LESIONI:CONNETTIVINA CREMA ED ACIDO IALURONICO

Stampa / Print

Cari amici, ho notato che tra le vostre ricerche più frequenti vi è l’acido ialuronico e le sue principali caratteristiche, nonchè i migliori prodotti farmaceutici da banco che lo contengono: la vostra scelta è ben oculata e accettata, eprchè l’acido ialuronico è una molecola totalmente efficace, innovativa, naturale e completamente anallergica!

                                                         
                                                                CONNETTIVINA

Se avete letto già il mio post che ho pubblicato qualche mese fa su questa sostanza, già saprete quali sono le ottime ed applicative proprietà di questo acido naturale, nel caso vi invito a rileggerlo velocemente così capirete meglio quello che sto per descrivervi invece in quest’altro post: la Connettivina.
La Connettivina è un medicinale da banco ( se volete vi invito anche a leggere il mio articolo su cosa è un farmaco da banco ) che si può presentare sotto forma di crema, garze ed ovuli vaginali: l’azione terapeutica sfrutta in pratica una delle caratteristiche proprietà farmacologiche tipiche dell’acido ialuronico, cioè la sua capacità di cicatrizzare le ferite, favorendo velocemente la sintesi di nuovo tessuto connettivo che andrà a riparare in modo efficente la nostra lesione, la quale può essere una ferita, un taglio od una semplice abrasione. E’ indicata anche su ustioni.

                                                               
                                                                         POSOLOGIA

La posologia è molto semplice: dopo aver disinfettato la ferita con una garza sterile ( l’acqua ossigenata è meglio ), partendo dal centro della lesione verso l’esterno, la si asciuga tamponando sempre con una garzina e si applica alla mattina ed alla sera prima di coricarsi la crema, stendendo un velo uniforme di essa sulla lesione, dopodichè si può ricoprire il tutto con una garza sempre sterile di tessuto non tessuto.
Questo trattamento però lo riserverei per quelle ferite non infette: l’infezione è riconoscibile comunque dalla presenza in superficie di pus giallo; in questo caso, dopo disinfezione, occorre applicare una polvere o crema cicatrizzante contenente un po’ di antibiotici, tipo Streptosil e Cicatrene.

Che dire, se vi siete procurati una lesione piccola o una semplice abrasione superficiale non infette allora potete optare per la Connettivina, col vantaggio che, essendo acido ialuronico, non è irritante ne allergico ( proprio perchè lo produciamo anche noi ed è alla base del nostro tessuto connettivo ), per cui è adatto anche a bambini ed anziani.



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *