Stampa / Print

Anche se da qualche giorno qui al nord la temperatura è leggermente in aumento, non illudiamoci di essere fuori dall’inverno!
Gennaio è spesso il mese più freddo e la temperatura scende facilmente sotto lo zero.
La nebbia, l’umidità, il gelo e la neve sono ancora in agguato!!

Di certo non è un mese molto impegnativo per quanto riguarda il lavoro di giardinaggio, però, se non ci si fa prendere dalla pigrizia, in giornate come queste dove per qualche oretta riusciamo anche a vedere qualche pallido raggio di sole, usciamo all’aperto e mettiamo a fuoco i lavori più urgenti da effettuare:

 

 Asportare i rifiuti vegetali che si sono depositati sul prato, lungo i bordi del giardino e delle aiuole.

Raccogliere le foglie bagnate che soffocano la crescita delle piante, operazione indispensabile soprattutto per evitare l’insorgenza di parassiti e malattie favorite dal marciume.

Controllare che le protezioni che sono state messe a piante ed arbusti più delicati non siano state danneggiate da vento e neve.

Se, nonostante le vostre accortezze, il gelo ha procurato danni a qualcuna delle vostre piante, prima di darle per spacciate, provate a tagliare le parti sofferenti, ricoprite la base con una buona pacciamature, dategli acqua in momenti in cui la temperatura è sopra lo zero e aspettate… All’arrivo della primavera la potreste veder germogliare.  Se la pianta è in vaso, dopo averla ripulita dalle parti rovinate dal gelo, la potete sistemare in un luogo riparato (se non è troppo ingombrante anche in casa) vicino ad una fonte luminosa, annaffiandola e concimandola.

Se avete ricevuto durante le feste natalizie piante di ciclamini, ricordatevi che se la temperatura scende sotto lo zero è consigliabile tenerli in un posto un pò al riparo dal gelo, vanno bene anche i davanzali se rimangono coperti dal tetto, altrimenti posizionati all’interno delle finestre saranno comunque decorativi. Non baganateli mai troppo e, soprattutto non bagnate mai le foglie; l’acqua deve arrivar loro dal basso .
Quando un fiore appassisce toglietelo con tutto lo stelo, in questo modo si formeranno altri boccioli.

Dedicate qualche istante all’osservazione del vostro giardino: l’inverno lo spoglia mettendo in evidenza la sua struttura. Proprio questo è il momento di scattare qualche foto che si rivelerà utile nel caso vorreste apportare qualche modifica: una pianta da spostare, un’aiuola da allargare, una bordura da arricchire o da eliminare.

E’ anche molto utile appuntare su un quadernetto le idee che vorreste mettere in pratica, magari con qualche semplice disegno e, se non si è certi di riuscire a realizzare il tutto in completa autonomia, basta chiedere al  giardiniere di fiducia o ad un’amica con un indiscutibile ‘pollice verde’!!

Ed infine, ricordatevi che non basta consultare libri, riviste seguire alla lettera le regole dei manuali di giardinaggio, il giardinaggio è qualcosa che si impara
facendo e sbagliando; come la cucina il giardinaggio è un processo continuo di sperimentazione, con successi ed insuccessi!

…e allora..mani nella terra e buon lavoro!!!

     

    Fonte

    About the author

    Related Post

    Archivi

    Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.