Gordon Brown e l’ “Inesistente” Governo Globale

Stampa / Print
“L’etica globale puo’ infondere l’equità e la responsabilita’ che è necessaria affinchè queste istituzioni lavorino, ma noi non dovremmo perdere l’occasione durante questa generazione, questa decade in particolare, con il Presidente Obama in America, con gli altri popoli che lavorano con noi in tutto il mondo, di creare delle istituzioni globali per l’ambiente, e per la finanza, e per la sicurezza e lo sviluppo, che diano un senso alla nostra responsabilita’ per gli altri, il nostro desiderio di unire insieme il mondo, e il nostro bisogno di affrontare i problemi di cui tutti sono a conoscenza”

Gordon Brown sta parlando di ciò che molti chiamano Governo Globale, o quando senza usare mezzi termini, Governo Mondiale. Simili dichiarazioni sono fatte da membri del Council on Foreign Relations (CFR) come Fareed Zakaria, che regolarmente contribuisce alla propaganda sul “Newsweek” in articoli come Writing the Rules for a New World (Scrivendo le Regole per un Nuovo Mondo).
I problemi globali, loro sostengono, necessitano di soluzioni globali. Problemi globali come la pandemia dell’influenza suina H1N1, che si è scoperto poi essere oltre modo promossa dall’industria del settore.
Problemi globali come la corrente crisi economica, perpretata dalle vere istituzioni finanziarie ed organismi di regolamentazione che ricercano un’autorità supplementare e una consolidazione con anche meno tutela di prima. Difatti, stanno proponendo un Governo Globale per risolvere quei problemi, che loro stessi stanno creando.
Si tratta di persone immensamente potenti, coloro che restano degli imperi Europei e coloro che sono sottoprodotti del “Manifesto Destino” americano che cercano di ottenere un consolidamento globale attraverso queste “istituzioni globali”
Ma cio’ che Gordon Brown dice all’inizio è assolutamente giusto. I mezzi di comunicazione permettono loro di capire e risolvere i problemi più rapidamente e più efficientemente. Cio’ che egli propone, tuttavia, è togliere alla gente questo potere dell’ uomo e canalizzarlo attraverso delle elitarie e controllate “istituzioni globali”. Cio’ che è piu’ offensivo è che cio’ che egli porta ad esempio per ottenere la nostra simpatia e supportare la sua richiesta di un’istituzionalizzazione globale, è tutto artificioso, architettato, o perpetrato dall’élite da lui rappresentata.
La Guerra del Vietanam è stata fatta dagli Americani. La morte della dissidente Iraniana Neda è avvenuta durante disordini spalleggiati dagli USA in Iran. Il riscaldamento globale ha inoltre rivelato di essere una frode assoluta, con le banche che commerciano il carbonio e che hanno messo un “carbon clock” (orologio del carbonio, N.d.t) per poi essere prese defraudando il mercato del carbonio ancora non estratto prima che il vero problema cominci davvero.
Gordon Brown: Wiring a web for global good
Gordon Brown è un astuto venditore. Egli ha qualcosa di una tale assoluta inutilità, di cosi discutibile qualita’, e cerca di vendertelo a tuo proprio danno e a suo proprio beneficio. Un uomo come questo, non importa quanto possa apparire bene, non importa come possa esserti presentato, non importa quanto le sue diapositive possano essere accattivanti, ma restera’ sempre un venditore che cerca di truffarti.
Il mondo sta già divenendo un posto migliore, dove l’immensa corruzione e i criminali che la operano sono visibili, e la marea della giustizia e dell’uguaglianza si sta trasformando perché decentralizzata, grandi sforzi, utilizzando la tecnologia, la comunicazione, e ben presto, produzione personale. .Non lasciate che i venditori di auto usate come Gordon Brown vi convincano di consegnare questa grande uguaglianza a lui e alle sue “istituzioni globali”.
Tradotto per Voci Dalla Strada da Ludovica M.

Fonte: http://www.vocidallastrada.com/2010/09/gordon-brown-sull-inesistente-governo.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *