Stampa / Print
AGGIORNAMENTO DELLE 18.22
LA BORSA DELL’ARABIA SAUDITA ha chiuso a -6,8% ed in sole 3 sedute ha perso il -11,8%…
Considerate che (spannometricamente) a metà Gennaio stava a 6.800 punti mentre oggi ha chiuso a 5.500 punti = -20% circa in 45 gg, -12% negli ultimi 3gg.
Scommettiamo che tra breve salterà fuori qualche Banca d’Affari coca-cow-boys lanciando il suo BUY THE DIP sulla Borsa Tadawul…??
🙂
ATTENZIONE: continua la mia Campagna di Marzo STOP THE BLOG, fino a quando il Semaforo Motivazionale rimarrà ROSSO: leggi i particolari al fondo di questo post.

vedi nel mio BLOG La Pentola a pressione mediorientale

AGGIORNAMENTO DELLE 15.40
US Light Crude di nuovo sopra ai 100$….
Ma chissenefrega…;-)
Ho sempre PRONTA quella bella bozza sulle “formulette petrolifere” e sulla loro influenza nelle nostre economie….ma a Semaforo Rosso….ciccia….
Per i Soloni che tutto sanno e che rifuggono il sostegno attivo….: cercate in giro notizie sul suddetto argomento, scrivetemi un bell’articolo in merito…e ve lo pubblico immantinenti a vantaggio di tutti.
Attendo fiducioso….Buon Lavoro…aggratis naturalmente…;-)

—————————————-
AGGIORNAMENTO DELLE 14.34
Rumors dall’Arabia Saudita/Bahrain ovvero dal quadrante nightmare che potrebbe portare il petrolio a 220 dollari…
L’Arabia Saudita starebbe intervenendo militarmente in Bahrain per sedare la rivolta che non conosce tregua: sarebbero stati inviati in Bahrain 15 Carri Armati…così…per prevenzione….
Ed adesso ditemi voi…:CHI sarebbe così folle da comprare a stecca il Mercato Azionario in questo preciso momento????
VOI lo fareste CON I VOSTRI RISPARMI????’
O Forse le Borse USA&affini sono un pochetto slegate dalla REALTA’…? E tradano altri fattori?…..

….And this article from Milaz.info is the article everyone’s looking at.
It’s about Saudi Arabia sending tanks into Bahrain: Pro-democracy protests in Bahrain have shown no sign of decline after almost two weeks.
The protesters are demanding the resignation of the government, constitutional reforms and the king s abdication.
Witnesses said that the causeway was blocked as “15 tank carriers carrying two tanks each were heading towards Bahrain,” Egypt s al-Masry al-Youm daily reported in its latest edition.
Given the popular protests in the Persian Gulf kingdom, the transfer of the military hardware from Saudi Arabia to Bahrain seems highly unusual, commuters traveling along the 25-km causeway said.
The development follows a decision by the Bahraini military on Saturday to withdraw their vehicles out of the capital s Pearl Square after a deadly police attack on protesters, a condition the opposition had set to begin talks.
The arrival of tanks from Saudi Arabia also occurs on the eve of yet another scheduled pro-democracy rally on Tuesday organized by the Bahraini opposition and protesters in Manama s flashpoint Pearl Square.

AGGIORNAMENTO DELLE 13.37
LA BORSA DELL’ARABIA SAUDITA ha toccato -8%…
Ma tranquilli…tutto va bene…e mal che vada c’è il QE3….:-)

AGGIORNAMENTO DELLE 13.05
LA BORSA DELL’ARABIA SAUDITA STA CROLLANDO A -7,25%!
Rumors di Rivolte e Sommosse….
Come volevasi dimostrare….
———————–
Continuano e s’intensificano le proteste in Oman…aumentando le probabilità che “l’incendio” si estenda anche all’Arabia Saudita….
Non a caso…la Borsa di Riad (Saudi Arabia) continua a scendere anche oggi: attualmente siamo a -3,25%…dopo il -5% di Domenica…)
….Attenzione: mentre scrivevo l’articolo, la Borsa Tadawul dell’Arabia Saudita è crollata ULTERIORMENTE a -5,35%!

INVECE le Borse Asiatiche, Europee, Americane
se ne fottono altamente
e salgono spinte da altri meccanismi (FED, Bernanke PUT, Win Win, liquidità, cambi valute, QE3, cocaina… etc)
come se il PETROLIO non contasse nulla….o quasi.
Ma basterebbe un soffio di vento dal Middle East per capovolgere molte tendenze in atto…

– Ho già pronta una BOZZA di articolo con tutti i conti e conticini del caso che descrivono il possibile impatto del prezzo del petrolio sulle nostre economie.
– Ho già pronto un pezzo interessantissimo sulla Rivolta del Wisconsin: sono partiti gli arresti di massa come ai tempi di Martin Luther King….
– Ci sarebbe da parlare del rankig MENA (Middle East + North Africa) ovvero la classifica di “rischio rivolta” nelle Nazioni del Petrolio (1° in classificata Arabia Saudita con 160 punti…)
– e tanti tanti altri argomenti fondamentali….interpretati, descritti ed esemplificati come solo il Grande Bluff sa fare….

Ma da MARZO 2011 ho deciso di cambiare sistema:
FINO A QUANDO IL SEMAFORO MOTIVAZIONALE NON DIVENTERA’ ALMENO GIALLO…
IO NON SCRIVERO’ QUASI NULLA
SE NON BREVI CENNI
DOVRETE IMPEGNARVI A SCROCCARE ALTROVE ANALISI&INFORMAZIONI
SNASANDO A DESTRA E MANCA NEL VASTO MARE DEL WEB….
Sempreché ne abbiate il tempo
e sempreché abbiate la mia stessa competenza “interpretativa”
Buona Ricerca….
Buona traduzione…
Buona Interpretazione di Dati e News….

Mal che vada…per i miei PREDILETTI SOSTENITORI ATTIVI userò la Newsletter Riservata….
Anche se, come ben sapete, preferirei che il mio BLOG rimanesse totalmente PUBBLICO

Vediamo come funzionerà questo mio ennesimo tentativo
di SMUOVERE LE PIGRE
MA IPER-CRITICHE
COSCIENZE del WEB….;-)
verso una nuova forma di Informazione Libera, Indipendente e di Qualità
che possa auto-sostentarsi “dal basso”
SENZA ALCUN CONDIZIONAMENTO ESTERNO….

Sostieni l’informazione indipendente e di qualità


Protests Continue In Oman, And The Saudi Market Continues To Tank
When we said that today was looking like a strong up day for markets, we meant excluding the Mideast.
Ongoing political upheaval hasn’t been good for markets (sidenote: The Egyptian Stock Exchange was due to open today, but that’s been delayed until Sunday. It hasn’t traded since late January.).
In Oman, the army was brought in to disperse protests, which have entered their fourth day.
All told, at least six have been killed, and rioters have burnt down a grocery store and blocked access to a port.
The Saudi market, which got crushed on Sunday (falling nearly 5%) continues to slide. It’s currently over over 1.2%. (NDR ….adesso -3,25%)


Fonte

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.