secondo quei ricercatori che inchiodano definitivamente il Vaticano per il suo ruolo nel NWO, tutte le persone sopra menzionate, nascondendo questi fatti del Vaticano al pubblico, compreso il Repubblicano Paul e le emittenti false come Jones, in realtà lavorano anch’esse per gli interessi del Vaticano.
Per dimostrare questo punto, sono giunti alla Arctic Beacon molti ascoltatori e lettori, esprimendo la preoccupazione per la censura nello spettacolo messo in scena da Alex Jones, dicendo che ogni volta che è menzionata la temuta parola “V” Jones diventa rude e odioso verso i chi chiama o li scarica come una patata bollente.
“Se non ci credi”, dice un lettore di Arctic Beacon “prova a prendere la linea nello spettacolo del chiaccherone Jones se vuoi discutere in modo intelligente la connessione tra il Vaticano e il Nuovo Ordine Mondiale. Semplicemente non succede, e io scommetto che è pagato per tenere questo messaggio fuori dalla trasmissione”.
E per quanto riguarda il Repubblicano Paul, egli non ha mai affrontato la questione del Vaticano e dell’Ordine Gesuita, e sembra evitarlo come la peste.
Per dimostrare questo punto, appare solo su “spettacoli radiofonici sicuri” nei media alternativi, e anche lo staff del suo ufficio si rifiuta di affrontare il problema del Vaticano, ridendo recentemente in faccia a un patriota che ha chiamato il suo ufficio cercando di ottenere delle risposte.
“Ho appena chiamato oggi l’ufficio del membro del Congresso Ron Paul, verso le 4:00 del pomeriggio di Venerdì”, ha detto il patriota del Michigan Walt Williams. “Un collaboratore ha risposto al telefono e gli ho fatto molte domande. Il collaboratore ha sostenuto che Paul non era nel suo ufficio.
Ho quindi interrogato il suo assistente a proposito della conoscenza che Paul ha del controllo del Vaticano sul nostro Paese, e gli ho chiesto se aveva intenzione di fare qualcosa se fosse stato eletto Presidente. Ha detto NO. L’assistente si è messo a ridere per questo, e alla fine mi ha detto di non richiamare, che mi avrebbero chiamato loro se Paul avesse voluto parlare con me. Se qualcuno di voi pensa che egli sia un candidato buono e onesto CI RIPENSI.
Altro non è che un Coadiutore POLITICO depistatore.
Se pensate che sto inventando CHIAMATELO e chiedetegli della sua conoscenza di ROMA. Dice di essere un protestante, fategli VOI STESSI delle domande su quello che egli crede della Parola di Dio a proposito dell’anti-Cristo in Vaticano. Il suo numero di telefono è: 1-202-225-2831“.
In difesa del Repubblicano Paul, un sostenitore di nome John ha detto questo:
“Ron Paul è in testa in ogni sondaggio nel paese. Lui è un Libertario che ha dovuto correre come un Repubblicano. Il suo record di voto è eccellente, per non dire altro. È favorevole alle armi, contro i clandestini, per la chiusura delle frontiere, per la diminuzione di tasse, alcool e tabacco, per PORTARE VIA I COGLIONI dall’Iraq; l’America per prima, Patriota!
Che altro potete volere? Fermiamo l’Unione Nordamericana nei suoi tracciati!”.
In risposta il patriota Nelson Turner ha detto:
“John, ti esorto ad approfondire ed esaminare attentamente Paul – È un Cavallo di Troia, esattamente come Jones che lo promuove. Dice grandi cose allo spettacolo di Jones; poi sale a D.C. e bacia i posteriori gesuiti. Ron Paul opera consapevolmente all’interno di un governo corrotto, se fosse un patriota “l’America Innanzitutto” non lavorerebbe con il coadiutore Jones, e non mostrerebbe rispetto e deferenza per i suoi colleghi irrimediabilmente corrotti alla Camera. Il suo compito è quello di assorbire la vera opposizione e dare loro false speranze di cambiamento, e lui è bravo a farlo.
