Stampa / Print
La Libia produce 1,7 milioni di barili del petrolio mondiale con una produzione giornaliera di 88 milioni di barili. In cima alla lista c’è l’Irlanda che però rappresenta solo una piccola parte delle esportazioni del greggio libico, mentre l’Italia ne è di gran lunga il primo importatore con ben 376.000 b/d solo nel 2010.
Mentre i prezzi del petrolio continuano ad impennarsi per il perdurare dei continui disordini nel mondo arabo, gli importatori “cercheranno” di chiedere all’Arabia Saudita di coprire eventuali deficit.


Con il grafico sottostante, si può dimostrare che la Libia (a livello mondiale) non è poi così determinante nella produzione dell’oro nero. Fino ad ora comunque lo è stato sicuramente per l’Italia e lo sarà anche per il futuro.






Secondo le stime attuali, più di tre quarti delle riserve accertate di petrolio del mondo si trovano in Paesi membri dell’Opec, con il grosso delle riserve in Medio Oriente, pari al 70% del totale. E’ comunque accertato che attualmente l’OPEC ha riserve di petrolio ben oltre i 1000 miliardi di barili. source ( OPEC)


Fonte

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.