Vaccinare il mondo: Gates, Rockefeller Cercano la Riduzione della Popolazione Globale

Stampa / Print
Old-Thinker News | 4 Settembre 2010
di Daniel Taylor

traduzione: http://nwo-truthresearch.blogspot.com
L’élite globale ha lanciato un’operazione su scala mondiale contro una popolazione inconsapevole al fine di ridurre e controllare la fertilità. Al fine di raggiungere questi obiettivi sono stati modificati i vaccini al pari delle principali colture alimentari.
Se tu non riesci a credere che una tale impresa sia possibile o che vi siano esseri umani che ne siano desiderosi e capaci, guarda indietro nel tempo, questo tipo di cospirazione non è nuova; infatti questo tipo di controllo fu idealizzato da Platone circa 2300 anni fa nella sua opera di grande importanza La Repubblica. Platone scrisse che la società dovrebbe essere guidata da una classe dirigente “…il cui obiettivo sarà quello di mantenere la media della popolazione”. Egli inoltre dichiarò:”Ci sono molte altre cose che dovranno prendere in considerazione, come gli effetti delle guerre e delle malattie e ogni intervento simile, al fine di fare il possibile di evitare che lo Stato diventi troppo grande o troppo piccolo.”
Le attività della classe dirigente nel controllo della popolazione, scrive Platone, devono essere tenute segrete. Egli scrive:”Ora questo dovrà essere un segreto che solo i governanti conoscono, o ci sarà un ulteriore pericolo che il nostro allevamento….scoppi in una rivolta“.
Sbirciando indietro nella notte dei tempi e della storia questo rivela che non c’è davvero nulla di nuovo sotto il sole. Ciò che è stato fatto sarà fatto nuovamente, e la manifestazione dell’élite globale del XXI secolo ha sofisticati strumenti a sua disposizione.
La GAVI Alliance (Alleanza globale per i Vaccini e l’Immunizzazione)
La GAVI Alliance, fondata nel 2000 con l’aiuto della Fondazione Gates, ha l’obiettivo di vaccinare tutto il terzo mondo. Le organizzazioni iscritte alla GAVI sono elencate nel sito web del gruppo, e queste includono:

“I governi nazionali dei paesi donatori e i paesi in via di sviluppo, la Bill and Melinda Gates Children’s Vaccine Program, la International Federation of Pharmaceutical Manufacturers Associations (IFPMA), la Rockefeller Foundation, l’UNICEF, il Gruppo della Banca Mondiale, e l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).”

Nel dicembre del 2000, David Rockefeller e William H. Gates Sr., tra gli altri, (nella foto a destra), fecero visita al campus della Rockefeller University per prendere parte ad un incontro sul tema della “Filantropia in un Secolo Globale”. Mentre era li Gates parlò fervidamente in merito alla sua ispirazione da Rockefeller nella fondazione del GAVI:

“Gates disse che ‘Prendendo guida e ispirazione dal lavoro già svolto dalla Fondazione Rockefeller, la nostra fondazione ha effettivamente avviato la GAVI impegnando 750 milioni di dollari verso qualcosa chiamato Fondo Globale per i Vaccini dei Bambini, uno strumento del GAVI.'”
“Egli elogiò anche la famiglia filantropica del secolo Rockefeller, dicendo: ‘Sembra che in ogni nuovo angolo dove ci rivolgiamo, i Rockefeller sono già lì. E in alcuni casi, sono stati lì per un lungo, lungo tempo’”.

Il fatto che esista un tale congegno globale come il GAVI – nelle mani dei sostenitori del controllo esplicito della popolazione – per la consegna dei vaccini a milioni di persone in tutto il mondo, a dir poco dovrebbe essere sconcertante, specialmente di fronte alla montagna di documentazione che dimostra che i vaccini anti-fertilità sono stati studiati e rilasciati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità con i soldi concessi dalla Fondazione Rockefeller.
Bill Gates ha ribadito l’agenda globale per il controllo della popolazione durante una recente conferenza TED di presentazione, in cui ha dichiarato:

“Il mondo ha oggi 6,8 miliardi di persone. Esso si sta dirigendo verso i 9 miliardi. Ora, se noi facciamo veramente un grande lavoro sui nuovi vaccini, le cure sanitarie e i servizi di salute riproduttiva, si potrebbe ridurre di forse il 10 o 15 percento.”

Vaccini anti-fertilità
Come riportato da Jurriaan Maessen, L’Organizzazione Mondiale della Sanità, uno dei partner del GAVI, ha collaborato con la Banca Mondiale e il Fondo per la Popolazione delle Nazioni Unite negli anni ’70 del novecento sotto la “Task Force sui Vaccini per la Regolazione della Fertilità”. La Task Force:

“Agisce come un organo di coordinamento a livello mondiale per i vaccini anti-fertilità R&D nei vari gruppi di lavoro e sostiene la ricerca su approcci diversi, come ad esempio vaccini anti-spermatozoo e anti-ovulo e vaccini progettati per neutralizzare le funzioni biologiche della hCG. La Task Force è riuscita a sviluppare un prototipo di vaccino anti hCG.”

Nel 1989 era stata condotta una ricerca dal National Institute of Immunology di Nuova Delhi sull’uso di ‘carriers’ come la Tossina del Tetano e la Difterite per bypassare il sistema immunitario e distribuire l’ormone femminile chiamato gonadotropina corionica umana (hCG). Il documento di ricerca fu portato alla Oxford University Press nel 1990 e intitolato ” Bypass by an alternate ‘carrier’ of acquired unresponsiveness to hCG upon repeated immunization with tetanus-conjugated vaccine.” La Fondazione Rockefeller è elencata nel documento come donatrice per la ricerca.
Attraverso la distribuzione di hCG all’interno di un vaccino contro il tetano – che funge da vettore – il corpo umano tratta la hCG come un’intrusa a crea anticorpi contro di essa. Questo ha l’effetto di sterilizzare le donne che ricevono il vaccino, e in molti casi avviene un aborto spontaneo quando viene somministrato durante la gravidanza. Poco dopo che furono sviluppati con successo i vaccini anti-fertilità, i vaccini contro il tetano contenenti hCG furono dispiegati attraverso diversi paesi del terzo mondo. Molti di questi paesi furono specificatamente presi come target nel documento per la riduzione della popolazione del Governo statunitense intitolato National Security Memorandum 200 del 1974. Il documento alla data del 1974 raccomandava che i “contraccettivi iniettabili” dovevano ricevere ulteriori finanziamenti.
In seguito alla diffusa utilizzazione coperta dei vaccini anti-fertilità la BBC trasmise nel 1995 un documentario dal titolo “The Human Laboratory” (trascrizione in inglese disponibile qui). Fu qui esposta la scoperta dei vaccini con la tossina del tetano “contaminati” e la conseguente sterilizzazione delle donne Filippine.
I seguenti sono degli estratti dal programma della BBC:

MARIA PILAR VERZOSA: Le donne avrebbero mai detto il perché l’antitetanica che avevano preso aveva avuto effetti su di noi? I nostri cicli di fertilità sono stati tutti inquinati, alcune delle donne fra di noi hanno avuto emorragie e aborti spontanei, alcuni hanno perso i loro bambini ad una fase veramente iniziale. I sintomi potrebbero venire subito dopo la vaccinazione antitetanica, alcuni il giorno successivo, altri nell’arco di una settimana. Per coloro che erano incinte di tre o quattro mesi l’aborto spontaneo è stato davvero spaventoso.

MARIA PILAR VERZOSA: Ho cominciato a sospettare che questo è ciò che realmente succede qui nelle Filippine. Essi hanno legato le fiale del tossoide tetanico con la Beta HCG.

