Stampa / Print
Qui sotto ho estratto e tradotto una parte dell’intervista alla Dottoressa Rosalie Bertell fatta qualche anno fa dal sito Snowshoefilms; la Bertell ci racconta un’altra storia scomoda; quella della genesi dei terremoti artificiali e del forte sospetto che il terremoto indonesiano del 2004 sia stato un evento artificiale. La Bertell è uno scienziato di fama internazionale. E’ laureata in Biometria con specializzazioni minori in Biologia e Biochimica. Dal 1969 al 1978 la Bertell fu scienziato superiore nella ricerca sul cancro al Roswell Park Cancer Institute. E’ anche stata consulente alla Nuclear Regulatory Commission Statunitense, all’Agenzia di Protezione Ambientale Statunitense e all’Health Canada.[1] Ne 1983 ricevette la Medaglia Hans-Adalbert Schweigart dalla World Union for Protection of Life. La Bertell è stata presidente dell’International Institute of Concern for Public Health dal 1987 al 2004. Nel 1996 fondò la “Commissione Medica Internazionale Chernobyl” e, nel 1994, anche la Commissione Medica Internazionale Bhopal. La Bertell si è occupata anche di HAARP nel suo libro Planet Earth: The Latest Weapon of War (2000).
Ecco cosa disse Rosalie a proposito dei terremoti artificiali associati ad HAARP:

Pianeta Terra: L’Ultima Arma da Guerra

Snowshoefilms: Il Terremoto indonesiano è stato il secondo più grande terremoto della storia [26 dicembre 2004, 9,1-9,3 della scala Richter, che ha causato la morte di quasi 200.000 persone]. Hai guardato le anomalie?

Rosalie Bertell: C’è stato uno tsunami incredibilmente grande nell’Oceano Indiano che fu devastante non solo per Sumatra, Indonesia, Thailandia, India e Malaysia ma anche per la costa orientale dell’Africa. Esso fu causato da un terremoto, uno spostamento sotto l’Oceano Indiano. Ora sappiamo che la tecnologia c’è e molte nazioni possono indurre terremoti. In effetti, c’è stato uno sforzo, probabilmente per 30-40 anni, per controllare tutti i processi naturali, in quanto ciò darebbe un enorme vantaggio in guerra. Gli Stati Uniti hanno cercato di fare diverse modificazioni climatiche, per esempio, durante la guerra in Vietnam. Lo chiamarono Project Sky Fury e stavano cercando di controllare le piogge monsoniche e i fulmini. Così la tecnologia dei terremoti e la fuori. Ed è utilizzabile. Probabilmente da Stati Uniti, Russia, Giappone, Cina e, forse, India – quindi ci sono molti pochi paesi che hanno questa capacità.
Il terremoto non era usuale, e c’è anche una disputa su dove si trovava il centro. L’Australia sostiene che era a circa 350 miglia a sud di dove dicevano gli Stati Uniti, quindi non c’è neppure un accordo sulla localizzazione dell’epicentro. Non c’è stato nessun avviso preliminare che sarebbe avvenuto un terremoto. Di solito ci sono scosse di terremoto che vengono raccolte dai centri locali di terremoto. Essi possono raccogliere questi tremori e sanno che è in arrivo un terremoto. Ma non ci fu nessun preliminare; e non ci furono scosse di assestamento identificate. Dopo ci furono delle scosse, ma non erano abbastanza grandi da essere identificate come scosse di assestamento. La gente, infatti, quando ha sentito alcuni di questi tremori, si è preparata per una seconda ondata, che non è mai arrivata.

Una Scossa Secondaria di un Terremoto Naturale è Identificabile

Rosalie Bertell: Se non sapete nulla dei terremoti artificiali, come non avete saputo nulla dei test di armi nucleari in Nevada, dovete sapere che se, per esempio, in un terremoto di nove o otto gradi della scala Richter, la scossa di assestamento è di due ordini di grandezza più bassa, è probabile che il terremoto sia artificiale. Se va dai nove agli otto probabilmente è un terremoto naturale, perché quelli artificiali sembrano dare una spinta artificiale alla placca perché non provengono da una pulsazione ritmica della terra, quindi la scossa di assestamento scende ad un livello molto più basso — perché è artificiale, in fondo, io penso. Quindi non c’è scossa di assestamento e non c’è preliminare.
Così noi sappiamo che i terremoti possono essere fabbricati artificialmente. C’è la controversia su dove sia il centro. E, naturalmente, c’è stato un gran daffare con le comunicazioni. Diego Garcia fu avvertito mentre il popolo non fu avvertito. Sono accadute cose del genere. Ho anche scoperto una nave gestita da SAIC incorporated, che è una sorta di braccio del governo; l’80% del loro lavoro proviene dal governo. Essi non negoziano pubblicamente. E’ una società compagnia posseduta dalle persone che ci lavorano. Essi stavano scandagliando alla ricerca di petrolio e gas sotto l’Oceano Indiano proprio vicino all’epicentro, al momento in cui si è verificato il terremoto. Così c’è stato un altro jolly all’interno della situazione.

