A guardare le borse…i problemi dei PIIGS sarebbero stati magicamente risolti…

Stampa / Print

In questi ultimi due mesi è stato raggiunto il livello “massimo relativo” di IRRILEVANZA dei Dati MACRO-SOCIO-ECONOMICI rispetto alle “mitiche Borse”.
Vedi oggi per esempio:

Germania: -3,4% m/m per gli ordini all’industria manifatturiera a dicembre, peggio delle attese (per -1,8%)

Se vuoi un interpretazione Macro-pragmatica del dato vedi MERCATO LIBERO

Invece sull’Italia senza timoniere ed in balìa dei flutti….stendiamo un velo pietoso, come vi descrivevo in Feudalesimo Italiano (reloaded)

Le piccole e media imprese ancora in affanno (N.d.R. le principali vittime sacrificali della globalizzazione…)
Cellino: i nostri timori sono purtroppo stati confermati: l’economia sta frenando, le prospettive per i primi sei mesi dell’anno non sono buone e anche i mercati esteri stanno rallentando….

Occorrono subito misure decise per rilanciare la domanda interna, ridare fiato alle imprese e prospettive di crescita all’export. Per fare tutto questo, serve prima di tutto una politica concreta, che guardi al Paese reale e non ad altro. Rischiamo di scivolare nuovamente nella recessione”……

Lo scollamento dei dati fondamentali&news rispetto alle Borse è particolamente rilevante in riferimento al Mondo-PIIGS
– I problemi del PIIGS-debito sono ancora INTATTI in tutta la loro enorme gravità
– Grecia ed Irlanda sono FALLITE de facto
– Spagna e Portogallo ci sono vicine
– La UE non riesce a trovare accordi in merito e questo week-end tutti hanno mandato a cagare l’asse Franco-Tedesco

– IMF Projections Show EU-IMF Funding Not Big Enough
Merkel And Sarkozy Fail In Pitch To Save The Euro As All Their Friends Turn Against Them
EU summit divisions reignite euro jitters
Opposition to German-French proposals to boost the lending capacity of the euro-zone’s rescue fund in return for tougher budget rules and other controversial concessions help reignite worries about the region’s debt crisis.

– I dati macro-economici e le prospettive dei PIIGS rimangono DESOLANTI come prima più di prima
da non perdere in questo BLOG La posta viene alzata sempre di più

Eppure le PIIGS-Borse (e non solo) continuano a salire come forsennate, trainate proprio dai Bancari “immerdati” di PIIGS-robaccia…

Potenza dei flussi di capitali (una variabile che coinvolge l’1% della popolazione mondiale…) che da un po’ di tempo a questa parte (per svariate ragioni) stanno uscendo dai mercati emergenti (sui quali hanno già fatto lauti guadagni) e da altri assets che hanno corso al fulmicotone…
per cercare di spremere nuovi gains dai più trascurati mercati “maturi” ….ed in particolare dai settori più mazzulati (leggi financials).

Come sempre si assiste ad un vero e proprio video-gioco “virtuale&gestionale” dove i coca-cow-boys impostano dei parametri
e poi tutto si muove di conseguenza, in modo spesso slegato dalla realtà.

Poi un giorno tutti si svegliano di colpo: non è più possibile spremere i limoni e dunque PATATRAC…le locuste si ritirano in attesa di tornare alla carica….

The Stock Market Looks Like 2000 And 2007 All Over Again
(in entrambi i casi io c’ero…come trader….in prima linea ……ma state tranquilli: attualmente la bolla è ancora in fase ascendente)

Tanto per mettere in prospettiva una VORAGINE a caso….
ovvero l’Irlanda (in default come la Costa d’Avorio….ma fortunatamente iscritta al “Club” dei “tamponati ad ogni costo”….)
vediamo un po’ come in realtà sarebbero stati risolti i suoi PIIGS-Problemi, stando a quanto ci raccontano le Borse di Toro Ab-norme
FATTE LE DEBITE PROPORZIONI
una SINGOLA banca irlandese ovvero Anglo Irish con la sua perdita da 34 miliardi di euro
in USA corrisponderebbe ad una voragine da 3.400 miliardi di dollari (circa…)…3,4 trilioni di $….
Chissà quanto ci metteranno gli Irlandesi, i loro figli, nipoti e pronipoti…a riempire questa VORAGINE….ma è comunque una questione “ben poco rilevante” per la categoria intoccabile dei big-investors globali.

Ireland fact of the day

A single bank, Anglo Irish, which, two years before, the Irish government had claimed was merely suffering from a “liquidity problem,” faced losses of up to 34 billion euros.
To get some sense of how “34 billion euros” sounds to Irish ears, an American thinking in dollars needs to multiply it by roughly one hundred: $3.4 trillion.
And that was for a single bank.
That is from the new Michael Lewis piece on Ireland, hat tip to Daniel Lippman.

Irlanda: fuga record dai depositi bancari, in un mese +50%

Godetevi (si fa per dire…) le mie slides in merito all’Irlanda, presentate il 20 Novembre scorso al BlogEconomy Day.
Beneinteso: sono assolutamente contro-indicate per chi voglia cavalcare la “fase ascendente della Bolla”….

CLICCA SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRLE

Detto ciò…naturalmente BUONE SCOMMESSE A TUTTI….:-)
Il nostro Network di Mercato Libero offre proprio il vantaggio di darvi SVARIATI APPROCCI COMPLEMENTARI: in questi ultimi mesi…CHI meglio del BLOG MERCATO LIBERO è riuscito ad interpretare le tendenze rialziste dei Mercati?
(con la dovuta saggezza e prudenza)

Il Semaforo Motivazionale è ancora ROSSO

Sostieni l’informazione indipendente e di qualità


Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *