L’acamprosato previene la ricaduta nell’alcolismo

Stampa / Print
Rösner S, Hackl-Herrwerth A, Leucht S, Lehert P, Vecchi S, Soyka M. Acamprosate for alcohol dependence. Cochrane Database of Systematic Reviews 2010, Issue 9. Art. No.: CD004332. DOI: 10.1002/14651858.CD004332.pub2Una nuova revisione sistematica Cochrane dimostra che l’acamprosato, farmaco usato nel trattamento dell’alcolismo, è efficace nel ridurre il numero di pazienti alcolizzati che ricadono nel vizio, quando utilizzato in aggiunta ai trattamenti non farmacologici. L’Organizzazione Mondiale della Sanità riporta che l’abuso di alcol è alla base del 75% di tutti i casi di tumore all’esofago, può causare malattie del fegato, epilessia, oltre che incidenti stradali e omicidi. E’ quindi una importante questione di salute pubblica per la quale sono disponibili alcuni trattamenti terapeutici. In particolare, per prevenire i casi di ritorno all’alcolismo vengono utilizzati l’acamprosato e il naltrexone,in associazione ad interventi psicosociali. I ricercatori hanno analizzato i dati di 24 studi randomizzati controllati, considerati il “gold standard” per gli studi clinici. Questi studi hanno coinvolto quasi 7 000 pazienti con dipendenza da alcol già sottoposti a terapie psicosociali. I ricercatori hanno dimostrato una riduzione del 14% del rischio di ricadute nei pazienti trattati con acamprosato rispetto al controllo (placebo). Tradotto in numeri assoluti, l’acamprosato previene il ritorno all’alcolismo in un paziente ogni nove trattati. Inoltre il gruppo di pazienti che assume l’acamprosato aumenta il periodo di astinenza in media di tre giorni rispetto al gruppo di pazienti che non lo assume. L’unico effetto collaterale associato a questo trattamento è rappresentato dalla diarrea. “L’acamprosato non è certamente la bacchetta magica per combattere l’alcolismo, ma è un trattamento efficace e sicuro per i pazienti che cercano di smettere di bere.”Afferma il capo ricercatore Susanne Rosner dell’ospedale psichiatrico dell’Università di Monaco, in Germania. “ Il beneficio osservato in questi studi è limitato ma importante, perché si aggiunge a quelli legati alle terapie non farmacologiche.” I ricercatori sottolineano la necessità di una corretta e completa informazione ai pazienti che devono scegliere una strategia terapeutica rispetto ad un’altra. “I pazienti potrebbero esprimere dubbi o riserve nell’adottare una strategia terapeutica che prevede l’utilizzo di una sostanza, in questo caso un farmaco, per trattare la dipendenza da un’altra” dice la Rosner. Se però non hanno particolari timori e vogliono aumentare le chance di liberarsi dall’alcol, è importante che abbiano a disposizione questo trattamento di provata efficacia

Fonte: http://www.partecipasalute.it/cms_2/node/1552

1 comment for “L’acamprosato previene la ricaduta nell’alcolismo

  1. 23 novembre 2010 at 14:05

    Gracias muchas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *