Stampa / Print
Una domanda che spesso ci viene rivolta da tutti coloro che si apprestano per le prime volte al mondo del giardinaggio è: “Di quali strumenti ho bisogno per avviarmi a questo hobby?”

Abbiamo deciso dunque di scrivere questo testo, in modo da rispondere a tutti coloro che hanno in mente questo quesito.

Fortunatamente, il giardinaggio è una attività che non richiede spese esose.

Per iniziare, dovrebbero bastare fondamentalmente pochi attrezzi:

– Guanti da giardinaggio: se ci tenete alle vostre mani ed alla vostra pelle, farete meglio ad acquistarli.
Per quanto si possa essere cauti ed attenti, una punturina o un graffietto mentre si curano le nostre piante (a mani nude), capita sempre, mentre grazie a questi guanti (che ricordano lontanamente quelli antinfortunistici utilizzati dai lavoratori), riusciremo ad evitare questi piccoli incidenti;

– Cesoie e forbici: non necessitano di descrizione. Se desiderate potare le piante, questi sono gli strumenti principali da utilizzare.

– Badile, rastrello e vanga: sono tre strumenti fondamentali per scavare nella terra, o rastrellare via le foglie ormai secche.
Se desiderate effettuare lavori leggermente più complessi, che prevedono una minima lavorazione del terreno, dovrete assolutamente acquistarli.

– Semi: ovvio no? Se volete le piante, dovrete pur piantare qualcosa…

– Innaffiatoio: l’acqua è il cibo delle nostre piante, acquistiamo uno strumento adatto per somministrarlo;

– Vasi, terriccio e terriere: la casa delle nostre piante, qualora non desiderassimo piantarle direttamente nel nostro terreno;

– Altro: questi descritti pocanzi sono gli strumenti fondamentali. Il kit basilare per iniziare.
Dopodiché, dovremmo acquistare degli attrezzi che si adattano alle nostre particolari esigenze, oppure utensili per la salute delle nostre piante, come antiparassitari ecc.

Il nostro consiglio è di acquistare inizialmente, solo ciò che ci serve realmente per iniziare, il minimo indispensabile.
In questo modo potremo valutare se questo hobby fa realmente per noi.
Se ci risulta di gradimento, allora procediamo a spese più mirate, altrimenti avremmo solo speso del denaro inutilmente.
Al contempo, quando decidiamo di acquistare qualcosa, miriamo alla qualità.
Prodotti più economici, ci fanno risparmiare qualche centesimo, ma hanno una longevità nettamente inferiore e regalano risultati nettamente più scarsi.



Fonte

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.