Snowshoefilms: potresti approfondire su come sono causati i terremoti artificiali..

Rosalie Bertell: La creazione artificiale di un terremoto potrebbe essere fatta in molti modi, ma probabilmente quello che sarebbe usato con più probabilità sarebbe una struttura come HAARP: il progetto di ricerca attivo aurorale ad alta frequenza, che il governo ha stabilito a Gakona, in Alaska, che si trova da qualche parte tra Anchorage e Fairbanks. Si tratta di un riscaldatore ionosferico. Si tratta di una griglia di — penso che siano 48 — torri di trasmissione, hanno messo una griglia sei per otto, quindi ci sono tutte queste torri di trasmissione parallele.

Si aspettano di averne 150 quando sarà finito. Ma ora ne hanno 48, e sono operativi (il sito ora comprende 180 antenne operative, n.d.r.). Essa invia un’onda sincronizzata fino alla ionosfera e ciò che accade è che una parte di questa viene riflessa nuovamente verso la terra. Ora questo è uno spiegamento mobile e flessibile ed essi possono cambiare l’angolo dei raggi di modo che i raggi di ritorno vadano in direzioni differenti. In modo che possano prendere la mira. Le onde di ritorno sono a frequenza bassa ed extra bassa. Sono le onde radio lunghe. E queste sono ritmiche, e possono passare attraverso il centro della Terra e se c’è un’instabilità da qualche parte, possono farla vibrare con un’onda ritmica e causare un terremoto.
Attualmente la stanno usando per diversi fini. Uno è quello che chiamano la tomografia profonda della Terra. Assomiglia ad una mappatura della parte interna della Terra. Hanno localizzato il centro della Terra; hanno trovato che ha un mantello solido e dentro c’è un nucleo di metallo fuso e quindi, all’interno di questo, c’è una altro nucleo solido. Così stanno studiando cosa succede all’interno della Terra stessa. Sono alla ricerca di bunker sotterranei e forniture di gas e petrolio nel sottosuolo, questo genere di cose. Quindi gran parte del suo (HAARP) finanziamento sta arrivando dal Congresso per compiere una profonda tomografia della Terra. Ma può essere anche utilizzata come arma ad onda diretta e causare terremoti. Potrebbero anche causare accidentalmente un terremoto mentre sono alla ricerca di qualcos’altro. Il fatto è che anche la Russia ha ottenuto questi riscaldatori ionosferici. Ce ne sono alcuni in Antartide. Ce n’è uno anche a Tromso, in Norvegia. Quindi ci sono diversi riscaldatori ionosferici attorno alla Terra, così non possiamo sapere cosa ha fatto HARRP, perché anche altre persone hanno questa tecnologia.
Snowshoefilms: Hai guardato le anomalie del terremoto a Bam, nel sud dell’Iran? [26 dicembre 2003, oltre 40.000 morti, l’antica città di Bam distrutta]
Rosalie Bertell: Non ho sentito nulla. Io non so davvero cosa sia successo in Iran, ma, ancora una volta, è stato enorme. E non sarei sorpresa se alcuni di questi accidenti fossero causati dalla manipolazione del clima e della corrente a getto e la…Ci sono cinque grandi fiumi di vapore sopra l’emisfero nord e cinque in quello sud…Stanno cercando di smuovere queste cose attorno e controllare il clima. Quindi io non sarei sorpresa se questi fossero gli effetti collaterali della manipolazione del sistema terrestre.
Snowshoefilms: Una serie di terremoti erano partiti al largo della Turchia durante i bombardamenti i Iraq…
Rosalie Bertell: In Iraq utilizzarono deliberatamente dei demolitori di bunker. Un demolitore di bunker va in profondità all’interno della terra ed esplode, interessando le linee di faglia, così in Iraq avevamo i demolitori di bunker e abbiamo avuto un grosso terremoto giusto dall’altro lato del confine in Turchia, nel nord dell’Iraq; poi a destra attraverso la linea in Turchia abbiamo avuto un forte terremoto da demolitori di bunker, credo. In Afghanistan avevano demolitori di bunker quando erano alla ricerca di Osama bin Laden nelle grotte. Se vi ricordate ci fu un terremoto molto grande nel nord dell’Afghanistan. Quello che stanno cercando di fare ora, ed è quello per cui stanno chiedendo finanziamenti da parte del Congresso, è quello di rendere i demolitori di bunker nucleari ancora più potenti. Stanno cercando di fare questo perché i loro demolitori di bunker non sono riusciti a scovare Saddam Hussein quando egli era nel suo bunker sotterraneo di cemento. Quindi i loro demolitori di bunker non erano molto forti. Così vogliono fondamentalmente renderli più potenti. Non prestano attenzione al danno periferico che causano. Sai, siamo in grado di fare abbastanza danni alla terra da non farla sopravvivere. Non sembra entrare nella loro testa il fatto che la terra è viva. E’ viva. Prende energia dal sole. Produce tutta questa vita. Sai, noi compromettiamo il buon funzionamento di base. Si tratta di sopravvivenza.

fonte dell’articolo

Fonte

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.