Stampa / Print
Ora è il momento migliore per piantare gli alberi da frutto. Ve ne
descrivo due tra i miei preferiti.Questa è una sottovarietà di
pera volpina (pere dacuocere diffuse in Centro Italia),
che probabilmente non ha un nome, mase vi piace la frutta
cotta vi conviene piantarne un albero perchè è buonissima.
A differenza delle volpine normali, che pure sono apprezzabili,
ma hanno la polpa granulosa, queste hanno una polpa finissima,
sono più piccole ed hanno un sapore più intenso, come fosse
concentrato, e dolcissimo.
L’albero è, come quasi tutti quelli di frutti simili ai selvatici,
molto rustico. Lo potete trovare da Samuele Dalmonte di Fruttidoro a Faenza: la varietà è stata recuperata vicino ad una casa abbandonata, in montagna, da suo padre. Dovete specificare che volete quello che fa le volpine piccole. Altra varietà abbastanza simile, ma già un pò più diffusa è la pera broccolina. Tutte queste piccole pere solitamente un tempo si mangiavano bollite, spesso assieme ai marroni di cui hanno la stesso tempo di cottura.
Un altro albero da frutto molto interessante è il ramassin, varietà di prugna che si trova in Piemonte. Fa dei frutti delle dimensioni di una grossa oliva, dal sapore dolcissimo e delizioso, che piacciono anche a me che non amo particolarmente le prugne. In luglio, al tempo in cui sono mature, si scuotono leggermente i rami dell’albero e quelle pronte cadono a terra senza ammaccarsi. Probabilmente è un sistema usato per non perdere tanto tempo a selezionarle una ad una, piccole come sono. E’ una varietà che potete mettere nel vostro giardino anche se non siete esperti di trattamenti agli alberi da frutto, perchè resistentissima alle malattie: dove abitavo un pò di tempo fa, i miei vicini avevano tanti prugni di varietà differenti che erano spesso ammalati, l’unico che è sempre stato sanissimo, nonostante la vicinanza degli altri, era il ramassin. Pare sia stato portato in Italia dagli arabi nel medioevo. Tra l’altro ai frutti si toglie il nocciolo molto rapidamente, per cui sono adatti a fare la marmellata, che risulta ottima.

A proposito di frutti antichi guardate che bello questo allestimento dei vivai Belfiore: una tavola di gran lunga più pregevole, da un punto di vista artistico, delle opere che si trovano in molte mostre d’arte. Mio padre è un artista bravissimo, ed io sono cresciuta nel suo ambiente, frequentando fin da piccolissima mostre, musei e gli studi dei suoi amici. Alle fiere apprezzo, ancor prima delle piante che pure mi interessano non poco, gli stand belli, con accostamenti di colore armonici: è un vero piacere stare a guardarli.

 Se ingrandite le immagini cliccandovi sopra, potete leggere i nomi dei frutti
.

Fonte

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.