Stampa / Print
Qui sotto riporto un articolo di Greg Szymanski dove si discute il controllo del Nuovo Ordine Mondiale da parte dei Gesuiti. In questo articolo Szymanski raccoglie diverso materiale che supporta la tesi esposta, tra cui diverse citazioni di personaggi famosi e un’intervista ad uno dei ricercatori di punta su tale argomento, Eric Jon Phelps.
Nel presentare l’intervista a Phelps non vogliamo però dare l’impressione di approvare in toto ( o voler promuovere) alcuni aspetti collaterali che hanno a che fare con le sue convinzioni religiose personali. Il centro focale di queste convinzioni segue un percorso molto più biblicamente convenzionale, in netto contrasto alla sua non convenzionale presentazione del materiale storico.
Però, come ho già affermato nell’articolo “INDEPENDENCE DAY”, GLI ALIENI, GLI UFO — LA VERITÀ È MOLTO PIÙ STRANA DELLA FANTASIA , potrebbe anche essere possibile che i Gesuiti operino per fare in modo di avverare le profezie bibliche, seguendole alla lettera, come strategia di dominio mondiale.
Adolfo Nicolas
Rispetto al 2006, anno di pubblicazione dell’articolo, l’unica novità è il cambio del Supremo Generale Gesuita, che non è più Peter Hans Kolvenbach ma Adolfo Nicolas.
Il resto è un articolo sempre attualissimo da leggere con molta attenzione.
I Gesuiti sono i controllori spirituali del Nuovo Ordine Mondiale? Il Gesuita Generale Fr. Peter Hans Kolvenbach rifiuta una richiesta di intervista.
Cosa nasconde l’Ordine Gesuita, e perché è così difficile ottenere delle risposte dirette dai massimi capi, mentre la ricerca per i nemici occulti dell’America continua ogni domenica sugli argini del Brushy Creek.
30 Aprile 2006
Di Greg Szymanski
Mentre sediamo osservando nuovamente il Brushy Creek questa Domenica, la domanda principale è: i Gesuiti sono i controllori spirituali del Nuovo Ordine Mondiale?
E ancora: la Compagnia di Gesù, grazie alla complicità dei Massoni e dei Cavalieri di Malta, controlla il Papa, il Council on Foreign Relations ed il governo?
E il Papa è il vero capo della Chiesa Cattolica, oppure prende gli ordini di marcia dal capo dei Gesuiti, il Generale Gesuita conosciuto come il Papa Nero?
Prima di finire in galera per eresia e per aver colpito i Cattolici, permettetemi di ricordare a tutti – ricchi, poveri, opulenti e famosi – che siamo sul ciglio dell’estinzione, in transizione dalla libertà alla schiavitù.
Se accettate questa premessa, nessun argomento, compresi i misteriosi Gesuiti, dovrebbe essere precluso. Ma se scegliete di ignorarla, mettendo il vostro ego e la vostra posizione personale prima del vostro paese, forse siete, consapevolmente o meno, parte del problema.
Anche se ci occuperemo innanzitutto dei Gesuiti in quanto la loro controversa storia merita un approfondimento, quattro altri possibili nemici saranno analizzati nelle prossime settimane, per innescare il dibattito su quale sia il vero nemico.
Questi possibili nemici comprendono:
Secondo il Presidente Bush, i principali media e l’intero Congresso, il nemico è Al Qaeda e milioni di musulmani estremisti, impegnati in una guerra spirituale contro i Cristiani e gli Ebrei.
Secondo molti commentatori della stampa alternativa, il nemico è il movimento Sionista Ebraico, che controlla Washington ed è impegnato in una sua guerra spirituale.
Secondo altri ricercatori, il nemico sono gli Illuminati adoratori di Satana, costituiti da società segrete, impegnati in una guerra spirituale contro chiunque non adori Satana.
Secondo altri il nemico principale sono gli operatori economici, che controllano la Bank of International Settlements e la Federal Reserve, usando la spiritualità come arma per dividere e conquistare.
Tuttavia, ora iniziamo con la domanda: i Gesuiti sono i controllori spirituali del Nuovo Ordine Mondiale? E poiché questa domanda è stata formulata la scorsa settimana, sono state ricevute più di 200 e-mail sul tema, il che indica che gli americani sono estremamente interessati all’argomento, anche se i principali media, i politici e il clero lo ignorano e lo considerano insensato.
Peter Hans Kolvenbach, l’ex Supremo Comandante dei Gesuiti
A proposito di una risposta chiara dalla leadership Gesuita, il mio tentativo di ottenere un’intervista con il Gesuita Generale, Fr. Peter Hans Kolvenbach, è stato ufficialmente respinto da James L. Rogers, addetto alle comunicazioni dell’assistente di Kolvenbach al Congresso Gesuita; in una e-mail egli afferma:
Grazie per il Suo interesse ad un’intervista alla leadership della Compagnia di Gesù. Come può immaginare, riceviamo numerose richieste di intervista. Sfortunatamente, la loro quantità significa che non possiamo rispondere a tutti, anche se ci piacerebbe farlo. In questo momento non siamo in grado di esaudire la Sua richiesta. La preghiamo di accettare le nostre scuse, e ancora grazie per il Suo interesse.
Anche se è difficile costringere la gerarchia dell’Ordine Gesuita a fare qualcosa, alcune citazioni sui Gesuiti, raccolte dal ricercatore Darryl Eberhart nei suoi scritti dal titolo Tackling the Tough Topics, possono fornire delle indicazioni sul motivo per cui è importante aprire un dibattito pubblico sul loro ruolo nel Nuovo Ordine Mondiale.
Eberhart ha prestato servizio nelle Forze Armate americane per vent’anni, e ha svolto anche tre incarichi oltreoceano. Ha trascorso 11 anni e mezzo nell’USAF come membro arruolato e 8 anni e mezzo nell’Esercito americano (sottufficiale e ufficiale).
“Il vero patriota non ama il suo governo. Il vero patriota ama il suo paese e sorveglia il suo governo” ha detto Eberhart.
Eberhart è un cristiano dedito ad istruire il popolo americano a proposito del futuro Nuovo Ordine Mondiale. Ecco qui alcune delle citazioni relative ai Gesuiti che egli ha raccolto:
“La mia storia dei Gesuiti non è scritta in modo eloquente, ma è avvalorata da autorità indiscutibili [ed] è molto particolareggiata e decisamente orribile. La loro restaurazione [dell’Ordine Gesuita][avvenuta nel 1814 ad opera di Papa Pio VII] è sicuramente un passo verso la tenebra, la crudeltà, il dispotismo [e] la morte. … Non mi piace l’aspetto dei Gesuiti. Se mai c’è un gruppo di uomini che ha meritato la dannazione eterna sulla Terra e all’inferno, questo è la Compagnia di [Ignazio di] Loyola”.
John Adams (1735-1826; 2° Presidente USA)
“Secondo me se le libertà di questo paese – gli USA – saranno distrutte, avverrà per la scaltrezza dei sacerdoti Cattolici Romani Gesuiti, perché essi sono i più abili e pericolosi nemici della libertà civile e religiosa. Essi hanno istigato LA MAGGIOR PARTE delle guerre degli USA”.
Marchese de LaFayette (1757-1834; statista e generale francese. Egli ha prestato servizio nell’Esercito Continentale Americano al comando del Generale George Washington durante la Guerra della Rivoluzione Americana).
“La guerra [Civile Americana del 1861-1865] non sarebbe mai stata possibile senza la sinistra influenza dei Gesuiti”.
Abraham Lincoln (1809-1865; 16° Presidente USA)
“L’opinione pubblica è praticamente all’oscuro delle schiaccianti responsabilità dei Gesuiti nell’inizio delle due guerre mondiali – una situazione che può essere spiegata in parte dalle gigantesche risorse economiche a disposizione dei Gesuiti, che conferiscono ad essi il potere in numerose sfere, in special modo dopo l’ultimo conflitto”.
Edmond Paris (Autore del libro The Secret History of the Jesuits)
“I Gesuiti… sono una società segreta – una sorta di ordine massonico – con caratteristiche aggiuntive di rivoltante odiosità, e mille volte più pericolosi” – Samuel Morse (1791-1872; inventore americano del telegrafo, autore del libro Foreign Conspiracy Against the Liberties of the USA)
“[I Gesuiti] sono i nemici mortali della libertà civile e religiosa”.
R. W. Thompson (Ex Segretario della Marina Americana)
“I Gesuiti sono un’organizzazione MILITARE, non un ordine religioso. Il loro capo è il generale di un esercito, non il semplice abate di un monastero. E lo scopo di questa organizzazione è il potere – potere nel suo esercizio più dispotico – potere assoluto, potere universale, potere di controllare il mondo con la volontà di un solo uomo [il Papa Nero, il Superiore Generale dei Gesuiti]. Il Gesuitismo è il più assoluto dei dispotismi [sic] – e nel contempo il più grande ed enorme degli abusi…”.
Napoleone I (Napoleone Bonaparte; 1769-1821; imperatore dei francesi)
“Se risalite la Massoneria, attraverso tutti i suoi Ordini, finché non raggiungete il capo Massone del Mondo, scoprirete che quel terrificante individuo e il Capo della Compagnia di Gesù [il Superiore Generale dell’Ordine Gesuita] sono la stessa persona” – James Parton (storico americano)
“La Compagnia di Gesù [l’Ordine Gesuita] è il nemico dell’uomo. L’intera razza umana deve unirsi per il suo rovesciamento… Perché non c’è alternativa tra la sua totale estirpazione e la corruzione e degradazione assoluta dell’umanità” – Robert J. Breckinridge (pastore ed autore)
“I Gesuiti… sono semplicemente l’esercito di Roma per la sovranità terrena del mondo nel futuro, con il Pontefice di Roma come imperatore… il loro ideale è quello… La semplice brama di potere, di guadagni terreni sporchi, di dominio – qualcosa di simile ad una servitù della gleba universale con essi [i Gesuiti] come padroni – è tutto quel che rappresentano. Forse non credono nemmeno in Dio”.
Fyodor Dostoyevsky (1821-1881; famoso romanziere russo)
Anche se esistono numerosi altri riferimenti alla corruzione e alla scorrettezza della Compagnia di Gesù nel corso della storia, raramente l’argomento è sollevato nell’odierno clima di oppressione e controllo da parte dei media.
Tuttavia, per comprendere il nemico osserviamo i commenti dell’autore di Vatican Assassins, Eric Jon Phelps, che si unisce a noi questa Domenica sulle sponde del Brushy Creek. Il lettore Mike Smith ha detto questo dell’approfondita ricerca condotta da Phelps sull’Ordine Gesuita:
Felice di sapere che sei sulle tracce giuste di chi è a capo della piramide della teoria della cospirazione. Penso che Phelps abbia aperto e chiuso la valigia in senso storico, raccogliendo quasi tutti i libri politici più coraggiosi, rivelatori e SOPPRESSI del 19mo e 20mo secolo. Infatti, il suo libro del 21mo secolo si è ora aggiunto alla grande lista dei CENSURATI.
Tutti lo sappiamo, solo che non ci è permesso dirlo in pubblico, che i Gesuiti e il loro Vaticano non sono che un ordine TEMPORALE del mondo, e la massima istituzione finanziaria mondiale, che opera sotto la copertura di (una sempre più strana e dubbia) religione.
Eric Jon Phelps
Anche se Phelps è stato intervistato da vari spettacoli radiofonici alternativi, tra i quali From the Grassy Knoll, Cloak And Dagger, Frankly Speaking Radio, The Investigative Journal, Peering Into Darkness Radio e Rense Radio, è anche stato evitato dalla stampa alternativa, indicando una riluttanza della cosiddetta “gente dalla mentalità aperta” a trattare direttamente ed equamente con il legame tra i Gesuiti e il Nuovo Ordine Mondiale.
Questa settimana Phelps ha fornito una panoramica di Religione New Age e Gesuiti e una recente intervista eseguita la settimana scorsa per un notiziario alternativo su internet.
Incoraggiamo i vostri commenti sulle affermazioni di Phelps per la confessione di Domenica prossima, perché continuiamo ad esplorare le azioni occulte della Compagnia di Gesù.
Inoltre potrebbe essere interessante indagare e avere i vostri commenti sul sostegno dato dalla Chiesa Cattolica all’immigrazione clandestina in America, e sulle recenti affermazioni fatte al Lou Dobbs Show della CNN da Fr. Rick Ryscavage, un sacerdote Gesuita della Fairfield University, il quale ha detto che il diritto del governo americano a proteggere i propri confini non è assoluto, secondo Roma.
Ecco qui i commenti di Phelps:
D: Quali sono le origini della Compagnia di Gesù/i Gesuiti?
