Stampa / Print
Secondo quanto emerge da uno studio USA il fumo, anche quello passivo, aumenta le probabilita’ di sviluppare diabete di tipo 2 : La ricerca ,  pubblicata su Diabetes Care, è stata condotta  da un gruppo di studiosi del Brigham and Women’s Hospital di Boston guidati da John P. Forman. I ricercatori hanno esaminato le risposte a 100 mila questionari somministrati nel 1982 ad altrettante infermiere sulle loro abitudini al fumo e la loro esposizione al fumo passivo. Dopo 24 anni, nel 2006, a circa 1 delle partecipanti allo studio su 18 e’ stato diagnosticato il diabete. Il team di Forman ha rilevato che per coloro che fumavano piu’ di due pacchetti al giorno si registravano, ogni anno, 30 nuovi casi di diabete di tipo 2 ogni 10 mila partecipanti, mentre per coloro che non erano mai state esposte al fumo ”di seconda mano” si parla di 25 nuovi casi ogni 10 mila donne. Il dato piu’ alto e’ stato registrato tra le ex fumatrici e le donne esposte al fumo passivo, che hanno fatto registrare rispettivamente 39 nuovi casi ogni 10 mila donne (anche se, dopo aver aggiustato i dati per altri fattori di rischio, le fumatrici ”pentite” hanno fatto rilevare un incremento del rischio del 12% rispetto alle donne esposte al fumo passivo).
Gli autori ritengono che il risultato possa essere applicato anche al sesso maschile : “Non c’è alcuna ragione a priori di pensare che questo non si possa applicare agli uomini », concludono .

Fonte

Tag

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.