Stampa / Print

E ‘ una pianta erbacea perenne, appartenente alla famiglia delle Solanacee e originaria dell’America centrale e meridionale, coltivata solitamente come annuale. I fusti sono eretti, molto ramificati, di colore verde brillante; le foglie sono ovali, lucide, cerose; in primavera produce piccoli fiori bianchi, cui seguono frutti solitamente stretti e allungati ma che, a seconda della varietà, possono essere anche tondi, di colore, verde, rosso, giallo o viola. Il peperoncino è utilizzato in tutto il mondo sia per il gusto piccante, sia per le proprietà antisettiche. Le piantine di peperoncino preferiscono posizioni molto luminose e soleggiate, non sopportano il gelo. Da marzo a settembre annaffiare sporadicamente ma con quantità abbondanti d’acqua, per favorire uno sviluppo ottimale delle radici e conseguentemente di fiori e frutti. Preferisce terreni ricchi, fertili, sciolti, molto ben drenati, teme i ristagni idrici. La moltiplicazione avviene per seme; in febbraio si semina in semenzaio, in luogo temperato, le nuove piantine vanno poste a dimora quando ogni rischio di gelo è scongiurato.

Fonte

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.