Stampa / Print
Se il LiveCD di Ubuntu non parte ci sono vari metodi per tentare di avviarlo.

1: Assicuratevi che nel BIOS il LiveCD sia in prima posizione nei dispositivi
di boot

2: Prima di masterizzare il cd di Ubuntu è consigliabile controllare l’MD5Sum
del file .iso di Ubuntu seguendo questa guida: http://geek-ubuntu.blogspot.com/2011/01/confrontare-la-md5sum-di-unimmagine-iso.html
Anche se è consigliabile eseguire il controllo dell’MD5Sum prima della
masterizzazione provate ad eseguire un controllo sul file .iso che avete
usato per creare il LiveCD di Ubuntu.

Se riuscite invece ad accedere alla schermata di selezione delle opzioni ma Ubuntu non parte ecco dei metodi da adottare per risolvere questo problema:

1: Premere il tasto F6 e selezionare l’opzione acpi=off
Questa opzione disattiva l’ACPI, ovvero il sistema per la gestione del
risparmio energetico delle periferiche; in alcuni portatili è necessario
disattivarlo: un cattivo riconoscimento dell’ACPI porta al fallimento
dell’avvio del CD di installazione.
PS: La disabilitazione dell’ACPI comporta un rapido incremento del
consumo dell’energia delle batterie del portatile.

2: Premere il tasto F6 e selezionare l’opzione noapic e nolapic
Queste opzioni disattivano a livello software sia l’APIC che il Local APIC.

3: Premere il tasto F6 e selezionare l’opzione edd=on
Questa opzione abilita i servizi avanzati dell’unità disco.
Il LiveCD tenterà di leggere dal BIOS l’unità di avvio, nella quale
verrà installato il sistema.

4: Premere il tasto F6 e selezionare l’opzione nodmraid
Questa opzione disabilita il software raid per la gestione dei dischi.

5: Premere il tasto F6 e selezionare l’opzione nomodeset
Selezionando questa opzione verranno utilizzati driver video generici.

6: Premere il tasto F6 e selezionare l’opzione Solo software libero
Si procederà all’installazione escludendo dalla stessa il software non libero.

Se nessuna di queste opzioni funzionasse è possibile provare ad inserire opzioni personalizzate, ecco come fare:

1: Premere il tasto F6 e navigare all’interno della riga dei parametri d’avvio

2: Provare a cancellare la stringa splash– che in alcune configurazioni
potrebbe generare dei conflitti ed un notevole rallentamento all’avvio
del sistema.

3: Provare a cancellare la stringa quiet per fare in modo che vengano
mostrati i messaggi del kernel.

4: Aggiungere una stringa per disabilitare un modulo d’avvio usando
la seguente sintassi: nome_modulo.blacklist=yes
Sostituire la dicitura nome_modulo con il nome del modulo che
si desidera escludere dall’avvio; per esempio r8169.blacklist=yes
Il modulo indicato non verrà caricato durante l’installazione e verrà
automaticamente inserito nel file /etc/modprobe.d/blacklist.local
del sistema installato, con la conseguente esclusione dagli avvii futuri.

Fonte: http://wiki.ubuntu-it.org/Installazione/ParametriAvvio

Spero di essere stato utile.
A Presto.

Fonte

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.