Paolo Attivissimo si nasconde dietro un pc…

Stampa / Print
Mi stavo accingendo alla stesura del VII° atto de: “Le bufale di Attivissimo”, ma qualcosa mi ha impedito di procedere…
L’oggetto d’interesse della tragedia in 13 atti è il “Dossier sul WTC7”, scritto da Paolo Attivissimo, il controverso edificio crollato l’11 settemre 2001, alle ore 17:20.
La dinamica del suo crollo non è ancora riportata a distanza di sei anni (tra pochi giorni), sulla versione ufficiale dei fatti del 9/11.
Finora ci sono le indagini del NIST e della FEMA (due organi ufficiali), comunicate attraverso i loro rapporti.
Sulla base di questi rapporti, Attivissimo e il suo staff del blog “undicisettembre”, hanno scritto in un famigerato “Dossier sul WTC7”, dell’impossibilità che una demolizione controllata sia avvenuta traendo conseguenze in maggioranza da loro opinioni, riflessioni, deduzioni, senzazioni e sentori.
E’ giusto scrivere che una determinato fatto sia accaduto, quando non si hanno prove né dimostrazioni per farlo, se non attraverso forzate interpretazioni e omissioni, portando l’attenzione di un lettore su particolari e dettagli inducenti un crollo di un edificio di 47 piani, al fine di creare nel suo immaginario un’illusoria verità?
Credo di no, questo non è giusto.
La mia tragedia de “Le bufale di Attivissimo”, è arrivata al VI atto, non posso continuare perchè Attivissimo, ne ha inibito il link.
Non è la prima volta che minaccia la condivisione dei dati, è la terza!
Che spirito di verità è questo?
Vuoi fare conoscere una tua verità, senza permettere ad alcuno di sentire critiche o commenti suoi tuoi manufatti, Attivissimo?
Io accetto critiche e commenti, nel suo blog l’ho fatto e mi sono anche sentito dare del “boccalone”, dopo una mia replica mi sono visto cancellare il commento che oltra ad essere una battuta in tema non portava volgarità…
Il commento dell’altro non venne cancellato: questa è incoerenza.
Se dimostra di essere così incoerente, perchè, per quanto scrive nel suo blog, dovrebbe essere il contrario?
Paolo Attivissimo vuole dimostrare che non esiste nessuna congiura organizzata se non dai terroristi, dietro gli atti del 9/11.
Va bene, ci stò, ma per lo meno con spirito di autocritica e raziocinante sottomissione verso la scoperta della verità…
Non preconcettualmente: una mattina ti svegli e dici “…e se fosse tutto una bufala”, e allora ti attivi perchè le prove che torvi qua e là dimostrino quello che in realtà hai scelto già a che conclusione portino.
Non è un metodo.
Quanto più non accetti la critica, tanto più la tua teoria fa acqua da tutte le parti, come la versione dl 9/11.
Nei 6 atti scritti finora, non ho voluto influenzare il lettore con commenti e suggerimenti, ma ho cercato di portare l’attenzione a determinate parole e frasi di Attivissimo che porterebbero una persona critica a dubitare fortemente della correttezza del blog. Questo perchè riporta fotografie che lui commenta a seconda di ciò che voglia indicare in quella circostanza, non solo: le frasi, le parole, i titoli delle sezioni e, peggio di tutti il titolo stesso del suo dossier.
Coloro che scrivono su internet, stanno dietro ad un computer, ma nonostante questo il confronto è diretto, perchè invece Attivissimo elimina commenti, link o nasconde i suoi operati?
Forse mentre scrivo li sta modificando, perchè si è reso conto dei “buchi” che ci sono.
Attivissimo illude la gente nel rappresentare una verità.
E pensare che mi apostrofò redarguendomi sul leggere il suo dossier.
Ora il suo dossier non posso leggerlo…

Fonte: http://bugietotali.blogspot.com/2007/09/paolo-attivissimo-si-nasconde-dietro-un.html

Leggi altre notizie su Paolo Attivissimo nello “Speciale Paolo Attivissimo” – clicca QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *