Riusciranno i Cavalieri della Tavola Rotonda del Cicap, capitanati da Attivissimo… (I puntata)

Stampa / Print
…a sconfiggere il Male del complottismo non ufficialista?
“Prima spezzettano ad arte il discorso, fino a portarti a discutere ossessivamente di un singolo bullone, poi, quando si trovassero in difficoltà anche su quello, interviene un altro di loro – mai la persona che è in difficoltà, nota bene – che si inserisce con una variante qualunque, a cui quasi tutti abboccano regolarmente, riuscendo così a portare a casa ogni volta il suo prezioso 0-0.
Tieni presente infatti che per il debunker di professione – non sto parlando di chi discute in buona fede, ma di chi lo fa per partito preso – non interessa affatto riportare la vittoria: lui si accontenta regolarmente di “annullare” ogni attacco avversario, per cui punta allo zero a zero fin dall’inizio.”
(http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=1363)
Questa interessante immagine calcistica di Mazzucco sui debunker è un’allegoria di quella che abbiamo identificato come la iperselettività di Paolo Attivissimo seguita da generalizzazione indebita: scegliere accuratamente le cosucce, i problemucci più facili da smentire o quelli che si sente di poter smentire – perché quelli che gli creano difficoltà e quelli decisivi spesso li lascia perdere in partenza. In questo modo poi “può permettersi” (per modo di dire!) di affermare, arbitrariamente, di aver portato a casa la sua vittoria sull’avversario complottista, può dire che il suo babau, il suo uomo nero, è ritornato nella tana e non spaventa più nessuno. Ma nel caso di Attivissimo proporrei qualche modifica alle immagini proposte da Mazzucco: Attivissimo spesso non si accontenta dello 0-0.

Non si accontenta del pareggio: Attivissimo, il cavaliere della tavola rotonda, vuole la vittoria a tavolino. A volte è come un calciatore che fa denunce ingiustificate di falli, di scorrettezze, di doping agli altri calciatori – per poter portare a casa la sua vittoria a tavolino – e intanto però è lui stesso che fa i falli, le scorrettezze, che lancia di tanto in tanto le sue calunnie, le sue provocazioni. Oppure a volte denuncia il pubblico, sempre per portare a casa le sue vittorie a tavolino. Peccato per lui che chi decide la vittoria a tavolino non è qualche singolo arbitro a cui lui può fare appello, ma il pubblico. E se c’è un pubblico che può concedergli la vittoria è solo quello dei suoi cultori sfegatati, dei suoi svenevoli ammiratori e degli utenti di passaggio di questo nuovo Artù, i quali a volte abboccano alle sue stesse instancabili declamazioni di vittoria, anche quando sono giustificate solo dalla sua vanità, dalle sue induzioni fallaci, dalle sue generalizzazioni indebite…
Prosegue qui.
Fonte: http://bufalattivissimo.splinder.com/post/21248832/riusciranno-i-cavalieri-della-tavola-rotonda-del-cicap-capitanati-da-attivissimo-i-puntata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *