Stampa / Print
 

 Icebergfinanza è lieto di pubblicare in anteprima in ITALIA, ( grazie alla Documentaryheaven ) la versione integrale online gratuita in inglese e non il semplice trailer del documentario " INSIDE JOB " ovvero chi ci ha rubato il futuro, che a breve sarà disponibile nella versione italiana grazie alla Feltrinelli.

Come da anni vado sottolineando, quanto tempo manca ad una nuova rivoluzione, quanto ancora prima che si istituisca una Norimberga finanziaria. Qualcuno deve pagare!

Ora abbiamo bisogno di Voi per diffondere una maggiore Consapevolezza, per diffondere quanto è accaduto alle masse, per diffondere il messaggio di Icebergfinanza! Link, e mail e quant'altro diffondete e se qualcuno ha il tempo e la voglia di lavorare il documentari inserendovi i sottotitoli in italiano, grazie di cuore!

“Perdonatemi ma voglio sottolineare che, a tre anni di distanza dalla terribile crisi provocata dalle frodi finanziarie, ancora nessun executive è stato arrestato. E questo è sbagliato”. 

Charles Ferguson Premio Oscar 2011 come miglior film documentario
   

NEW YORK – Quest'anno, agli Oscar, dovrebbero aggiungere una categoria in più. Altro che attore non protagonista. Ci vorrebbe un premio alla faccia tosta per chi non ha avuto neppure il coraggio di presentarsi sul set. Charles Ferguson, il regista da Oscar di Inside Job, lo strepitoso documentario che racconta lo scandalo della Grande Recessione, ha una lista che lega in un unico "file" destra e sinistra: nel nome di Wall Street(…)

Altro che Gekko-Michael Douglas ripescato da Oliver Stone vent'anni dopo. Altro che i blitz naive di Michael Moore che fanno tanto spettacolo e ideologia: "Non mi faccia fare nessun commento: penso che il mio film parli da solo e possa essere giudicato per se stesso". Inside Job, espressione inglese per indicare appunto il crimine commesso da chi ha mani in pasta, racconta l'assassinio dell'economia mondiale come se fosse un giallo(…)

Incalza l'ex presidente della Fed Paul Volcker ("Come giudica gli stipendi di Wall Street?". "Eccessivi") e il ministro francese dell'economia Christine Lagarde ("Stavamo a guardare lo tusnami che arrivava"). E poi i professoroni del conflitti d'interesse. Come quel Glenn Hubbard, capo dei consiglieri economici di Bush e oggi preside di Business alla Columbia: "Scusi, ma lei non è quello che aveva firmato il documento sulla solidità finanziaria dell'Islanda?". "Adesso basta! Ha solo altri quattro minuti: spari la sua cartuccia migliore…" ( Repubblica )  (…) .(

 
 
 Pubblicato da icebergfinanza | Commenti
Tag: inside job

Cita il post nel tuo blog     Segnala il post     Aggiungi su del.icio.us     Aggiungi su digg.com     Aggiungi su Google     Aggiungi su Yahoo     Aggiungi su Technorati     Aggiungi su Badzu     Aggiungi su Facebook     Aggiungi su OKNOtizie     Aggiungi su Twitter     Aggiungi su Windows Live     Aggiungi su MySpace     Aggiungi su FriendFeed
Fonte

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.