Stampa / Print

Lo spread fra BTP e Bund è in calo. Bene, il debito costerà di meno agli italiani …

BALLE ….. E’ APPENA PARTITO UN PROCESSO DRAMMATICO PER I DETENTORI DI OBBLIGAZIONI,

Infatti i rendimenti del bund tedesco sono in salita (poveretti coloro che hanno in pancia BUND a 10 anni, i prezzi continueranno a crollare).

I tassi in germania erano troppo bassi, un loro innalzamento, EVITANDO un innalzamento del costo del debito nei paesi dei PIIGS NON PUO’ CHE ESSERE CONSIDERATO UNA BUONA NOTIZIA…SPECIE PER I MERCATI PIIGS OVVIAMENTE.

Ecco spiegato scientificamente il rialzo della BORSA DOMESTICA DI OGGI e la sottoperformance di quella tedesca.

MERCATO LIBERO CREDE CHE QUESTO FENOMENO POTRA’ CONTINUARE E SE VERRA’ BEN GESTITO DA PARTE DELLA BCE potrà essere molto positivo per i mercati Europei, portando il dax fino a ridosso degli 8000 e il nostro indice a 26.000 nel corso del 2011.

I finanziari domestici saranno da prediligere (con in testa Unicredito), ma anche gli assicurativi, con in testa Fondiaria

OVVIO CHE SE IL RIALZO DEI TASSI USA E TEDESCHI sarà troppo violento I mercati lo prenderanno male, IN QUANTO POTREBBE SIGNIFICARE UNA MANCANZA DI FIDUCIA NEL SISTEMA E IN UNO SCOPPIO DELLA BOLLA DEI BONDS.

Per ML non è così. E’ solo l’arrivo CALCOLATO e VOLUTO di una “sana” inflazione che brucia il potere d’acquisto di quegli italioti con i soldi sotto il cuscino o sul conto corrente a tassi prossimi allo 0!

Fonte: http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/2010/12/tassi-dinteresse-in-salita-preoccupati.html

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.