Don Ignazio Loyola
La Compagnia di Gesù nacque grazie ad un nobile spagnolo e membro degli Alumbrados, Don Ignazio Loyola, il 15 Agosto 1534. Nella cappella sotterranea della Chiesa di Montmartre di Parigi, Loyola e i suoi nove seguaci fecero il voto di dichiarare guerra ai Saraceni Musulmani d’Oriente (questa dottrina è molto legata all’attuale “Guerra al Terrorismo” del Papa, definita una “Crociata” dal Coadiutore Temporale Gesuita di Skull e Bones, il Presidente George W. Bush. L’Ordine usò il Massone Napoleone allo stesso scopo, quando questi invase l’Egitto nel 1799, uccidendo infine tutti i Mamelucchi Islamici). Nel 1540 la Compagnia (Loyola e i suoi nove seguaci) fu incorporata nel Papato Romano da Papa Paolo III con una bolla papale. Sebbene legalmente soggetto al Papa, l’Ordine è una “Chiesa nella Chiesa”, una giurisdizione all’interno di una giurisdizione, come l’ha descritta Sir William Blackstone. Una recente spiegazione del rapporto tra la Compagnia e il Papato si può trovare nella connessione tra il Partito Nazista e le SS. Hitler faceva la parte del Papa, Bormann (l’“Eminenza Grigia” di Hitler) fece la parte del Cardinale Segretario di Stato, e la Gerarchia Nazista fu modellata conformemente alla Gerarchia Romana. Le SS erano esterne al potere politico nazista. Himmler era il Generale Gesuita, i suoi Generali SS agivano come i suoi “Assistenti Gesuiti”, le sue SS, vestite di nero come i Gesuiti, furono chiamate “gli uomini in nero”, titolo che fu usato nel film di Hollywood sull’Ordine, Uomini in Nero, nel quale recitava il Coadiutore Temporale Gesuita Tommy Lee Jones – un altro amico intimo del laureato alla Gesuita Georgetown University e membro del CFR William Jefferson Clinton, il “Crociato” dell’Ordine contro il popolo serbo ortodosso.
D: In base alla sua ricerca, quale crede sia l’obiettivo dei Gesuiti?
L’obiettivo della Compagnia di Gesù è consolidare tutta la ricchezza mondiale (comprese tutte le terre e le attività produttive) e tutto il potere (sia spirituale che temporale) nelle proprie mani. Con questi mezzi, l’Ordine cercherà poi di obbligare tutte le nazioni a sottomettersi al governo terreno del “Papa Bianco” di Roma. J. A. Wylie scrisse, nella sua edizione del 19mo secolo di The History of Protestantism, Vol. II, Book Fifteen, pp. 387, 388, 393, 398, 412 e 399, a proposito dei Gesuiti:
“Loyola formò un esercito per conquistare il mondo… Il Generale è la Compagnia… egli può innescare in essi il fanatismo, ispirare loro un’ambizione luciferina e in tal modo pervertire ed indurire le loro anime con massime malvagie e con un lungo e rigoroso addestramento, affinché siano insensibili alla vergogna e al dolore, e accolgano la sofferenza e la morte. Tali furono le armi degli uomini che mandò in battaglia… Ma, inoltre, questi figli di Loyola sono i re del mondo e gli unici eredi della sua ricchezza, degli onori e dei piaceri; ed essi hanno la facoltà di abbattere e trascinare nella polvere – come una cosa vile e maledetta – ogni legge, usanza, incarico sacro e venerabile, autorità augusta e reale si frapponga tra loro e la loro signoria di diritto sull’umanità. Le massime morali dei Gesuiti devono essere messe in atto contro i re così come contro i contadini… essi saranno i signori delle sue terre e dei suoi palazzi, i signori dei corpi e delle anime dei suoi abitanti, e nulla, tra quel che il cuore può desiderare, sarà loro irraggiungibile, se soltanto gli obbediranno [al Generale Gesuita]… Che messe di piani, tumulti, sedizioni, rivoluzioni, torture, avvelenamenti, assassinii, regicidi e massacri ha raccolto il Cristianesimo dal seme gettato dai Gesuiti! E nemmeno possiamo essere certi di aver già visto l’ultimo e il più grande dei loro crimini”.
Lo stesso Ignazio dichiarò che lo scopo dell’Ordine era quello di:
“. . . conquistare a Dio [il Papa di Roma] non solo un singolo popolo, un singolo paese, ma tutti i popoli, tutti i regni del mondo”.
Tale governo secolare deve essere incentrato a Gerusalemme, entro il ricostruito Tempio di Salomone – il Terzo Tempio Ebraico. Loyola innanzitutto tentò di prenderlo ai Musulmani quando fece il suo viaggio in quella città prima di creare l’Ordine (Michael Cervantes, egli stesso spagnolo, caratterizzò satiricamente Ignazio con la sua infame creazione del “pazzo”, Don Chisciotte). L’Ordine cercò il dominio da quel momento fino adesso. Questo si conforma completamente alla profezia biblica che dichiara che il dittatore degli Ultimi Giorni posseduto da Satana — “la bestia” — governerà il mondo per quarantadue mesi prima del ritorno del Signore Gesù Cristo, che poi siederà sul trono di suo padre Davide, governando il mondo per mille anni.
D: Come è rimasto coinvolto nella ricerca sui Gesuiti?
JF Kennedy, ucciso dai Gesuiti
Ci furono tre punti che mi spinsero a scoprire, comprendere ulteriormente e conoscere i Gesuiti. Il primo fu l’assassinio del Presidente Kennedy. Quel giorno, in quarta elementare, vidi la mia adorata maestra, la femminile e dolce Miss Beals, entrare in classe, soffiarsi il naso e singhiozzare. Ci disse poi che avevano sparato al presidente, e che era morto. La totale impotenza che avvertii al momento, vedendo la mia amata maestra sconfortata, mi condizionò profondamente. In seguito, il mio maestro di nuoto alla YMCA, Jack Bath, fu ucciso in Vietnam. Quando dissi al mio insegnante di chitarra, Dan Boyd, della morte di Jack, all’inizio di una delle mie lezioni, Dan pianse amaramente e mi fece andare via, perché Jack era stato uno dei suoi studenti; Dan aveva un ritratto di ognuno di noi sulla sua bacheca, ognuno con la propria chitarra. Aspettai venti minuti buoni in una stanza vicina e potevo sentire i singhiozzi dell’uomo dal labbro leporino che tanto amavo. Queste profonde ferite emotive furono sepolte, ma non guarirono mai.
Poi un giorno, anni dopo, al Bible college, ci fu il secondo elemento. Il mio insegnante di storia, il Dr. Rembert Carter, tenne una lezione sull’assassinio di Abraham Lincoln ad opera dei Gesuiti.

Abraham Lincoln
Il Dr. Carter era considerato il terzo insegnante del paese per la sua conoscenza della storia, e aveva ottenuto il Ph.D alla giovane età di circa 25 anni. Conclusi poi che se l’Ordine poteva uccidere e sbarazzarsi del delitto, allora che accadde a JFK?
Il terzo punto fu l’attacco alla Bibbia Riformata per i popoli di lingua inglese, la Authorized Version del 1611. Molti a scuola leggevano la New International Version e la New American Standard Version, alla quale in realtà non obiettai finché non scoprii che come base di queste nuove “bibbie” era stato usato un testo greco completamente diverso, un testo greco e in volgata latina pro-Gerolamo. Con i Figli di Loyola dietro agli omicidi di Lincoln e Jfk, potevano essi essere i signori dietro a tutte le nuove versioni? In seguito appresi che il Cardinale Gesuita Carlo Martini apparteneva al comitato di traduzione della NIV. Questi legami mi spinsero a dimostrare che l’Ordine era la mente dietro all’omicidio di JFK e quindi alla Guerra del Vietnam, definita la “Guerra del Cardinale Spellman”.
D: Puoi dirci di più sul fondatore dei Gesuiti, Ignazio di Loyola?

Loyola con Papa Paolo III
Ignazio di Loyola fu un soldato dalla volontà d’acciaio. Anche se al massimo nemico della Chiesa del Signore dei Credenti nella Bibbia fu data la massima libertà spirituale, a seguito della grande e gloriosa Riforma Protestante del risorto Figlio di Dio predicata dallo spavaldo e coraggioso credente nella Bibbia Martin Lutero, Loyola merita rispetto come il suo padrone, il diavolo, lo merita (Giuda 9). Ferito nella battaglia di Pamplona, durante la quale comandò l’esercito spagnolo contro i francesi – rifiutando di arrendersi pur di fronte ad una sicura sconfitta – Ignazio ebbe una gamba schiacciata da una palla di cannone. Il comandante francese ordinò al proprio chirurgo di assistere il valoroso guerriero, dopo di che Ignazio venne riportato alla sua famiglia. Guarita la gamba, quando il cortigiano iniziò a camminare scoprì che la gamba era più corta dell’altra. Determinato a rimediare all’imperfezione, LOYOLA ORDINÒ CHE LA SUA GAMBA FOSSE NUOVAMENTE FRATTURATA e riparata chirurgicamente, con un intervento che richiese che fosse SEGATO un osso sporgente. Senza urlare, egli subì la tortura soltanto per scoprire di essere ancora uno sciancato, incapace di indossare gli stivali da cortigiano alti fino al ginocchio. Accertato questo costruì una RASTRELLIERA sulla quale ordinò la distensione della gamba. Dopo avere subito settimane di ulteriore tortura accettò finalmente il suo destino – sarebbe rimasto per sempre uno storpio zoppicante. La sua susseguente possessione demoniaca nella scrittura de Gli Esercizi Spirituali e delle Costituzioni assolutiste dell’Ordine (perfezionate in seguito dal Generale Aquaviva e condannate in toto dal governo francese negli anni del 1760) non è nulla in confronto a questa volontà caratterizzata da una incessante determinazione. È questa caratteristica, subordinata alla volontà del Papa Nero e temperata da assoluta obbedienza prodotta da Gli Esercizi Spirituali ad aver caratterizzato l’infame Ordine Gesuita.
D: In che modo i Gesuiti sono divenuti la superpotenza e la forza guida dietro all’Ordine che lei sostiene siano oggi?
Questa risposta richiede una storia lunga e dettagliata esposta nel mio libro, Vatican Assassins “Wounded In The House Of My Friends” con CD allegato. Il fatto che l’Ordine abbia governato il mondo (tranne alcuni Stati protestanti come l’Inghilterra e i Paesi Bassi) prima della sua Soppressione è indiscutibile. Ma quando Papa Clemente XIV emanò la sua bolla di Soppressione ed Estinzione “Dominus ac Redemptor noster” nel 1773, l’Ordine divenne clandestino. Dalla clandestinità si formò una miriade di società segrete, tra le quali gli Illuminati Bavaresi, mentre l’Ordine otteneva il controllo sugli ordini papali, tra i quali i Redentoristi e i Vincenziani (il sacerdote che diede a JFK l’estrema unzione fu un Vincenziano – Fr. Oscar Huber, supervisionato dai Cavalieri di Malta e dal Vescovo di Dallas-Fort Worth, Thomas K. Gorman). L’ordine ricevette dichiarata protezione da Caterina II di Russia “La Grande” e da Federico II di Prussia “Il Grande”. Il suo protettore segreto fu Re Giorgio III d’Inghilterra. Controllando i Giacobini, l’Ordine lanciò e guidò la Rivoluzione Francese, e portò poi Napoleone al potere, il quale dichiarò le Guerre Napoleoniche attuando una vendetta sui monarchi che avevano osato sopprimere ed espellere la Società dai loro confini – compresi i Cavalieri di Malta. Nell’Agosto 1814 la Compagnia fu ripristinata da Papa Pio VII; da quel momento in poi, essa detenne il controllo sul Papa finché, infine, non lo dichiarò “infallibile” nel 1870. Questa dichiarazione della Infallibilità Papale consentì all’Ordine di controllare l’intera Gerarchia Romana per mezzo di un uomo solo – il Papa. Questo spiega il silenzio di Papa Pio XII durante l’eurasiatica “offerta ardente” di Ebrei da parte dell’Ordine per mezzo delle SS di Himmler – comandate segretamente dal Gesuita tedesco bavarese e confessore di Pio Robert Leiber. La Seconda Guerra dei Trent’anni del Papa Nero (1914-1945) consolidò tutto il potere politico nelle mani dell’Ordine; la Guerra Fredda (compreso il Ponte Aereo sopra Berlino deciso dai due massoni Stalin e Truman per deviare l’attenzione dalle Griselle Vaticane, compresa ODESSA) fu una pulizia dell’Europa e la costruzione della Russia Sovietica, della Cina e del mondo musulmano in preparazione a questa nuova Terza Guerra dei Trent’Anni – la “Guerra al Terrore” del Papa Nero, che ora controlla entrambe le parti in conflitto.
D: Molti credono che il progetto del Nuovo Ordine Mondiale risalga a tempi antichi e dicono che i Gesuiti hanno solo 500 anni. Cosa puoi dire a questo proposito?
Concorderei che il piano di Satana per il Nuovo Ordine Mondiale – governo mondiale di tutte le nazioni sotto il governo del dittatore da lui scelto – è stato in preparazione dalla letterale Caduta di Adamo (Genesi 3). La Bibbia AV1611 chiama questo “il mistero dell’iniquità” (II Tess. 2:7). Tuttavia, con la Riforma del Signore prodotta per mezzo di Lutero abbiamo la demoniaca susseguente Controriforma prodotta grazie a Loyola. In questo modo Satana ha cercato di consolidare ogni potere occulto nelle mani del suo “Papa Nero”. Questo comprende tutta la Massoneria, gli Ordini Crociati, tra cui il Priorato di Sion (che uno degli autori di Holy Blood, Holy Grail dice essere stato conquistato dai Gesuiti nel 1619), i Templari (massoni di alto livello), gli Ospedalieri (Cavalieri di Malta) e gli Ordini Teutonici Tedeschi – riesumati nelle SS di Himmler.
Inoltre, Satana ha sempre cercato di governare il mondo per mezzo di UN SOLO UOMO. Questo fu evidenziato nella sua tentazione di Gesù Cristo, quando al Signore furono offerti tutti i regni del mondo se semplicemente avesse adorato il diavolo (Luca 4:5-6.). Inoltre, poiché viviamo “ai tempi dei Gentili” possiamo attenderci di vedere i Gentili all’apice del potere mondiale, con gli Ebrei Massoni che si limitano a servirli. Questo concorda con Luca 21:24 e Deuteronomio 28:43-44, 64-68. Finché Gerusalemme è sotto il governo Gentile, grazie “ai tempi dei Gentili” – nello specifico, i Gentili Bianchi per gli ultimi cinquecento anni – questi Gentili adoratori del diavolo deterranno le banche e la politica del mondo finché il Signore Gesù Cristo ritornerà per poi governare Gerusalemme, e quindi il mondo, da Sé: “Bisogna infatti che egli regni finché non abbia posto tutti i nemici sotto i suoi piedi” (I Cor. 15:25; Salmo 110:1).
D: È vero che molti leader mondiali, da dittatori a presidenti, sono stati formati dai Gesuiti? E se lo è, puoi nominarci alcune persone in carica che sono state formate dai Gesuiti?
Fidel Castro fu formato dai Gesuiti
Sì. La lista è immensa. Qui ce ne sono alcuni. Marx fu monitorato dai Gesuiti nel British Museum per circa trent’anni; sia Lenin che Mussolini furono formati dai Gesuiti quando si trovavano a Ginevra – il paradiso bancario internazionale dell’Ordine, motivo per cui la Svizzera non va mai in guerra; Stalin fu addestrato dai Gesuiti nel Seminario Ortodosso di Tiflis in Georgia – fatto pubblicamente ammesso dallo stesso “Koba” al giornalista ed Ebreo Massone Emil Ludwig (Cohen). Fidel Castro fu formato dai Gesuiti per sette anni a Cuba, fu posto al potere dalla CIA e consigliato da un Gesuita, Fr. Armando Llorente, durante la rivoluzione. Il massone Douglas MacArthur fu formato dai Gesuiti, secondo un Colonnello dell’Esercito che lo conosceva personalmente. Il Massone Lyndon Johnson fu formato per un periodo dai Gesuiti, come lo fu “il laureato” Presidente Bill Clinton. Don Shula dei Miami Dolphins fu educato dai Gesuiti insieme a Denzel Washington, quel traditore del suo stesso popolo nero. La star di Mash fu formata dai Gesuiti, mentre Martin Sheen (che cambiò il proprio nome adottando quello del Vescovo della Guerra Fredda Fulton Sheen) ha fatto suoi gli Esercizi Spirituali di Loyola e ha recentemente dedicato una nuova biblioteca alla Marquette University dell’Ordine. John C. Gannon, il vero padre del Department of Homeland Security dell’Ordine (la nostra Gestapo americana) fu un membro dei Corpi Volontari Gesuiti, ed è affiliato ad esso, oltre ad essere un ex ufficiale della CIA e un membro del CFR. Pat Buchanan, un Cavaliere di Malta (SMOM), è affiliato al Gesuita John McLaughlin del McLaughlin Group, e fu formato dai Gesuiti a Georgetown, come lo fu il Cavaliere di Malta ed ex Direttore della Cia Geoge J. Tenet – l’uomo incaricato di abbattere il WTC e attaccare il Pentagono con un missile Cruise. Questo è uno dei legami, insieme al Cavaliere di Malta Rudolf Giuliani, che ci permette di collegare l’Arcivescovo di New York, il Cardinale Edward Egan, all’11 Settembre e quindi alla “Guerra al Terrorismo” di Bush. Chris Matthews di Hardball fu formato dai Gesuiti al College of the Holy Cross, e servì per molti anni come assistente di Thomas “Tip” O’Neill, un altro Coadiutore formato dai Gesuiti, assassino di Kennedy, portavoce della Casa Bianca e amministratore del Gesuita Boston College. Il Capo della Federal Reserve Bank Papale di New York – dove è immagazzinato tutto l’oro della nazione grazie al dono fatto da Roosevelt dell’oro di Fort Knox alla Fed, secondo le affermazioni dell’ “l’uomo che aprì Fort Knox”, l’ultimo avvocato Cattolico Romano di Washington, Dr. Peter Beter – è il Presidente del CFR Peter G. Peterson, che ha un dottorato onorario alla Georgetown University. Perfino JFK la frequentò per un periodo, così come fece alla Socialista Fabiana London School of Economics di Londra (l’Ordine lo preparò per la presidenza, ottenne la sua “elezione” e poi lo uccise per essere stato “un tiranno disobbediente ed un usurpatore”). Indubbiamente i Gesuiti formano e influenzano coloro che governeranno per loro conto. Il Dipartimento di Stato pullula di persone laureate dall’Ordine, iniziando dal Gesuita Edmund A. Walsh – il signore di entrambi i tribunali militari dopo la Seconda Guerra Mondiale e sostenitore dell’inquisitore formato dai Gesuiti Joseph McCarthy. Ancora, Wylie scrive a pag. 388:
“Ovunque abbiano impiantato missioni, aperto seminari e fondato college, i Gesuiti sono stati attenti ad inculcare questi principi nelle menti dei giovani, gettando così i semi di futuri tumulti, rivoluzioni [il Movimento per i Diritti Civili dei Neri], regicidi [l’assassinio di JFK] e guerre [la Guerra del Vietnam]”.
D: Si è detto che Adam Weishaupt, fondatore degli Illuminati Bavaresi, fu formato dai Gesuiti. Ma molti fanno notare che Adam Weishaupt lasciò il Cristianesimo. Se è così, in che modo i Gesuiti sono legati agli Illuminati?
Adam Weishaupt
I Gesuiti sono i signori della storia delle cospirazioni. I loro agenti sono sempre nella giusta posizione per reindirizzare coloro che scoprono la cospirazione per un governo mondiale. Uno dei loro massimi inganni è fare in modo che chi cerca la verità se la prenda con la Massoneria, e quindi esclusivamente con gli Ebrei. Questa affermazione sta al nucleo di una delle più efficaci menzogne dell’Ordine – che Adam Weishaupt fu un Ebreo (contrario alle Costituzioni dell’Ordine fino al 1946), che abbandonò l’Ordine Gesuita (era stato insegnante di Legge Canonica e “Teologia Morale” Gesuita all’Ingolstat College in Bavaria – la Bavaria è una delle più potenti roccaforti della Compagnia a nord delle Alpi) e che la sua fondazione degli Illuminati non ebbe assolutamente nulla a che vedere con l’influenza gesuita. Gli storici che sposano questa posizione sono il Gesuita Abbe Barruel nella sua History of the French Revolution e il Cattolico Romano Nesta Webster nelle sue svariate opere, tra le quali Secret Societies and Subversive Movements. Sia Hitler che Stalin, entrambi Massoni – quei martelli pneumatici Gesuiti che collaborarono alla distruzione dei popoli Russo-Ortodossi e Prussiano-Tedeschi – si attennero a questa menzogna Gesuita. Il Massone Winston Churchill, il Socialista Fabiano distruttore dell’Impero Britannico Protestante e della Dresda Protestante (comandò il “Bombardiere Harris” che creò l’orribile tempesta di fuoco e l’incenerimento dei Protestanti Tedeschi) promosse anch’egli questo Gesuitismo, incolpando della Rivoluzione Bolscevica quegli “Ebrei Bolscevichi senza Dio”. Il Coadiutore Gesuita Padre Charles Coughlin fece lo stesso, così come fanno i nuovi Padre Coughlins – Texe Marrs, Michael Collins Piper, Daryl Bradford Smith, Hal Turner, Louis Farrakhan ed innumerevoli altri, troppo numerosi per enumerarli. F. Tupper Saussy ha abbastanza ragione, tuttavia, quando disse nel suo libro Rulers of Evil che Weishaupt fu agli ordini del Generale Gesuita Lorenzo Ricci. Weishaupt che, come “Spartacus”, non lasciò mai l’Ordine e guidò pubblicamente la rivolta degli “schiavi” Gesuiti del Papa.
L’Ordine è stato attentissimo a mantenere la propria “mano nera” guida fuori dallo sguardo nelle storie che riguardano sia la Rivoluzione Francese che quella Bolscevica. In questo momento subiamo circa cento anni di storia censurata sovvenzionata dai Rockefeller e appoggiata dal CFR. Lo stesso è stato fatto con le storie della Seconda Guerra dei Trent’Anni del Generale Gesuita (1914-1945). Il Massone Ebreo Sionista e membro del CFR William L. Shirer è autore del libro The Rise and Fall of the Third Reich – che elimina ogni collaborazione papale nell’ascesa di Hitler, mentre rifiuta di nominare gli uomini Gesuiti nelle SS, tra i quali il Dr. Richard Korherr (il Cattolico Romano “tradizionalista” che mise per iscritto i totali segreti di Himmler degli Ebrei uccisi per Robert Leiber, il Gesuita Tedesco Bavarese e Confessore di Pio XII) e Edmund Veesenmayer (il supervisore di Hitler del Gesuita Ustachis, che uccise un milione di Ebrei e Serbi in Croazia), e Walter Rauff (che lavorò personalmente con i Gesuiti, aiutando gli uomini delle SS a fuggire dall’Europa in Italia attraversando il Passo del Brennero) e Josef Mengele (l'”Angelo della Morte” di Auschwitz, soprannominato “Padre Mengele” all’Istituto Universitario di Francoforte di Biologia Ereditaria e Igiene Razziale). L’inglese Hugh Trevor-Roper nella sua opera Hitler’s Last Days ha fatto lo stesso.
D: Chi sono i Cavalieri di Malta e come si inseriscono in tutto questo?
Il Simbolo dei Cavalieri di Malta
Il Sovrano Ordine Militare di Malta (i Cavalieri di Malta – SOMM) è una società segreta internazionale composta dalla Nobiltà Nera mondiale e dai massimi banchieri, uomini d’affari, politici ed operativi dell’intelligence. Alcuni nomi che potreste riconoscere sono il Senatore della Pennsylvania Rick Santoram; William J. McDonough, membro del CFR ed ex dirigente della New York Federal Reserve Bank; Alexander Haig Jr., il cui fratello Francis è un potente Gesuita; George J. Tenet, John McCone e William “Wild Bill” Donovan – tutti ex capi della CIA; William F. Buckley, membro del CFR ed ufficiale della CIA – assassino di Kennedy – ed ex dirigente del National Review; Cartha De Loach, ex Assistente del Direttore dell’FBI – e assassino di Kennedy; Henry Luce – assassino di Kennedy, il fu capo di Time-Life e comandante del Rockefeller Center, appartenente all’Ordine, adiacente ai quartier generali del SOMM negli USA, la cattedrale di St. Patrick. Elmer Bobst, il fondatore della Warner Lambert farmaceutici (ora Pfizer), fu il padrino della presidenza Nixon e dopo la sua morte donò gran parte delle sue proprietà immobiliari all’Arcivescovo di New York; John DeGioia, membro del CFR e Presidente della Gesuita Georgetown University; Prescott Bush Sr., Prescott Bush Jr. e George H. W. Bush, che ospitò il Gran Maestro dell’Ordine, Andrew Bertie, alla Casa Bianca nel 1988. Mikhail Gorbaciov, ex capo del KGB e negoziatore con il Prsidente George H. W. Bush all’Isola di Malta, che condusse così alla fine la Guerra Fredda nel 1989 (i Cavalieri di Malta ospitarono quell’evento storico). Altri sono Sir St. John Philby, un agente inglese dei SIS e membro Wahhabita della corte reale saudita, che creò il Regno dell’Arabia Saudita nel 1932, costruendo il monopolio petrolifero internazionale del Papa Nero; il figlio Kim Philby, quel caro amico del Cavaliere di Malta James Angleton che fu un ufficiale dell’MI6 inglese, della CIA e del KGB; e Anatoli M. Golitsin, ufficiale del KGB e collaboratore di Angleton nel tradimento di centinaia di agenti CIA nelle mani del Sant’Uffizio dell’Inquisizione del KGB. Altri Cavalieri di Malta sono stati, e sono Frank Sinatra, Sammy Davis Jr. (il primo Cavaliere di Malta nero americano), Gerald Ford, Ronald Reagan (onorario) e Bob Hope, tutti pervertiti sessualmente legati agli schiavi sessuali controllati mentalmente dalla CIA. Altre Dame di Malta sono Clare Boothe Luce – assassina di Kennedy ed ex Ambasciatrice in Italia sotto Eisenhower, il Crociato della Seconda Guerra Mondiale dell’Arcivescovo Spellman, e Phyllis Schlafley, la pandit pseudoconservatrice che costituì la dittatura fascista di destra insieme Rupert Murdoch, Cavaliere di San Gregorio (probabile Cavaliere di Malta) di Fox News Network e membro del CFR. Rupert inoltre è buon amico di un altro fratello membro del CFR, l’Ebreo Massone Sionista George Soros!
I Cavalieri furono scacciati da Napoleone Bonaparte, appartenente all’Ordine, nel 1798, dopo che egli gli rubò tutti i loro tesori e le loro armi per l’invasione dell’Egitto. I Cavalieri ebbero rifugio dallo Zar Paolo I, e all’epoca il Generale Gesuita riuscì a subordinare i Cavalieri al suo Ordine. Da quel momento il SOMM di Russia non sono mai più stati espulsi. Prima e dopo la Rivoluzione Bolscevica, i Cavalieri condussero affari per mezzo della Compagnia Commerciale Greco-Russa, controllata dai Rami Americano e Russo del Gran Maestro. Oggi i Cavalieri Controllano la Comunità Internazionale Unificata di Intelligence (il SVR Russo, la CIA americana, la BND tedesca, la SIS inglese e quella cinese, il Mossad israeliano, l’ISI Pakistano, l’INTERPOL, etc.); la Comunità Bancaria Internazionale del Papa Nero (interessi dei Rockefeller, Morgan e Rothschild); il Commercio Internazionale di Droga ad opera dell’Ordine (protetto dalla DEA eliminando l’opposizione esterna); il Sindacato Internazionale del Crimine Organizzato (Yakuza giapponese, Mafia siciliana, Mafia russa, Mafia israeliana, Mafia americana, ecc., che ripulisce i suoi trilioni di soldi sporchi attraverso la Comunità Bancaria Internazionale dell’Ordine) e ovviamente la Rete Terrorista Internazionale Massonica Islamica del Papa Nero, finanziata dal Sindacato Petrolifero e dal Commercio di Droga del Papa Nero. Anche Fidel Castro è sottoposto al Gran Maestro del SOMM, Andrew Bertie. Il Re Juan Carlos di Spagna – il Re di Gerusalemme – è un Cavaliere formato dai Gesuiti, ha fatto visita ai Bush nel loro ranch di Crawford, Texas.
D: Cos’è l’Opus Dei e come si inserisce nelle cose?
L’Opus Dei è un braccio dell’Ordine Gesuita estremo, di destra, ultramontano, tradizionalista, pro Concilio di Trento e anti-Vaticano II. I suoi membri si trovano in ogni percorso della vita perché, in ultima analisi, sono Coadiutori Temporali Gesuiti. Fondato nel 1928 da Josemaria Escriva, istruito dai Gesuiti, l’Opus Dei svolse un importante ruolo nel rovesciamento della Repubblica Spagnola che aveva espulso l’Ordine nel 1932 e aveva chiuso tutti i conventi dopo che erano stati scoperti migliaia di scheletri di bambini. L’Opus Dei partecipò alle Ratlines papali Vaticane che evacuarono i più importanti nazisti in Sudamerica. L’ultimo segretario personale del Presidente cileno pro-nazista Augusto Pinochet fu un membro dell’Opus Dei; la Heritage Foundation ha membri appartenenti all’Opus dei e al SOMM; la più grande spia americana, Robert Philip Hanssen, appartenne all’Opus Dei; infatti Hanssen fu all’apice della International Intelligence Community del Papa Nero, che agiva per FBI, CIA, NSA e KGB, come faceva il grande traditore e capo della contro-intelligence di SOMM e CIA James Jesus Angleton – la vera talpa della CIA! L’Opus Dei fu coinvolta nello Scandalo Bancario Vaticano ed è stata implicata nell’omicidio di Roberto Calvi secondo le autorità italiane. L’Opus Dei, “l’opera di Dio”, serve il Superiore Generale Gesuita Peter Hans Kolvenbach “per la massima gloria di Dio”, il Dio che siede sul Soglio di San Pietro.
I Gesuiti e il Movimento New Age
Eric Jon Phelps, 27 Aprile 2006
Il Movimento New Age si trova in quasi ogni percorso della vita nell’America del Quattordicesimo Emendamento. Siamo accostati alle sue dottrine sataniche, che si trovano in ogni forma di arte, inclusa la letteratura, la filosofia, la storia e la musica; siamo oppressi dalle sue usurpazioni inchiodate in ogni denominazione religiosa e permeate in ogni aspetto culturale. Osserviamo la sua negazione degli assoluti biblici e la sua ossessione per il relativismo, sia essa l’impressionismo di Van Gogh o l’esistenzialismo di Picasso; siamo incantati dalla sua prosa antropocentrica grazie alle liriche del Cavaliere inglese ‘Sir” John Lennon, immaginando che “non ci sia inferno”, e dei Cavalieri di Malta Frank Sinatra e Sammy Davis Jr., che vincono la vita “a modo loro”.
Ci fidiamo ciecamente della sua efficacia quando accettiamo la nostra moneta corrente impostaci nel 1933 – l’anno della bancarotta programmata americana – dal Massone di 33° Grado Franklin D. Roosevelt, la cui carta era ornata da simboli massoni; e siamo costantemente programmati ad attendere l’arrivo di un salvatore immorale ma mortale, un ritorno dello Jedi, l’apparizione di un Terminator, oppure sono i Neo che escono da matrix (il grembo di Maria – “la madre di Dio”), tutti loro ottengono una vittoria duratura grazie al potere della loro “Spontanea Volontà”, sollevandosi dalla loro posizione con l’aiuto di signori occulti. Ma per il serio cercatore della verità sorge la domanda: “Da dove giunge questa influenza nefasta, e tuttavia intangibile, che ha permeato tutte le cinque porte della percezione?”.
La risposta si trova in primo luogo nella natura stessa dell’uomo, quella natura a cui tutti noi siamo nati legati – con una sola eccezione. In verità, egli commette continuamente il peccato, “è il servo del peccato”. Scartando la religione ateista, socialista-comunista, evoluzionista, egiziana sposata dall’Accademia americana, troviamo che in ogni uomo è innato il male; i suoi desideri sono egoistici, servono alla soddisfazione della sua carne malvagia; il suo obiettivo è l’autoglorificazione a spese di ogni governo; il suo fine è l’inesplicabile – l’enigma della morte fisica – quella personalissima esperienza della seconda legge della termodinamica inaugurata dalle parole pronunciate da Colui che deve venire, che la contraddizione di tutta la New Age si propone di presentare come vera – che tutto progredisce in un progresso eterno di perfezione opera dell’uomo.
Questo, caro cercatore della verità, è la religione del Gesuitismo. Perché per la Compagnia di Gesù nulla è assoluto, salvo la parola del superiore si ogni Figlio di Loyola. I popoli che il Gesuita Superiore cerca di ridurre alla miseria e alla schiavitù della gleba, dopo le quali saranno mantenuti sotto il potere spirituale e temporale del Papa, devono essere sedotti dalle conseguenze del peccato e della morte dalle proprie passioni; L’Ordine presenta deliberatamente queste tentazioni, modellate perché perseguano i loro sinistri fini -“ad majorem dei gloriam” – per la più grande gloria di dio; quella “più grande gloria” è l’aumento del potere terreno del Pontefice Gesuita di Roma.
Quindi non dobbiamo spaventarci se scopriamo che tutte le induzioni commercializzate al peccato e al crimine sono nelle mani della Compagnia di Gesù. Sono le droghe, che desiderate? Perché l’Ordine si è preoccupato molto di perfezionare l’orrenda alleanza tra Mafia e CIA, riempiendo ogni città di panacee che legano la mente, senza vietare nulla? Volete sesso e alcool? Perché il Cavaliere di Malta Cattolico Romano Joseph P. Kennedy perfezionò il business, aiutato dal criminale Frank Costello, ed entrambi ricevettero la benedizione dell’Arcivescovo di New York Cardinale Francis Spellman? Costello donò le costose porte che adornano la Cattedrale di St. Patrick. L’Ordine fornisce un abito elegante ad ogni gusto, comprendendo tutte le sfaccettature della natura umana – peccatrice, caduta, del tutto depravata – in conformità ai suoi “presuntuosi peccati”. Tuttavia in ogni abito è nascosto lo stesso gancio mortale che, quando è inserito,trascina la sua vittima nella conclave ultima del Movimento New Age di Satana.
Siamo tutti uomini morti in Adamo, accecati dal diavolo, schiavi del peccato, che odiamo Dio, condannati nel nostro stato naturale, destinati all’inferno eterno, del tutto impotenti e incapaci di riguadagnare la nostra condizione perduta, il tutto mentre ci deliziamo dell’illusione di essere i padroni delle nostre navi, con il potere di tramutare in realtà con le nostre azioni qualsiasi cosa vogliamo, attaccandoci alla religione di Caino che proclama: “la mia spontanea volontà ha prodotto il frutto delle mie mani, che deve essere accettabile per un dio che in realtà non credo esista”. “Il Gesuita è maestro nel mettere in moto le depravate ed illuse “Spontanee Volontà” di milioni di peccatori destinati all’inferno. Per questo motivo il pontefice massone dell’Ordine del 19mo secolo, Albert Pike, fu il difensore della “Spontanea Volontà”, difesa nel suo Morals and Dogma. Il Gesuita deride coloro che osano credere di avere il potere di resistere al male senza avere il biblico Spirito di Dio che risiede nei veri credenti in Cristo Gesù; egli manda un altro Massone di alto livello e maestro OTO, Aleister Crowley, a predicare il fondamento di “sesso,droga e rock and roll”, la glorificazione della “spontanea volontà dell’uomo” che riecheggia: “Fate quello che volete, perché la legge è tutta qui!”.
Il Gesuita Pierre Teilhard de Chardin
Non può esserci assoluto in alcun luogo, tempo, modo o termine, altrimenti il “Mistero dell’Iniquità” del diavolo sarà intralciato e le inclinazioni deplorevoli, genocide dell’uomo potranno essere contenute. Le due grandi massime del demoniaco Movimento New Age sono la fede nella “Spontanea volontà” indomita, primeva che tende al razionalismo, all’evoluzione, all’ateismo e al socialismo; e la dottrina dell’universalismo secondo la quale tutte le strade conducono alla beatitudine eterna, quando in realtà portano a Roma, ai piedi del Papa; a quel punto, “ogni creatura umana deve essere soggetta al Pontefice di Roma”. Il Gesuita occhieggia nell’ombra, spronando i popoli ad agire secondo le sue massime. Sì, caro cercatore della verità, il Movimento New Age del Maligno è il cuore di ognuno di noi; il diavolo, per mezzo del suo Gesuita, gioca con la nostra “Spontanea Volontà” per esaudire il suo sogno di sempre, quello di governare il mondo dal ricostruito Tempio di Salomone. In questa luce capiamo perché il padre del Movimento New Age Movement altri non è che l’infame Gesuita Pierre Teilhard de Chardin!
Per altri articolti informativi visitate www.arcticbeacon.com
Greg Szymanski – Greg ha anche il suo spettacolo quotidiano sul Republic Broadcast Network. Visitate www.rbnlive.com Greg Szymanski è un giornalista investigativo indipendente, e i suoi articoli possono essere letti su www.LewisNews.com. Egli scrive anche per American Free Press e ha il suo sito, www.arcticbeacon.com
Ascoltate la mia trasmissione radio il Lunedì sera alle 8 ora del Pacifico su LewisNews, ricomincia il 1° Gennaio 2006 Radio http://webs.lewisnews.com/radio/index.html. Greg appare regolarmente anche su Rense.com il primo Martedì di ogni mese, tra le 9 e le 10 ora del Pacifico.


Fonte

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.