Avete mai visto Jones promuovere qualcuno che realmente arriva al cuore del problema americano, che è Roma sul Potomac, nominando il Vaticano come la fonte dei nostri problemi? Paul ha mai preso di mira Roma una volta? Essendo vissuto a D.C. per lungo tempo egli sa chi conduce lo spettacolo, ma non l’ha detto a nessuno. Per questo gli permettono di partecipare allo spettacolo dell’elezione del cagnolino e del pony, il cui esito è già stato determinato. Che altro potete volere?
Quando Paul chiederà il processo per tradimento a Bush, Cheney, Rice, e chiederà l’espulsione dell’ambasciatore vaticano, allora gli crederò. Quando Paul patrocinerà l’abolizione della Federal Reserve Bank alla Camera, dirà che i Gesuiti e i Cattolici sono la causa dello tsunami di immigrazione illegale, definirà la guerra all’Iraq una Crociata Papale, crederò che è un difensore dell’America.
Il suo lavoro è quello di raccogliere collaboratori / sostenitori e contribuire a costituire le liste per l’internamento/campi di sterminio, PROPRIO COME I COADIUTORI ALEX JONES, JOHN STADTMILLER, JOYCE RILEY, STAN MONTEITH, BUTCH PAUGH, JACK BLOOD, OGNI ALTRO OSPITE DELLA GCN, DI REPUBLIC RADIO NETWORK E ALTRO ANCORA. Farò girare questo
e vedremo quali altre informazioni ha la gente su di lui. Dio ti benedica, fratello – N C T”.
E, inevitabilmente, quando vengono fuori le critiche per il cosiddetto “Santo Graal” del Congresso liberale e dei media alternativi corrotti, i cercatori di verità gabbati arrivano in loro difesa con dichiarazioni come questa, proveniente da un lettore:
“Ehi Greg, io rispetto te e il tu lavoro, ma per favore pensaci quando stronchi la gente nel movimento per la verità, tu non vuoi sembrare come Daryl BS Smith. Tutti sanno che il Vaticano e i Sionisti operano mano nella mano. Ma vedi, questo è un tempo, oggi, in cui, anche se non siamo amici, abbiamo bisogno di restare in rapporti civili, con tutti i nostri fratelli e sorelle, e questo consiglio vale anche per loro. Ci vuole un grande uomo per rimanere concentrati sul loro obiettivo, per poi essere sviati e focalizzare tutte le tue energie sull’attacco ad altri del movimento come Daryl Smith. Ti auguro buona fortuna e spero di sentire di più da te e Leo Zagami, anche se egli è stato silenzioso ultimamente”.
Affermazioni come questa necessitano di essere affrontate, poiché l’informazione ad Arctic Beacon è recentemente affiorata, raccontando in che modo agiscono davvero i critici fasulli come Bradford Smith, Wing TV e altri come loro.
Secondo fonti interne vicino a dove il denaro scorre sotto copertura verso i falsi media alternativi, le persone come Smith e Wing TV sono classificate per criticare i “propri” uomini interni come Jones e Stadtmiller, al fine di proteggere i loro uomini alternativi di primo piano dalla vera ed autentica critica di patrioti credibili.
Secondo quelli che stanno all’interno di questo “controllo sull’alternativa” questo metodo di confusione protegge quindi personaggi del calibro di Jones e Stadtmiller rivolgendo convenientemente ogni critica ai frontmen alternativi “nella categoria pazzi”, presentati da artisti del calibro di Smith e Wing TV.
Vi sembra confusionario? È esattamente quello che i “falsari” desiderano.
Comunque, non lasciatevi ingannare. Fate domande difficili sul Vaticano e sull’Ordine dei Gesuiti, e chiedete risposte intelligenti.

Fonte

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.