MARIA PILAR VERZOSA: Oh ragazzo c’è veramente qualcosa, quando questo è venuto fuori dal mio fax. Relazione sulla concentrazione di HCG nelle fiale del vaccino. Tre di questi quattro flaconi sono stati registrati positivi per l’HCG, così, come i miei sospetti mi portavano ad affermare, qui nel nostro paese essi non stanno solo pianificando di somministrare vaccini antitetanici alle nostre donne, ma essi stanno anche somministrando l’infertilità.

Secondo la popolazione locale Akha in Thailandia, le donne incinte sono costrette a ricevere vaccini – incluso il tetano – al fine di ottenere carte d’identità per i loro figli. Il vaccino si traduce spesso in aborto spontaneo. Nel video qui sotto, Matthew McDaniel, un’attivista per i diritti umani che ha lavorato con il popolo Akha in Thailandia, parla con due donne Akha del vaccino contro il tetano forzato e degli aborti risultanti.

Le popolazioni rurali del Terzo Mondo hanno colto i possibili effetti della vaccinazione. Le loro paure sono respinte come “voci” o “miti” da parte della stampa mainstream che manca di riferire in merito sul precedente dimostrato della ricerca dei vaccini anti-fertilità. Spesso quelli che rassicurano che i vaccini sono sicuri sono le organizzazioni molto impegnate negli sforzi sulla riduzione della popolazione. Un comunicato stampa del 2006 dell’UNICEF (United Nation Children Fund), la quale è coinvolta con la vaccinazione di molti paesi del terzo mondo, cita l’Assistente responsabile di progetto per la sanità nelle Nazioni al Sud dell’Etiopia, Tersit Assefa:

“In altri luoghi le donne di questa età spesso ne stanno lontano”, ha detto la signora Tersit. “Ogni sorta di dicerie sbagliate girano intorno al fatto che le iniezioni le sterilizzeranno o le faranno stare male in qualche modo. Ma qui, gli anziani del villaggio si trovano d’accordo. Essi sono qui, incoraggiando le donne a farsi avanti.”

Mentre l’ago è una forma evidente e visibile di vaccinazione, sono state sviluppate nuove tecnologie con il supporto finanziario della Fondazione Rockefeller. I vaccini commestibili, secondo il Journal of Medical Microbiology, saranno un’alternativa più accettabile agli aghi a livello socioculturale. In altre parole la gente sarà meno resistente a mangiare una comune banana piuttosto che ricevere una puntura in un braccio. Il Journal afferma la nuova tecnologia dei vaccini commestibili può servire al duplice scopo del controllo delle nascite. Questo afferma:

“i vaccini commestibili mantengono la grande promessa di sistema di somministrazione del vaccino perché convenienti, facili da amministrare, facili da stivare, sicuri e facilmente accettabili a livello socio culturale, soprattutto nei paesi poveri in via di sviluppo. Essi coinvolgono l’introduzione di selezionati geni desiderati all’interno di piante, inducendo poi queste piante alterate a produrre le proteine codificate. Introdotto come concetto circa una decina di anni fa, è diventato oggi una realtà. Sono stati sviluppati una moltitudine di sistemi di consegna. Inizialmente pensati per essere utili solo per prevenire le malattie infettive, essi hanno anche trovato applicazione nella prevenzione delle malattie autoimmuni, il controllo delle nascite, la terapia del cancro, ecc.”

La guerra contro la popolazione è uno sforzo corrente da parte dell’élite globale. Questa è una operazione veramente di portata massiccia, ma se viviamo la nostra vita nella paura di ciò che il futuro ci può riservare, noi consentiamo di essere sconfitti. Lasciate che la vostra consapevolezza della situazione vi guidi nel fare cambiamenti positivi. Abbiamo ancora il potere di aumentare la consapevolezza tra i nostri simili e nonostante quello che crede l’élite, loro non hanno il monopolio sul futuro.
link articolo originale: http://www.oldthinkernews.com/Articles/oldthinker%20news/vaccinate_the_world.htm

Fonte: http://nwo-truthresearch.blogspot.com/2010/09/vaccinare-il-mondo-gates-rockefeller.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *